BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta Malmoe-Juventus (risultato finale 0-2): info streaming e tv. Tevez chiude la partita! (26 novembre 2014, Champions League)

La diretta di Malmoe Juventus: info streaming e tv, risultato live e cronaca della partita del Malmoe New Stadium, valida per la quinta giornata del gruppo A di Champions League 2014-2015

Foto InfophotoFoto Infophoto

Malmoe e Juventus si sblocca ed il risultato passa sullo 0-2. Al minuto 89 della partita ci pensa Tevez a chiudere la partita con un gol realizzato a pochi metri dalla porta. Dopo LLorente ci pensa l'argentino a regalare la vittoria alla Juventus che può così iniziare a festeggiare. Ottimo risultato per Allegri che non sbaglia una mossa in una partita delicata per il cammino in Champions League. - 

Malmoe e Juventus prosegue sullo 0-1 a favore dei bianconeri. Quanto siamo attorno al settantesimo minuto della partita, gli uomini di Allegri stanno controllando il match con un possesso palla pari al 61%. E' la Juventus ad avere le occasioni più nitide per il raddoppio con un Tevez scatenato insieme ad un Marchisio molto attivo in fase realizzativa. Risultato Malmoe-Juventus 0-1. 

Si sblocca la diretta tra Malmoe e Juventus al minuto 49 della partita. Partono fortissimo i bianconeri nella ripresa rendensosi subito pericolosi con Marchisio al 46' minuto, ma è Llorente a sbloccare la partita grazie ad un ottimo contropiede. Sfrutta un ottimo lancio lungo, arriva davanti al portiere del Malmoe lo dribla e segna il gol del vantaggio. 

Siamo giunti alla fine del primo tempo tra Malmoe-Juventus con il risultato sullo 0-0. I padroni di casa si confermano aggressivi, ma tra le tante occasioni di questa prima parte della partita sono i bianconeri ad avere le due più nette con Vidal al 15' e con Marchisio al 35' minuto del primo tempo. 

Siamo giunti al minuto 12 del primo tempo della diretta Malmoe-Juventus ed il risultato è ancora fermo sullo 0-0. Parte male la partita con problemi di illuminazione dell'impianto che però non portano a ritardi, inizia molto bene invece il Malmoe con i padroni dicasa subito determinati. Sono loro che al quinto minto con Thelin effettuano la prima conclusione della partita verso lo specchio della porta, il tiro potente ma impreciso. Il Juventus sempra per ora soffrire un po' l'agonismo dei padroni di casa. 

Diretta Malmoe-Juventus: ci siamo, le due squadre hanno ultimato il riscaldamento e stanno per scendere in campo. Le formazioni ufficiali: Juventus schierata nel modulo 4-3-1-2, gli svedesi rispondono con un 4-4-2. 25 Olsen; 3 Tinnerholm, 21 E.Johansson, 4 Helander, 20 Ricardinho; 7 Eriksson, 6 Halsti, 8 E.Adu, 33 Forsberg; 24 Thelin, 9 Rosenberg In panchina: 27 Azinovic, 2 Concha, 32 P.Konate, 11 Thern, 15 Cibicki, 31 Rakip, 26 Mehmeti Allenatore: Age Hareide 1 Buffon; 26 Lichtsteiner, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 20 Padoin; 8 Marchisio, 21 Pirlo, 6 Pogba; 23 Vidal; 14 Llorente, 10 Tevez In panchina: 30 Storari, 5 Ogbonna, 33 Evra, 37 Pereyra, 11 Coman, 12 Giovinco, 9 Morata Allenatore: Massimiliano Allegri Arbitro: Pedro Proença (Portogallo) 

