BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Real Madrid-Cruz Azul (risultato finale 4-0): cronaca e tabellino della partita, poker per Ancelotti (Mondiale per Club 16 dicembre)

Real Madrid-Cruz Azul, risultato finale 4-0: tutto facile per i blancos che si aggiudicano la prima semifinale del Mondiale per Club 2014. A segno Sergio Ramos, Benzema, Bale e Isco

Cristiano Ronaldo (Infophoto)Cristiano Ronaldo (Infophoto)

Diretta Real Madrid-Cruz Azul: risultato finale 4-0. I blancos sono la prima squadra qualificata per la finale del Mondiale per Club 2014; tutto troppo facile per la squadra di Carlo Ancelotti che prosegue la sua straordinaria striscia vincente e aspetta ora la vincente di San Lorenzo-Auckland, che si affrontano domani. A dire il vero le cose per il Real non sono state semplicissime in senso assoluto; nel primo tempo dopo 14 minuti era già in vantaggio grazie alla zuccata di Sergio Ramos sulla punizione di Kroos (pessima uscita di Corona) e al 36' raddoppiava con Benzema che sfruttava alla grande un'ottima azione di Carvajal sulla destra. Poi però il Cruz Azul saliva di colpi e sfiorava il gol che poteva rimetterlo in corsa; Torrado si faceva parare un calcio di rigore da Casillas (fallo di Sergio Ramos su Pavone) e poi Illarramendi rischiava di combinare una frittata lanciando Pavone a tu per tu con il suo portiere che però usciva pronto e bloccava. Nel secondo tempo la partita veniva subito chiusa da Gareth Bale che, fin lì del tutto anonimo, inchiodava di testa da due passi finalizzando una splendida ripartenza Isco-Benzema con cross di Cristiano Ronaldo. Al 72' Isco serviva il poker con serpentina e conclusione radente; il Cruz Azul ci provava nel finale ma non riusciva a segnare il gol della bandiera. Arrivavano i cambi e nel Real Madrid si rivedeva Jesé Rodriguez, infortunatosi gravemente lo scorso inverno nel corso della partita di Champions League contro lo Schalke 04. Proprio lui metteva sulla testa di Khedira il pallone del 5-0 ma, a Corona battuto, il palo frenava il centrocampista tedesco. Il finale era buono per i tentativi di Cristiano Ronaldo per incrementare il suo bottino di gol stagionali, ma il portiere del Cruz Azul gli diceva di no un paio di volte. Finisce dunque 4-0: il Real Madrid pare di un altro pianeta, al San Lorenzo (se ci arriverà) il compito decisamente arduo di riportarlo sulla Terra.

Diretta Real Madrid-Cruz Azul: Gareth Bale ha messo dentro il gol del 3-0 che chiude la partita. Al 50' minuto splendida ripartenza del Real Madrid con Isco che ruba palla a Flores e lancia Benzema che si accentra favorendo la sovrapposizione di Cristiano Ronaldo, cross dal fondo per la testa di Gareth Bale che finalmente si iscrive alla partita e chiude i conti. Poco dopo arrivano i primi cambi: nel Cruz Azul entrano Fabian e Pablo Barrera (già visto in Europa con West Ham e Real Saragozza), mentre Carlo Ancelotti toglie un Sergio Ramos non al 100% pensando alla finale, dentro Raphael Varane. La partita sembra effettivamente segnata: al 72' minuto infatti arriva anche il poker e la rete del 4-0 porta la firma di Isco, che si libera benissimo in area di rigore danzando sul pallone dopo l'imbeccata di Cristiano Ronaldo e con un diagonale ben piazzato fa gol. Appena dopo Sami Khedira sostituisce Toni Kroos. 

