BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Europa League/ Il pronostico di Agatino Cuttone (6^ giornata, esclusiva)

Europa League: il pronostico di AGATINO CUTTONE sulla sesta giornata, ultima della fase a gironi. Inter, Fiorentina e Napoli già qualificate, Copenaghen-Torino decisiva per i granata

Infophoto Infophoto

Ultima giornata dei gironi di Europa League con tre squadre italiane già certe della qualificazione ai sedicesimi, Inter, Napoli e Fiorentina. I nerazzurri e i viola sono anche già certi del primo posto, che per il Napoli arriverà certamente in caso di vittoria. L'Inter in questa giornata sarà impegnata in trasferta contro il Qarabag, il Napoli al San Paolo contro lo Slovan Bratislava e la Fiorentina al Franchi contro la Dinamo Minsk. Il Torino invece è ancora alla ricerca della qualificazione e gioca stasera in Danimarca col Copenaghen: attualmente è secondo, dunque anche i granata ce la possono fare. Stasera si saprà qualcosa di più sul futuro dell'Europa League, che dai sedicesimi sarà arricchita dalle squadre “retrocesse” dalla Champions League che si aggiungeranno alle qualificate da questa fase a gironi, tutte pronte a sognare la finale di Varsavia. Per presentare questa ultima giornata di Europa League abbiamo sentito Agatino Cuttone. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Come spiega perché l'Inter fa più fatica in campionato che in Europa League? Si può dire che Mancini sta ancora lavorando sulla squadra e quindi non ha ancora avuto il tempo necessario. Del resto sono tante le varianti che stanno decidendo questo diverso comportamento dell'Inter in campionato e in Europa.

Il Napoli smetterà di pensare allo scudetto per vincere l'Europa League? Lo scudetto è ormai troppo lontano, però il Napoli potrà lottare per il terzo posto che dà la qualificazione ai preliminari di Champions League. Un'altra strada però è la vittoria in Europa League, uno stimolo importante per Higuain e compagni.

Cosa potrà fare la Fiorentina in questa competizione? Avrà la possibilità di andare molto avanti, ci sono le condizioni perché la squadra di Montella possa fare molto bene in Europa League.

E' un bene questa competizione per un Torino che è nelle zone basse della classifica? Sicuramente è vero che il Torino sta facendo fatica in campionato, ma è anche certo che fare buone cose in Europa dà morale, aiuta la squadra a riprendere il cammino anche in serie A.

Come giudica il livello generale delle italiane in Europa League, finalmente non stanno trascurando questa competizione? Mi sembra proprio che quest'anno le squadre italiane stiano facendo bene e siano concentrate per disputare una grande Europa League. Del resto è da anni che pure le squadre inglesi fanno poco in questa Coppa, salvo il caso particolare del Chelsea 2013...

Quali saranno le squadre favorite per vincerla? Di solito sono quelle che hanno più esperienza internazionale, ma ci sono ancora tante squadre in corsa comprese quelle scese dalla Champions League: è ancora presto per dirlo...

Non sarebbe meglio tornare all'eliminazione diretta? In effetti potrebbe essere così, ma ci sono interessi economici che hanno portato a questa situazione. (Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.