Gara decisiva per la squadra di Max Allegri che deve assolutamente vincere per trovare una situazione positiva alla chiusura della quinta giornata di Champions League. I bianconeri hanno la chiave tattica nelle mani a centrocampo, dove fanno sempre girare la palla velocemente e hanno il tempo per cambiare il passo in ogni istante della partita. Giocatori come Vidal e Pogba possono di sicuro cambiare la gara con una giocata in ogni momento. Ma soprattutto sarà importante muoversi in diagonale in mezzo al campo dove i padroni di casa sono lenti anche se molto fisici. Attenzione poi alla posizione del giocatore che agirà sulla trequarti, che sarà importante anche nel comunicare col centrocampo e nell'accorciare il reparto offensivo in mezzo. La Juventus dovrà guardarsi dal recuperato Rosenberg che rimane comunque uno dei pochi punti di forza, oltre al fattore campo, degli avversari. 

Come già scritto, la Juventus ha giocato in Svezia soltanto una partita ufficiale. Era il 25 agosto 2004: in virtù del terzo posto in campionato la squadra bianconera si era trovata ad affrontare l’ultimo turno preliminare per entrare nella fase a gironi di Champions League. Sfidò il Djurgardens, squadra di Stoccolma che nella prima metà degli anni Duemila aveva conosciuto il momento di maggior splendore (tre campionati nazionali in quattro stagioni); sulla panchina della Juventus era appena arrivato Fabio Capello ma all’andata a Torino era finita 2-2. Cambiò tutto al ritorno: fu un 4-1 esterno che sancì la qualificazione alla fase a gironi. I gol furono realizzati da Alessandro Del Piero al 10’, David Trezeguet al 35’, Pavel Nedved al 54’ e ancora David Trezeguet all’87’. Per il Djurgardens il gol fu segnato, al 19’, da Tobias Hysen. Di seguito la formazione della Juventus quel giorno di agosto di dieci anni fa. Buffon; Birindelli, Thuram, Montero, Zambrotta; Olivera, Blasi, Emerson, Nedved; Del Piero, Trezeguet. Dalla panchina subentrarono Zalayeta (per Del Piero) e Kapo (per Nedved) negli ultimi dieci minuti. 