Diretta Real Madrid-Cruz Azul: siamo all'intervallo della prima semifinale del Mondiale per Club 2014 e il risultato è di 2-0 a favore degli spagnoli. Le reti: al 14' Sergio Ramos, al 36' Benzema. Nel punteggio il Real Madrid controlla, ma in campo si è visto un Cruz Azul con voglia di riaprire la partita e che soprattutto ha avuto la colossale occasione per farlo: al 40' minuto l'arbitro ha fischiato (forse un po' troppo affrettata come decisione) un calcio di rigore a favore dei messicani per un veniale fallo di Sergio Ramos su Pavone, che proteggeva palla appena dentro l'area. Capitan Torrado però ha angolato poco la conclusione e Casillas tuffandosi alla sua destra ha respinto. La partita è comunque piacevole, perchè il Real Madrid detta il ritmo e le accelerazioni ma sta vivendo una serata fin qui appannata da parte di Cristiano Ronaldo e soprattutto Gareth Bale (del tutto impalpabile nel primo tempo) e dunque tiene in vita un Cruz Azul che ha già dimostrato di saper ripartire molto bene con la qualità di Gimenez e le folate di Rojas, che sulla destra ha lasciato sul posto in almeno due occasioni Marcelo ed è anche riuscito ad andare alla conclusione, respinta però dalla difesa blanca. Il Real Madrid ha avuto altre opportunità per fare tris, ma è stato troppo arruffone e un'azione tambureggiante si è conclusa con un brutto passaggio da parte di Ronaldo, che ha poi mandato alta una punizione dai 22-23 metri. Nel finale ancora il Cruz Azul pericoloso quando Casillas è dovuto uscire di corsa per anticipare Pavone che era stato mandato in porta da un avventato retropassaggio di Illarramendi. Siamo 2-0: la partita non è finita e Carlo Ancelotti, parso non troppo soddisfatto di quanto ha visto, dovrà essere bravo a tenere i suoi mentalmente concentrati e operare nel caso qualche cambio che possa chiudere i conti in favore della sua squadra, proiettandola nella finale del Mondiale per Club 2014. 

Diretta Real Madrid-Cruz Azul: al 50' minuto di gioco il Real Madrid fa 3-0 e chiude i conti. Per la prima volta stasera si vede una grande ripartenza blanca: Isco soffia palla a Flores e lancia Benzema che si accentra e favorisce la sovrapposizione a cento all'ora di Cristiano Ronaldo. Il portoghese raggiunge il fondo e mette in mezzo un pallone morbido che Gareth Bale deve solo spingere in rete, iscrivendosi finalmente alla partita e segnando il gol che dà tranquillità al Real Madrid che ora può giocare più sciolto ed eventualmente permettere a Carlo Ancelotti di far riposare qualche titolare in vista della finale. Difficile che il Cruz Azul riesca a recuperare un passivo di tre gol, anche se non bisogna sottovalutare l'orgoglio dei messicani.

Diretta Real Madrid-Cruz Azul: al 36' minuto di gioco il Real Madrid si porta sul 2-0 e forse chiude i conti. La rete porta la firma di Karim Benzema, ma almeno il 60-65% del merito va a Carvajal: il terzino destro si beve due avversari sulla fascia destra con un grande spunto, arriva sul fondo dove alza la testa e mette al centro un pallone morbido sul quale Benzema si catapulta e al volo riesce a toccare con il destro anticipando Flores (distratto nell'occasione) battendo Corona sul primo palo. Il Real Madrid adesso può dilagare, anche se in precedenza aveva sofferto un paio di accelerazioni di Rojas che era riuscito ad arrivare al tiro (sempre respinto dalla difesa). 

Diretta Real Madrid-Cruz Azul: al 15' minuto si sblocca la partita. Fallo su Carvajal e punizione per il Real Madrid dalla fascia destra; palla in mezzo di Kroos, il portiere del Cruz Azul Corona esce al limite dell'area piccola ma lo fa malissimo e viene così anticipato dal colpo di testa di Sergio Ramos, che insacca il suo terzo gol stagionale portando in vantaggio le Merengues. Legittimato il vantaggio da un'altra buona occasione quando Karim Benzema aveva calciato di poco a lato; il Real Madrid comanda le operazioni, per ora il Cruz Azul cerca di ripartire ma riesce raramente a mandare la palla nell'area di rigore di Iker Casillas, che non ha dovuto effettuare interventi. 

