BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Cagliari-Juventus (risultato finale 1-3) info streaming e tv: la Juve torna a vincere (oggi giovedì 18 dicembre 2014, Serie A)

Diretta Cagliari Juventus: info streaming e tv, risultato live e cronaca della partita valida per la sedicesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Giovedi 18 dicembre, ore 19

Foto InfophotoFoto Infophoto

Al triplice fischio finale la Juventus esulta per il successo ottenuto sul campo del Cagliari. Finisce 3a1 grazie alle reti di Tevez, Vidal e Llorente; al 64' Rossettini ha accorciato le distanze per la squadra di Zeman che non riesce a reagire davanti al pubblico di casa.

Al 'Sant'Elia' si sta giocando la fase finale della partita, con la Juventus saldamente avanti per 3a1. Il Cagliari sembra aver esaurito la propria sfuriata dopo il gol di Rossettini e adesso subisce il possesso palla della Juventus. Pochi minuti fa Allegri ha inserito tra i titolari Padoin. 

Il Cagliari è riuscito ad accorciare le distanze con un bel gol di Rossettini sugli sviluppi di una punizione calciata da Cossu. Dopo circa 7' minuti di gioco il risultato è dunque fermo sul 3a1 per la Juventus ma attenzione alla squadra di Zeman che dopo il gol sembra aver ripreso fiducia nei propri mezzi. Dopo il gol rossoblu, prodigioso intervento difensivo di Donsah su una ripartenza bianconera. 

Il secondo tempo è ricominciato da circa 10 minuti, Cagliari subito pericoloso con un tiro dalla distanza di Ekdal che è terminato di pochissimo a lato del palo. Durante l'intervallo mister Zeman ha inserito il giovane Donsah al posto di Benedetti. Al 51' Llorente ha siglato il gol del 3a0 con una vera girata da campione all'interno dell'area.  

Al 'Sant'Elia' si gioca da oltre 35 minuti, Juventus sempre avanti due a zero grazie alle reti di Tevez e Vidal. Il Cagliari ha provato a reagire con una conclusione potente dal limite di Ekdal ma il suo tiro si è infranto sul muro difensivo bianconero. La partita però è controllata con sicurezza dai bianconeri di Allegri che gestiscono il possesso palla con autorità.

Dopo oltre 20 minuti di gioco il risultato al Sant'Elia è fermo sul 2a0 in favore della Juventus. I bianconeri hanno raddoppiato al quindicesimo minuto grazie ad un gran gol di Vidal servito dalla sinistra da Evra. Colpo durissimo per il Cagliari che dopo il gol dello svantaggio aveva timidamente provato a reagire. 

Dopo appena cinque minuti di gioco la Juventus è già in vantaggio per una rete a zero sul campo del Cagliari. Ha segnato Carlitos Tevez, abile a spingere in rete un cross 'sporco' di Chiellini. Pochi secondi prima, Llorente si era reso pericoloso dalle parti di Cragno con un bel colpo di testa angolato. 

Diretta Cagliari-Juventus: sono state ufficializzate le formazioni ufficiali della partita che si gioca alle ore 18 al Sant’Elia. Tutto confermato per la Juventus, mentre Zeman si inventa un 4-3-3 con Benedetti e Capuano esterni bassi, Balzano e Avelar in mediana e Ekdal nel tridente offensivo. Basterà per mettere sotto scacco la Juventus? Lo scopriremo tra poco, intanto ecco le formazioni ufficiali. CAGLIARI (4-3-3): 27 Cragno; 24 Benedetti, 32 Ceppitelli, 15 Rossettini, 33 M. Capuano; 21 Balzano, 5 Conti, 8 Avelar; 7 Cossu, 23 Ibarbo, 20 Ekdal. A disposizione: 28 Carboni, 14 F. Pisano, 3 Murru, 12 A. Capello, 4 Crisetig, 16 Dessena, 18 Barella, 30 Donsah, 10 Joao Pedro, 13 Caio Rangel, 17 Farias. Allenatore: Zdenek Zeman JUVENTUS (4-3-1-2): 1 Buffon; 26 Lichtsteiner, 5 Ogbonna, 3 Chiellini, 33 Evra; 23 Vidal, 21 Pirlo, 8 Marchisio; 37 Pereyra; 10 Tevez, 14 Llorente. A disposizione: 30 Storari, 34 Rubinho, 41 Romagna, 20 Padoin, 38 Mattiello, 6 Pogba, 7 Pepe, 11 Coman, 12 Giovinco, 9 Morata. Allenatore: Massimiliano Allegri 

La partita delle 19 si presenta molto interessante anche tatticamente. Una possibile chiave riguarda le ripartenze del Cagliari: se alla squadra di Zeman viene dato spazio i suoi attaccanti possono diventare letali, e allora la Juventus dovrà essere brava a tenere il baricentro alto ma senza sbilanciarsi in modo eccessivo, soprattutto perchè giocatori come Ibarbo e Cossu (ma anche lo stesso Farias) possono essere letali se lasciati in uno contro uno con Ogbonna, Chiellini ed Evra rispetto ai quali hanno un altro passo. A centrocampo però il discorso cambia: la Juventus ha una potenza di fuoco nettamente superiore, dunque il Cagliari dovrà cercare di fare partita pari in mediana o comunque costringere i bianconeri ad allargare il gioco, così da andare a giocarsela con il duello diretto nel quale, se in giornata, possono sempre prevalere.

