BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Manchester City-CSKA Mosca/ Orario diretta tv, probabili formazioni e quote: i protagonisti (Champions League Gruppo E)

Manchester City-CSKA Mosca, dove vedere la partita in diretta, quote e pronostico. Le probabili formazioni, le ultime novità sulla partita valida per la quarta giornata del Gruppo E

Foto InfophotoFoto Infophoto

All'Etihad Stadium il Manchester City non può fare passi falsi e mister Manuel Pellegrini conta molto su Sergio Aguero, match winner dell'ultimo derby contro lo United in Premier League. El Kun è il vero trascinatore dei Citizens ed in questa stagione ha segnato già la bellezza di 10 gol. L'argentino è la stella indiscussa della squadra, il campione in grado di fare la differenza trovando da un momento all'altro la giocata giusta per risolvere il match. Nel CSKA Mosca è Ahmed Musa l'uomo più temibile. Il centravanti nigeriano già all'andata è stato una spina nel fianco per la fragile difesa inglese con la sua velocità. Proprio su di lui farà affidamento Leonid Slutski per provare a strappare punti preziosi a Manchester. Musa si sta rivelando importante anche come assist-man avendone regalati 3 ai suoi compagni.

Gara importantissima in programma questa sera all’Etihad Stadium di Manchester, alle ore 20.45. Di scena la sfida fra i padroni di casa del City e gli ospiti del un match valevole per il Gruppo E della Champions League, lo stesso della Roma. I Citizens hanno chiuso l’andata dei gironi in maniera negativa, con due soli punti conquistati, contro i giallorossi e i moscoviti, e una sconfitta. Per il passaggio del turno sarà quindi fondamentale una vittoria, approfittando del caloroso pubblico di casa, ma la squadra di Slutski, che chiude il gruppo ad un solo punto, non starà di certo a guardare, e proverà a fare un bello sgambetto ai britannici.

Manchester City-CSKA Mosca sarà visibile in diretta tv a partire dalle ore 20.45 in esclusiva sui canali di Sky, e precisamente Calcio 2 e Sportplus.

C’è una sola favorita per i bookmaker nella sfida di Manchester. Il segno 1, la vittoria del City, è quotato infatti 1,23, mentre un successo del CSKA di Mosca pagherebbe addirittura ben 11 volte la posta in gioco. Il pareggio, infine, è dato a 6,50.

Per la gara contro il CSKA Mosca di questa sera, mister Pellegrini registra alcune defezioni, a cominciare da Kolarov, infortunatosi nelle scorse ore e fermo ai box per circa un mese. Non ci sarà neanche David Silva, così come Mangala e l’esperto Lampard. Ipotizzabile un classico 4-4-2 con Hart fra i pali, difesa a quattro composta da Zabaleta sulla fascia destra con Gael Clichy sul versante mancino, mentre in mezzo coppia formata da Kompany e Demichelis. A centrocampo, solito duo Yaya Toure-Fernandinho con le chiavi del gioco, mentre Milner sarà l’esterno di destra con il francese Narsi sulla corsia mancina. Infine l’attacco firmato Dzeko-Aguero. Solo panchina per Jovetic e Nastasic.

Per la delicata trasferta di Manchester mister Slutski dovrà rinunciare ai soliti Elm e Panchenko. Il club moscovita dovrebbe disporsi in campo con un 4-2-3-1 con Akinfeev a curare la porta, retroguardia a quattro composta da Berezutski e Ignashevich coppia di difensori centrali, con Mario Fernandes terzino destro e Schennikov sulla corsia sinistra. A centrocampo, linea mediana formata dal duo Natcho-Wernbloom. Infine l’attacco, con Musa in posizione più avanzata nel ruolo di prima punta e favorito su Doumbia, spalleggiato dal trio di trequartisti/esterni Tosic, Eremenko e Dzagoev.

A si gioca questa sera alle ore 20:45: la partita è valida per la quarta giornata del gruppo E di Champions League 2014-2015. Il Manchester City ha l’obbligo di vincere dopo aver sciupato la grande occasione di issarsi al secondo posto della classifica due settimane fa; il 2-2 maturato contro il Cska Mosca dopo il doppio vantaggio rischia di essere pesantissimo per gli uomini di Manuel Pellegrini che ora non sono più padroni del loro destino, avendo peraltro lo scontro diretto (eventuale) contro la Roma da giocare in trasferta. Arbitra il greco Tasos Sidiropoulos. Di seguito ecco gli ultimi aggiornamenti sulle probabili formazioni di Manchester City-Cska Mosca.

Reduci dalla vittoria nel derby, i Citizens si lanciano ora in questa delicatissima partita che sanno di non poter pareggiare. Manuel Pellegrini, vista l’importanza della sfida di domenica, non ha potuto operare troppo turnover ma è anche vero che la rosa a disposizione è ampia e quindi si è potuto permettere qualche “esclusione” di lusso. Per esempio quella di Edin Dzeko, che questa sera dovrebbe tornare titolare prendendo il posto di Jovetic; per esempio quella di Fernandinho, che avvicenderà in mediana il connazionale Fernando andando a giocare al fianco di Yaya Toure. Lo schema dovrebbe essere un 4-4-2: Jesus Navas a destra e Milner a sinistra, ma non si può non considerare Nasri che potrebbe trovare spazio su una delle due corsie (a sinistra, con Milner che viene dirottato dall’altra parte), mentre in difesa si va con i soliti e cioè Zabaleta-Clichy sulle fasce, Kompany-Demichelis centrali con la bocciatura dunque di Eliaquim Mangala. 

Il pareggio ottenuto due settimane fa ha rilanciato le ambizioni del Cska, che però sa molto bene come per essere veramente in corsa per gli ottavi deve vincere in Inghilterra. Non sarà facile, anche perchè il morale è sotto i tacchi per la sconfitta interna nello scontro diretto contro lo Zenit San Pietroburgo (0-1) che ha allargato il gap in classifica a 7 punti. La formazione sarà il solito 4-2-3-1; in porta Akinfeev, in difesa Mario Fernandes e Schennikov a spingere sulle corsie con Vasily Berezutsky e Ignashevich come sempre piazzati in mezzo. Natcho, eroe della partita di andata, dovrebbe fare coppia con il rientrante svedese Wernbloom nella cerniera in mezzo al campo che dovrà supportare al meglio le avanzate dei tre trequartisti, con l’avvicendamento probabile tra Musa e Milanovic sulla fascia destra, il talento di Dzagoev dall’altra parte e Roman Eremenko in mezzo con Seydou Doumbia punta centrale. La soluzione alternativa prevede l’utilizzo di uno tra Tosic e Milanov sulla corsia, e il ballotaggio Musa-Doumbia per giocare davanti a tutti.