Diretta Real Madrid-Cruz Azul: già al 3' minuto di gioco il Real Madrid ha avuto una grande occasione per portarsi in vantaggio, ma non è riuscito a capitalizzare. Cross di Carvajal pescato benissimo da una sventagliata di Sergio Ramos, cross sul secondo palo dove Benzema fa sponda per l'accorrente Cristiano Ronaldo, che va a colpo sicuro ma si fa ipnotizzare da Corona che poi è bravo anche a tenere sulla conseguente ribattuta. Ritmin già buoni in questo avvio, naturalmente il Real Madrid è padrone del campo e prova da subito a trovare il gol del vantaggio. 

Diretta Real Madrid-Cruz Azul: ci siamo, sta per iniziare la prima semifinale del Mondiale per Club 2014 e i due allenatori hanno comunicato le formazioni ufficiali per questa sfida. Prevarranno i campioni d’Europa, logicamente grandi favoriti per il titolo, o i messicani che hanno vinto la Champions League della CONMBEBOL? Lo scopriremo tra poco, intanto ecco le formazioni ufficiali. 1 Casillas; 15 Carvajal, 4 Sergio Ramos, 3 Pepe, 12 Marcelo; 24 Illarramendi, 8 Kroos, 23 Isco; 11 Bale, 9 Benzema, 7 Cristiano Ronaldo. A disposizione: 13 Keylor Navas, 25 Pacheco, 17 Arbeloa, 2 Varane, 18 Nacho Fernandez, 5 Fabio Coentrao, 6 Khedira, 26 Alvaro Medran, 20 Jesé Rodriguez, 14 J. Hernandez. Allenatore: Carlo Ancelotti 1 Corona; 15 Flores, 3 F. Rodriguez, 4 J.C. Dominguez, 2 Fausto Pinto; 11 Rojas, 6 Torrado, 27 Bernardello, 10 C. Giménez; 33 Formica, 9 Pavone. A disposizione: 12 Allison, 25 Gutierrez, 16 R. Chavez, 17 Loeschbor, 21 Baez, 8 Fabian, 5 A. Castro, 18 Valadéz, 23 Zurdo, 7 Barrera, 20 P. Torres, 19 A. Vela. Allenatore: Luis Fernando Tena 

Otto squadre hanno appeso il loro nome nell'albo d'oro del mondiale per club. La prima è stata il Corinthians che nella prima edizione dell'anno 2000 ha battuto ai rigori il Vasco da Gama (4-3). Poi è stata la volta di San Paolo (1-0 al Liverpool nel 2005) ed Internacional de Porto Alegre (1-0 al Barcellona nel 2006) mentre la prima squadra italiana a vincere il Mondiale per club è stato il Milan, con 4-2 al Boca Juniors del 2007. Nel 2008 ha vinto il Manchester United (1-0 agli ecuadoriani del Quito), nel 2009 il Barcellona (2-1 agli argentini dell'Estudiantes) quindi ancora un'italiana ovvero l'Inter, vittoriosa sugli africani del Mazembe (Repubblica Democratica del Congo) per 3-0. Poi due bis, prima quello del Barcellona nel 2011 (4-0 al Santos) e poi quello del Corinthians nel 2012 (1-0 al Chelsea), fino al 2-0 con cui il Bayern Monaco ha superato i marocchini del Raja Casablanca nell'ultima edizione del mondiale per club. Chi sarà la prossima vincitrice? 

