BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta Varese-Vicenza (risultato finale 2-3): info streaming video e tv. Live: disastro Bastianoni (Serie B 16^giornata, sabato 29 novembre 2014)

Varese Vicenza, dove seguirla in streaming video e tv: orario della partita dello stadio Franco Ossola, sedicesima giornata del campionato di Serie B 2014-2015. Sabato 29 novembre, ore 15

Stefano Bettinelli (52 anni) allenatore del Varese dal maggio 2014 Stefano Bettinelli (52 anni) allenatore del Varese dal maggio 2014

Succede tutto negli ultimi dieci minuti. Il Vicenza infatti dopo il pareggio riesce a vincere tre a due sfruttando due indecisioni incredibili del portiere del Varese Bastianoni che prima non riesce a capire bene la traiettoria della punizione di Cocco e dopo non blocca un facile di Laverone. Il secondo gol per il Varese lo segna Neto Pereira che mette in rete un assist al bacio di Rivas.

Dura davvero pochi istanti la gioia del Varese dopo il vantaggio iniziale firmato al difensore Borghese. Il club lombardo si è portato sull’1 a 0 al 13esimo minuti di gioco, ma esattamente 4 minuti dopo gli ospiti vicentini hanno riequilibrato il match grazie alla rete di Giacomelli al 17esimo: tutto da rifare quindi a Varese, 1 a 1 e palla al centro.

Diretta Varese-Vicenza. Il primo gol della 16esima giornata di Serie B porta la firma del Varese. Il club lombardo si è infatti portato in vantaggio poco fa sul Vicenza grazie alla rete del difensore Borghese, che al 13esimo minuto di gioco ha bucato la porta presidiata da Bremec. Varese-Vicenza, quindi, momentaneamente sull’1 a 0 a 15 minuti dal fischio iniziale.

- Diretta Varese-Vicenza. E' iniziata ufficialmente pochi istanti fa la sfida di Varese fra gli omonimi padroni di casa e il Vicenza, match della 16esima giornata di Serie B. Eccovi i 22 giocatori che scenderanno in campo, le formazioni ufficiali del match. Varese: Bastianoni, Fiammozzi, Borghese, Rea, De Vito, Zecchin, Corti, Capezzi, Falcone, Neto Pereira, Miracoli. Vicenza: Bremec, Sampirisi, Brighenti, Camisa, D’Elia, Sbrissa, Sciacca, Cinelli, Laverone, Cocco, Giacomelli.

Le due squadre giocano con uno speculare 4-4-2 anche se le varianti a disposizione di Marino sono sicuramente di più. I biancorossi infatti fanno affidamento su un giocatore come Laverone che è sempre pronto a cambiare passo e a slittare nei tre d'attacco lasciando il ruolo da esterno di centrocampo. La chiave tattica sarà proprio nella sua posizione. Lo slittamento di Giacomelli a sinistra con l'avanzamento in fase di possesso di Laverone potrebbe mettere molto in difficoltà una difesa come quella di casa che ha in Fiamozzi e Luoni due esterni che dovranno essere molto bravi a tenere la palla. Una sfida che si giocherà nella fase d'attacco degli ospiti. 

Al Franco Ossola va in scena una partita tra due squadre che, appollaiate a 17 punti – hanno l’esigenza di allontanarsi dalla zona playout, pericolosamente vicina. In più, altro elemento in comune, le due formazioni sono reduci da un pareggio e sono alla ricerca di tre punti per smuovere la classifica. Come andrà a finire? In attesa di scoprirlo ecco a voi qualche dato statistico da tenere a mente in ottica dei 90 minuti di gioco. I lombardi sono meglio dei veneti per quanto riguarda il possesso palla (24'18’’ contro 23’37’’) e tiri totali e in porta, visto che le Pantere fanno segnare 10.1 e 4 rispetto alle 9.5 e 3.1 dei Lanerossi. Passiamo dunque all’analisi delle palle giocate e della percentuale di passaggi riusciti: anche qui – in entrambe le voci – primeggiano i ragazzi di Bettinelli con 547 e il 60% rispetto a 514.6 e al 59.7%. Chiudiamo con la curiosità della supremazia territoriale e della pericolosità offensiva: i giocatori di Pasquale Marino non fanno benissimo facendo registrare 8’16’’ e il 34.9%, mentre il Varese si attesta su 8’43’’ e il 42.1%. 

