BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Milan-San Lorenzo/ Orario diretta tv, probabili formazioni e quote: le ultime novità (Trofeo Berlusconi 2014)

Le probabili formazioni di Milan San Lorenzo: quote, dove vederla in tv, le ultime novità sul Trofeo Berlusconi 2014. Si gioca questa sera, mercoledi 5 novembre, a San Siro (ore 20:30)

Foto Infophoto Foto Infophoto

MIlan-San Lorenzo de Almagro si gioca questa sera alle ore 20:30 a San Siro; è il Trofeo Berlusconi 2014, un appuntamento storico per i rossoneri che però solitamente lo giocavano a metà-fine agosto contro la Juventus, mentre ora sono costretti dal fitto calendario prestagionale a posticipare a inizio novembre, contro un’avversaria che originariamente non era questa (non è stato trovato l’accordo con il Manchester United)

Il Trofeo Berlusconi non sarà in diretta televisiva: la contemporaneità con la Champions League fa slittare la messa in onda della partita alle 23:45, e quindi in differita, su Canale 5 in chiaro per tutti.

Secondo le quote Bwin, il Milan è favorito per questa partita. Il pronostico per la sua vittoria infatti vale 1,44 la posta giocata, il pareggio invece chiama 4,00 e la quota per il segno 2, cioè vittoria del San Lorenzo, è di 6,50.

Sarà un Milan raffazzonato quello che si presenta in campo questa sera. I titolari, almeno molti di loro, stanno in panchina; nel fine settimana c’è un impegno difficile contro la Sampdoria e quindi bisogna risparmiare le energie. Filippo Inzaghi però può studiare alcune soluzioni in campo, e quindi per esempio ci sarà El Shaarawy in attacco sul centrosinistra, confermato ma con l’ausilio di Niang, che in questo inizio stagione non ha mai giocato, e con Pazzini centrale. L’attaccante toscano reclama più spazio e questa potrebbe essere la serata giusta per far capire di poter essere ancora utile a questa squadra, che pure preferisce giocare senza una vera boa di riferimento. Si rivede anche Van Ginkel dopo l’infortunio, lui pure alla ricerca di minuti utili; perno davanti alla difesa sarà Essien, con Poli sul centrodestra. Attenzione in difesa: gioca Armero, che doveva essere un acquisto importante in estate ma poi è stato utilizzato poco o nulla forse perchè Inzaghi non ha visto in lui un terzino affidabile dal punto di vista difensivo. In mezzo c’è Mexes che gioca con Rami, a destra Bonera e in porta Abbiati; un’occasione utile per tanti giocatori. 

Il San Lorenzo ha vinto la Copa Libertadores e con questa partita può sperimentare in vista dell’impegno al Mondiale per Club (in tribuna ci sarà Carlo Ancelotti). La formazione allenata da Edgardo Bauza si schiera con un 4-3-3 nel quale alcuni giocatori sono noti al pubblico italiano; soprattutto Mario Yepes, che nella San Siro rossonera è stato un idolo della tifoseria. Prosperi e Mas sono gli esterni, con il colombiano in mezzo gioca Fontanini, a protezione del portiere Leo Franco che è stato protagonista nella Liga (soprattutto con Maiorca e Atletico Madrid). A centrocampo c’è il talento di Pablo Barrientos, già ammirato a Catania; il classico volante è Enzo Kalinski, sulla destra il naturalizzato paraguayano Nestor Ortigoza, punto di forza anche della nazionale. Davanti come punta centrale agisce il trentaduenne Mauro Matos, arrivato quest’anno al San Lorenzo; sulle corsie laterali Nicolas Blandi (a sinistra) e a destra Hector Villalba, classe ’94 di cui si parla già benissimo e che ha debuttato in prima squadra due anni fa.