 Diretta Real Madrid-Cruz Azul: la prima semifinale del Mondiale per Club 2014 si gioca questa sera alle ore 20:30 e il Real cerca la sua quarta vittoria a cominciare da stasera, una quarta vittoria che pareggerebbe quelle ottenute dal Milan che guida l'albo d'oro. L'ultima affermazione risale al 2002, quando si giocava ancora quella che si chiamava Coppa Intercontinentale ed era giocata in partita secca tra la vincente della Champions League e quella della Copa Libertadores: il Real Madrid, allenato da Vicente Del Bosque, si impose per 2-0 contro i paraguayani dell'Olimpia Asuncion. Era la squadra di Zinedine Zidane, Raul, Luis Figo: di Ronaldo (appena acquistato dall'Inter) e Guti, che realizzarono i due gol che innalzarono i blancos sul tetto del mondo. Da allora però il Real Madrid non è più tornato a giocarsi un'Intercontinentale o Mondiale per Club che dir si voglia; fino a stasera, quando scenderà in campo contro i messicani del Cruz Azul che dunque sono alla prima partecipazione della loro storia (avevano vinto la precedente Champions League della CONCACAF nel 1997).

Il Mondiale per Club 2014 entra nel vivo con Real Madrid-Cruz Azul, prima semifinale del torneo iridato che si disputa oggi, martedì 16 dicembre 2014, alle ore 20.30 italiane (le 19.30 locali) allo Stade de Marrakech dell'omonima località del Marocco, che per il secondo anno consecutivo ospita la manifestazione iridata. Inizialmente questa partita era prevista nella capitale Rabat, ma poi il maltempo ha consigliato alla Fifa di cambiare il programma. Non sarà però possibile seguire questa partita né in diretta tv né in diretta streaming video, dal momento che nessuna emittente italiana ha acquistato i diritti per la prima fase della competizione iridata, erede della gloriosa Coppa Intercontinentale che fino al 2004 vedeva sfidarsi in gara unica i campioni d'Europa e del Sudamerica. Dal 2005 la Fifa ha allargato la manifestazione a tutti i continenti: la formula è quella degli scorsi anni, per cui la squadra campione d'Europa – quindi nel nostro caso il Real Madrid – entra in gara a partire dalla semifinale, mentre il Cruz Azul campione del Centro Nord America ha già dovuto affrontare nei quarti il Western Sydney, ottenendo una vittoria per 3-1 che è stata molto più sofferta di quanto il punteggio farebbe pensare, visto che i messicani erano sotto fino al 44' del secondo tempo a causa di un gol dell'italiano Iacopo La Rocca, pareggiato solo da un rigore di Gerardo Torrado, che poi ha concesso il bis dal dischetto nei tempi supplementari per suggellare il trionfo della compagine messicana, che era già passata in vantaggio con il gol di Mariano Pavone. La squadra di Luis Fernando Tena però adesso è attesa da una missione quasi impossibile: il Cruz Azul, dopo avere vinto la Champions League della Concacaf (sesto successo nella storia, è il club più titolato del continente), ha iniziato malissimo la stagione dal momento che in campionato non si è nemmeno qualificato per i playoff mentre è già stato eliminato nella Champions League 2014-2015 e quindi non difenderà il titolo del Centro-Nord America. Non esattamente il modo migliore per presentarsi al cospetto del Real Madrid di Carlo Ancelotti, che ha appena ottenuto la ventesima vittoria consecutiva, una striscia clamorosa cominciata a settembre e che continua tuttora. Primo posto nella Liga con quattro punti di vantaggio sul Barcellona, girone di Champions League vinto con sei vittorie in altrettante partite, la Supercoppa Europea già in bacheca e un Cristiano Ronaldo che in stagione ha già segnato 32 gol in 23 partite giocate. Adesso, per completare nel modo migliore l'anno che ha portato la tanto sospirata 'Decima' nella bacheca del club di Madrid, manca solo il titolo di club campione del Mondo. Il Cruz Azul riuscirà a dare fastidio al colosso spagnolo? La parola al campo...