Che si gioca questa sera alle ore 20:45 è diretta dall’arbitro portoghese Pedro Proença ed è valida per la quinta e penultima giornata del gruppo A di Champions League 2014-2015. Per la Juventus è fondamentale: non sarebbe eliminata questa sera nemmeno se dovessero perdere, dunque chiaramente un pareggio potrebbe comunque essere utile in termini di qualificazione agli ottavi di finale ma è fin troppo evidente che per essere del tutto padroni del proprio destino, e soprattutto per non avere la pressione di vincere a tutti i costi tra due settimane, il risultato più utile questa sera sarebbe la vittoria. Anche perchè, e questo è un discorso che va al di là dei numeri e delle fredde statistiche, una squadra che voglia ambire a entrare nelle prime otto d’Europa (come ha sempre dichiarato Massimiliano Allegri) non può certo permettersi di fare calcoli o pensare di non riuscire a vincere sul campo del Malmoe. Che certamente è da temere e da rispettare per quello che ha già saputo fare nel girone, ma che come livello tecnico e di esperienza rende qualcosa ai campioni d’Italia. Non ci sono precedenti tra Malmoe-Juventus se non quello che si è giocato all’andata, l.o scorso 16 settembre: una doppietta di Carlos Tevez nel secondo tempo diede la vittoria alla Juventus. Che in Svezia ha giocato soltanto una volta in partite ufficiali: era l’ultimo turno preliminare di Champions League 2004-2005, contro il Djurgardens. I bianconeri allenati per la prima di due stagioni da Fabio Capello avevano incredibilmente pareggiato 2-2 a Torino, ma quando andarono fuori casa non fecero sconti e uscirono con un 4-1 che li qualificò alla fase a gironi. Segnarono Del Piero, Trezeguet con una doppietta e Nedved; Gigi Buffon rimane l’unico superstite da allora. Tre calciatori svedesi hanno recentemente giocato nella Juventus: il difensore Olof Mellberg, ritiratosi al termine dello scorso anno, ha dato 117 partite alla sua nazionale e un anno al bianconero, giocando 38 partite nella stagione 2008-2009 e timbrando in due occasioni (entrambe allo stadio Olimpico di Roma). Albin Ekdal è transitato da Vinovo per un piccolo periodo, arrivato nel 2008 ha giocato una manciata di partite per poi partire in prestito, tornare e ripartire subito questa volta in via definitiva. L’unico doppio ex è però Zlatan Ibrahimovic: cresciuto nel Malmoe che lo acquistò quando aveva 14 anni, quattro anni di giovanili e poi l’esordio in prima squadra (17 gol in 46 partite), la Juventus lo ha preso nel 2004 e in due stagioni l’attaccante ha realizzato 26 gol in 92 partite (3 in 9 di Champions League), vincendo due scudetti che poi la giustizia sportiva avrebbe revocato, provocando la retrocessione dei bianconeri in Serie B e di conseguenza la partenza di Ibra per altri lidi. Il Malmoe finora ha vinto una partita in casa e perdendone un altra; ha stupito tutti quando con autorità ha battuto l’Olympiacos per 2-0 mettendosi in corsa per un posto negli ottavi di finale, poi però ha dovuto cedere (0-2) all’Atletico Madrid. Resta una squadra dai due volti: in casa è temibilissima soprattutto perchè può sfruttare l’entusiasmo del suo pubblico, in trasferta soffre e va sotto (zero gol realizzati, sette incassati in due partite). Salvo miracoli non riuscirà a qualificarsi, potrebbe alla peggio giocarsi un posto in Europa League fino all’ultimo ma ovviamente ha bisogno di vincere questa sera e poi sperare. Lo svantaggio attuale deriva dal fatto che il campionato si gioca su periodi diversi rispetto ai tornei europei principali e dunque è già venuto: i biancazzurri lo hanno vinto ma adesso chiaramente non hanno più un’ideale “palestra” per la Champions (l’ultima partita risale al 15 novembre in Coppa di Svezia). Della Juventus si dice quest’anno, come già la scorsa stagione, che la Serie A sia poco allenante; la superiorità dei bianconeri e della Roma sembra evidente e così la preparazione sul campo per le partite europee non è troppo pregnante. Un concetto che già Fabio Capello aveva esplicitato (suscitando il “fastidio” di Antonio Conte) e che torna di attualità; se sia così o meno, è comunque evidente che i bianconeri in Europa siano ben altra cosa rispetto a quelli che si vedono entro i confini nazionali. Timore, meno pressione sull’avversario, molta meno concretezza offensiva, la squadra gira molto meno e in questo senso si spiega la sconfitta subita in Grecia e la sofferta vittoria di Torino contro l’Olympiacos. C’è da sperare che il rigore sbagliato da Vidal non debba pesare troppo sul discorso qualificazione; in trasferta per adesso sono arrivate due sconfitte sempre per 0-1, e dunque si va ancora in cerca del primo gol. A noi non resta che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come andrà a finire questa partita del Malmoe New Stadium, davvero importante: la diretta di Malmoe-Juventus, valida per la quinta giornata del gruppo A di Champions League 2014-2015, sta per cominciare…

Potrete seguire Malmoe-Juventus in diretta tv esclusivamente suiCanale 5, con la telecronaca di Sandro Piccinini, il commento tecnico di Aldo Serena e gli interventi da bordo campo e le interviste curati da Nando Sanvito e Francesca Benvenuti. Su PC, tablet e smartphone potrete seguire la partita in streaming grazie al servizio offerto da Sportmediaset (www.sportmediaset.mediaset.it); e in più attenzione agli aggiornamenti dai canali ufficiali della competizione: su Facebook all’indirizzo facebook.com/uefachampionsleague e su Twitter all’account @ChampionsLeague. Anche le due squadre hanno i loro profili: per la Juventus ci sono facebook.com/Juventus e @juventusfc, per il Malmoe facebook.com/skanelaget e @Malmo_FC.