BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Shakhtar Donetsk-Bate Borisov/ Orario diretta tv, probabili formazioni e quote: i diffidati (Champions League 2014-2015, gruppo H)

Shakhtar Donetsk Bate Borisov: probabili formazioni, quote, orario diretta tv, le ultime novità sulla partita valida per la quarta giornata del gruppo H di Champions League 2014-2015

Foto InfophotoFoto Infophoto

Nelle probabili formazioni di Shakhtar Donetsk-Bate Borisov, partita di Champions League che è anche un derby "post sovietico", l'allenatore dello Shakhtar Mircea Lucescu deve pure tenere conto del fatto che sono diffidati i difensori Kucher e Srna, cioè meta della difesa che sarà titolare questa sera. Dovranno stare attenti dunque a non farsi ammonire. Nessun diffidato invece nella rosa del Bate Borisov.

Shakhtar Donetsk-Bate Borisov si gioca questa sera alle ore 20:45 ed è valida per la quarta giornata del gruppo H di Champions League 2014-2015. Due settimane fa in Bielorussia è stato un clamoroso dominio dello Shakhtar, che ha vinto 7-0 e fatto un grande passo avanti verso la qualificazione; ma il Bate avendo battuto l’Athletic Bilbao può ancora sperare di entrare nelle prime due, pur se avrà necessariamente bisogno di non perdere a Kiev questa sera. Meglio ancora una vittoria. Arbitra il tedesco Wolfgang Stark.

Potrete vedere Shakhtar Donetsk-Bate Borisov in diretta tv a partire dalle ore 20:45 su Sky Calcio 7, canale satellitare disponibile per tutti gli abbonati al pacchetto Calcio.

Dopo il 7-0 dell’andata lo Shakhtar gode dell’ampio supporto dei pronostici: la Snai quota la sua vittoria 1,22 che è una cifra nettamente inferiore rispetto al 13,00 che accompagna il segno 2. Molto meno probabile anche il pareggio: si vincerebbe 6 volte la posta in palio.

La rosa è al completo a eccezione di Kryvtsov, che mancava anche all’andata; cambia poco o nulla dunque per Mircea Lucescu, che teme soltanto l’eventuale squalifica di Srna e Kucher che giocano sotto diffida. La formazione è quella cui siamo abituati, con Kucher e Rakitskiy a proteggere Pyatov e la coppia Srna-Shevchuk che agisce sugli esterni allargando il campo e aumentando la spinta offensiva della squadra. In mediana ci sono Stepanenko, che dovrebbe essere preferito a Fred e Ilsinho, e Fernando; sulla trequarti Douglas Costa gioca largo a destra, Taison va a sinistra e Alex Teixeira è a supporto di Luiz Adriano. Forse è una formazione con meno talento rispetto a quella che un paio di stagioni fa poteva schierare Mkhitaryan e Willian, ma lo Shakhtar rimane molto temibile e se arriverà agli ottavi potrà essere una mina vagante per tutte le avversarie. 

Come qualche anno fa il Bate Borisov ha avuto la serata di gloria ma rischia di non passare: allora fu battuto addirittura il Bayern Monaco futuro campione, questa volta si è trattato dell’Athletic Bilbao. Peccato che nelle altre due partite siano arrivati uno 0-6 e uno 0-7; difficile pensare di andare agli ottavi con uno score simile, soprattutto perchè adesso la classifica non è bellissima e non vincere a Kiev questa sera allontanerebbe di fatto l’obiettivo. Yermakovich deve fare a meno di Filipenko e vara il solito 4-4-2; davanti  Chernik, portiere che alterna ottime parate a incredibili errori, gioca una linea guidata da Polyakov e completata dall’altro centrale Tubic e dai terzini Khagush e Mladenovic. Centrocampo guidato invece da Likhtarevich, che deve tenere le trame del gioco insieme a Volodko; i laterali devono offendere con costanza ma anche essere pronti al ripiegamento, saranno Gordeychuk e Olekhnovich. I gol sono invece chiesti a Rodionov e Signevich.