BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Cagliari-Fiorentina / Video highlights e statistiche della partita di campionato. Gomez spezza il digiuno (Serie A, 30 novembre 2014)

Video Cagliari Fiorentina, risultato finale 0-4: i gol e gli highlights della partita valida per la tredicesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Vittoria netta per i viola

Foto InfophotoFoto Infophoto

Cagliari-Fiorentina finisce 0-4. Grande protagonista è stato Mati Fernandez, autore di una doppietta, ma la notizia principale è stato il ritorno al gol di Mario Gomez. Come segno di fiducia gli era stata assegnata la fascia di capitano e l'attaccante tedesco ha risposto tornando al gol che gli mancava da 259 giorni, cioè dal 16 marzo scorso nel 3-1 al Franchi contro il Chievo. Otto mesi e mezzo sono passati, un'eternità per chi è stato il capocannoniere della Bundesliga. Un infortunio al ginocchio gli impedì di partecipare al Mondiale vinto proprio dalla sua Germania. Un nuovo infortunio, stavolta alla coscia destra, ha complicato l'inizio della stagione, soprattutto perché alla Fiorentina manca anche Giuseppe Rossi. SuperMario avvertiva il peso, e quando per un attaccante il gol diventa un'ossessione non è mai una cosa buona. Fino al Sant'Elia, dove l'incubo è finito...

La Fiorentina ha battuto per ben 4-0 il Cagliari oggi allo Stadio Sant’Elia. Gli uomini di Montella hanno così raggiunto il loro terzo successo consecutivo in trasferta questa settimana dopo quella di domenica contro il Verona e nel turno infrasettimanale di Europa League, trovando finalmente un po’ di continuità di risultati. Si fermano a tre i punti che i sardi hanno ottenuto fra le mura amiche, ai quali non se ne aggiungono altri con la sconfitta contro la viola. La Fiorentina vince in Sardegna, un’isola dove aveva trionfato solamente in tre occasioni negli ultimi 34 incontri. Con quello di oggi diventano 4 i successi dei toscani in terra sarda (l’ultimo risaliva alla stagione 2010/11 con il 2-1 targato Alessio Cerci). Continua il digiuno di successi casalinghi per Znedek Zeman che da quando ha preso posto sulla panchina del Cagliari non ha ancora avuto la soddisfazione di vincere davanti al proprio pubblico allo Stadio Sant’Elia. E’ stata comunque una partita spettacolare quella tra Cagliari e Fiorentina se non fosse per le innumerevoli occasioni da gol (i tiri in porta che hanno totalizzato sono 17 per i viola e 14 per i sardi). Grande fairplay in campo ma anche qualche fallo di troppo, esattamente 17 quelli commessi dai padroni di casa e 22 quelli dei fiorentini che hanno portato a due ammonizioni per parte. 6 a 6 il conto dei calci d’angolo mentre 6 a 5 per i sardi quello dei fuorigioco. Spazio adesso alle interviste del post partita. Il primo a prendere la parola è Vincenzo Montella ai microfoni di Sky Sport: “Il risultato poteva essere più ampio per entrambe le squadre, viste le occasioni create. E' impossibile non concedere qualcosa alle squadre di Zeman, ha spiegato il tecnico della Fiorentina che nutre un grande rispetto nei confronti del suo ex allenatore. “Abbiamo rischiato qualcosa nel primo tempo, dove potevamo fare di più, poi siamo stati bravi e fortunati a contenere gli avversari. La vittoria però è meritatissima, con tante note positive”. Tra le cose che più rendono orgoglioso Montella c’è il ritorno al gol di Mario Gomez: “Si sta ritrovando mentalmente e fisicamente, ha dimostrato anche oggi di essere in partita. Speriamo si sia sbloccato: la storia parla per lui, lo vedo bene da tre settimane, la qualità c’è e non ci sono problemi”. Anche Mario Gomez è intervenuto per parlare in prima persona del suo ritorno al gol: “E' stato un momento speciale per me. Ho lavorato tanto nelle ultime settimane, in allenamento mi sentivo bene ma in partita è diverso. Avevo avuto occasioni, la cosa più importante per un attaccante, ora ho ritrovato il gol e mi sono levato un peso di duecento chili...”. Di tutt’altro tono le dichiarazioni di Zeman, ovviamente deluso e amareggiato dal risultato finale: “Certamente un brutto risultato, anche se per un'ora abbiamo giocato bene”, ha affermato il tecnico boemo ai microfoni di Radio Rai. “Non possiamo sbagliare tutte quelle occasioni e regalare i gol così. Dopo il 2-0 la squadra ha mollato anche se abbiamo perso contro un'ottima squadra. La classifica? Non mi spaventa, io cerco di guardare le prestazioni della squadra”