BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Guingamp-Fiorentina (1-2): i voti della partita. I top e i flop (Europa League 2014-2015, gruppo K)

Le pagelle di Guingamp-Fiorentina 1-2, partita valida per la quinta giornata del gruppo K di Europa League 2014-2015: i voti del match disputato giovedì 27 novembre 2014. I top e i flop

Babacar, attaccante Fiorentina (Foto Infophoto) Babacar, attaccante Fiorentina (Foto Infophoto)

Nuovo successo della Fiorentina in Europa League. Per la sfida in trasferta contro il Guingamp, valevole per il quarto turno del Gruppo K, la compagine guidata da Vincenzo Montella ottiene i tre punti, chiudendo il match con il risultato in proprio favore di due reti a uno. Nuova grande prova di Babacar, giovane talento della Viola, man of the match. Analizziamo i voti e le pagelle per scoprire quali sono stati i migliori e i peggiori dell’incontro, i classici top e flop. – Grande prestazione del centrocampista offensivo dei francesi Marveaux. E’ indubbiamente il migliore dei suoi grazie a delle grandi giocate, diversi assist che i compagni non sfruttano a dovere, e il rigore procurato, quello poi trasformato dallo stesso Guingamp. – Prestazione davvero negativa per il difensore centrale del Guingamp, Kebrat. E’ sua la poco ambita palma di peggiore della gara. Babacar lo fa impazzire per tutto l’arco del match, e proprio da due suoi strafalcioni nascono le azioni che portano la Viola a gonfiare la rete. Ha la possibilità di segnare la rete del pareggio, nel finale di match, ma purtroppo per lui la difesa della Fiorentina è attenta a tamponare. – Ancora una volta è Babacar il migliore giocatore in assoluto. Va al giovane attaccante della Fiorentina lo scettro di "man of the match" grazie ad una prestazione superlativa per tutto l’arco dell’incontro. Partecipa all’azione del gol del vantaggio siglato da Marko Marin e segna la rete del 2 a 0, quella poi decisiva ai fini del risultato. E’ un uomo solo in attacco ma vale per tre, facendo venire i brividi alla difesa dei francesi, che ieri non lo ha mai visto. – Delude la stella colombiana Juan Cuadrado. I tifosi e soprattutto Montella, si attendono la giocata, il guizzo, il dribbling, ma l’ex Lecce non riesce a concludere nulla di buono dal primo al novantesimo. Per l’esterno sudamericano prosegue quindi una stagione fra alti e bassi, evidentemente condizionata dalla stanchezza sia fisica quanto psicologica del mondiale della scorsa estate.

© Riproduzione Riservata.