Sfida tutta biancorossa in programma sabato 29 novembre 2014 allo stadio Franco Ossola di Varese. A partire dalle ore 15:00 si affronteranno il Varese e il Vicenza per la sedicesima giornata del campionato di Serie B. Entrambe le squadre sono a caccia dei tre punti per allontanare la zona calda della classifica: dopo 15 giornate il Varese ha 17 punti (sarebbero 18, ma ce n’è uno di penalizzazione e ne arriveranno altri due) e arriva da due pareggi contro Perugia e Avellino. In casa è ancora imbattuto: 4 vittorie e 3 pareggi con 15 gol realizzati e 9 subiti. Sono 17 i punti anche del Vicenza, che arriva da tre partite in cui non ha perso (vittoria contro la Pro Vercelli, altra vittoria esterna contro l’Avellino e pareggio interno contro il Cittadella). La formazione allenata da Pasquale Marino, che ha sostituito in corsa l’esonerato Giovanni Lopez, fuori casa soffre tantissimo: la vittoria di Avellino è stata l’unica ottenuta lontano dal Menti, poi due pareggi e quattro sconfitte, con appena 5 gol realizzati e 12 subiti. I cannonieri della squadra sono da una parte Arturo Lupoli e Neto Pereira, che hanno segnato 5 gol a testa (ma Lupoli ha giocato molto meno) e dall’altra Andrea Cocco con 4 reti. Da queste cifre insomma appare chiaro come Varese e Vicenza abbiano soprattutto bisogno di migliorare il loro bilancio esterno se si vogliono salvare, e non sarà facile perchè per diversi motivi le rose sono state costruite già sapendo che il loro campionato sarebbe stato sofferto. I precedenti totali tra queste due squadre sono 14, almeno di quelli giocati a Varese; la squadra di casa è nettamente in vantaggio avendo totalizzato sei vittorie contro una, con sette pareggi. La prima partita è andata in scena in Serie A, nel 1964-1965 quando il Varese ha vinto 3-2; una doppietta di Luis Vinicio l’anno seguente ha timbrato l’unico successo per il Vicenza. Da lì in poi solo Varese o solo pareggi, con anche una serie di quattro partite in cui è uscito il segno X; dopo due vittorie dei lombardi con un 2-0 e un 3-0, già in Serie B, l’ultimo precedente si è giocato nella stagione 2012-2013 ed è terminato 1-1, grazie ai gol realizzati da Giulio Ebagua e Gianvito Plasmati. Il quale è uno degli ex di questa partita; tra gli altri ricordiamo anche Mattia Mustacchio, l’attaccante Marco Cellini ma soprattutto il difensore Alessandro Camisa, che in quattro anni a Varese ha vissuto due promozioni consecutive dalla Seconda Divisione alla Serie B, giocando anche la finale playoff. Nel 2012 si è trasferito al Vicenza e adesso è alla terza stagione consecutiva con la formazione veneta. Guai societari per il Varese, che entro il 17 dicembre dovrà pagare stipendi e contributi dei due mesi appena passati; come abbiamo detto arriveranno certamente due punti di penalizzazione, i debiti ammontano a oltre 9 milioni di euro ed è probabile che a gennaio bisognerà effettuare qualche cessione illustre in sede di mercato, per guadagnare e mettere soldi in cassa. Il presidente Antonio Laurenza si è detto fiducioso circa un accordo commerciale in arrivo, ma è fin troppo chiaro che il futuro non è roseo. La nota positiva, a livello tecnico, riguarda il fatto che Stefano Bettinelli ha fatto esordire nel corso della stagione tanti ragazzi dai 20 anni in giù (come Bruno Petkovic, Stefan Simic e Leonardo Capezzi - di scuola Fiorentina). Veterani come Corti e Neto Pereira garantiscono il loro solito contributo ma ora bisognerà valutare come proseguirà la stagione. Il Vicenza ha invece vissuto un’estate tormentata ma in positivo: l’esclusione del Siena dal campionato di Serie B ha aperto la caccia al ripescaggio e alla fine del lunghissimo iter burocratico fatto di ricorsi, richieste e respinte il Vicenza ha avuto la meglio e si è presa il posto vacante. I tifosi della squadra veneta avrebbero voluto rimanere in Lega Pro, consapevoli del fatto che il poco tempo a disposizione per allestire una squadra da campionato cadetto avrebbe fatto la differenza in negativo; le due settimane hanno portato a qualche acquisto di peso come quello di Antonino Ragusa (tre gol in campionato) ma la classifica attuale rispecchia i valori di forze e salvarsi per il Vicenza sarà decisamente complicato. A noi non resta dunque che metterci comodi e dare la parola al campo per stare a vedere come andrà a finire questa partita: la diretta di Varese-Vicenza, sedicesima giornata del campionato di Serie B 2014-2015, sta per cominciare…

Potrete seguire la diretta di Varese-Vicenza esclusivamente sui canali del satellite: dovete andare su Sky Calcio 11, che trovate al numero 261. La telecronaca della partita è affidata a Roberto Prini; Varese-Vicenza sarà in chiaro per tutti gli abbonati al pacchetto Calcio, chi invece fosse dotato soltanto di abbonamento Sport potrà comunque seguire la partita acquistandola in prima fila PPV (codice d’acquisto 476642). Lo streaming video è disponibile senza costi aggiuntivi con l’applicazione Sky Go, attivabile su PC, tablet e smartphone; se invece volete rimanere aggiornati con tutte le partite che si giocano in contemporanea dovete andare su Sky Sport 1 (201) o Sky Calcio 1 (251) dove trovate il programma Diretta Gol Serie B con gli highlights in tempo reale da tutti i campi (Davide Polizzi è la voce da Varese). Anche qui gli abbonati al pacchetto Sport potranno acquistare il programma in Primafila PPV (codice d’acquisto 979797).

© Riproduzione Riservata.