La squadra allenata da Zdenek Zeman sta faticando a fare punti ma nelle statistiche media di squadra occupa buone posizioni. E' ottava ad esempio nella percentuale dei passaggi riusciti (66,2%), nella supremazia territoriale (minuti trascorsi all'attacco, 11'04'') e per indice di pericolosità (49,2%). Inoltre il Cagliari è quinto per tiri nello specchio avversario: 5,3 a partita e ha segnato 20 gol, gli stessi di Genoa e Sampdoria che hanno 14 punti in più. Dati se vogliamo rassicuranti per i rossoblù che però si trovano al terzultimo posto, e devono cominciare a fare più punti. In questo senso andrà migliorata la tenuta difensiva: l'indice di protezione dell'area è quasi uguale a quello della Juventus (55,6%-56,9%) ma il Cagliari ha subito 20 reti in più. I campioni d'Italia, ad oggi i migliori del torneo per supremazia territoriale (15'02'') ed indice di pericolosità (63,3%), metteranno a dura prova la retroguardia cagliaritana.

Alle ore 19 di questa sera lo stadio Sant’Elia ospita Cagliari-Juventus, partita diretta dall’arbitro Paolo Silvio Mazzoleni e valida per la sedicesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Impegno inusuale al giovedi, ma la spiegazione c’è ed è nota: dopo questa partita la Juventus volerà in Qatar dove il prossimo lunedi giocherà la Supercoppa Italiana, spostata all’inizio dell’inverno per il calendario delle amichevoli precampionato che sta diventando sempre più fitto, e anche a causa del playoff di Champions League che il Napoli ha dovuto giocare a fine agosto. Entrambe le squadre arrivano da un pareggio: per il Cagliari si è trattato dello 0-0 a Parma, per la Juventus di un 1-1 interno contro la Sampdoria. Deluse a loro modo, vogliono ripartire da qui; 36 punti per la Juventus prima in classifica, 12 per il Cagliari terzultimo. L’archivio dei precedenti in casa del Cagliari conta 34 partite in Serie A (ma c’è un turno di Coppa UEFA clamorosamente superato dagli isolani): le vittorie della Juventus sono 13, quelle del Cagliari 9, i pareggi 12. I bianconeri hanno festeggiato con un 2-0 esterno sul Cagliari lo scudetto del 2012; si era giocato a Trieste, perchè il Sant’Elia era stato considerato inagibile ed era nel periodo di ristrutturazione. Lo scorso anno alla diciannovesima giornata (ultima di andata) la Juventus vinse 4-1: reti di Llorente (doppietta), Marchisio e Lichtsteiner, a passare in vantaggio era stato il Cagliari con un gol di Mauricio Pinilla. Cagliari che non vince dal novembre 2009: 2-0 timbrato da Nené e Alessandro Matri, mentre l’ultimo pareggio (1-1) è dell’aprile 2006. Alessandro Matri: è lui uno dei doppi ex della sfida, due scudetti con la maglia della Juventus che lo ha acquistato proprio dal Cagliari nel gennaio 2010 (e lui ha realizzato subito una doppietta contro la sua vecchia squadra). L’altro è naturalmente Massimiliano Allegri, oggi squalificato: c’era lui in panchina per il Cagliari in quel 2009, e sempre lui è stato artefice della vittoria per 3-2 sul campo della Juventus, che allena dallo scorso 16 luglio quando all’improvviso è stato chiamato a sostituire il dimissionario Antonio Conte. Tra gli altri giocatori che hanno indossato entrambe le maglie vanno naturalmente citati Pietro Paolo Virdis e Fabian O’Neill, che nelle ipotesi della dirigenza della Juventus sarebbe dovuto essere il vice Zidane (e suo sostituto futuro) ma non ha confermato quanto di buono aveva fatto vedere a Cagliari. C'è poi Albin Ekdal, che la Juventus pescò giovanissimo in Svezia; in bianconero non ha mai trovato spazio, a Cagliari ha trovato la sua giusta e ideale dimensione.  Il Cagliari ha ottenuto un punto nelle ultime tre giornate. Ha perso malamente al Sant’Elia contro la Fiorentina (0-4) ed è caduto anche contro il Chievo (0-2) sempre a domicilio, poi è andato a Parma e ha pareggiato 0-0. Soprattutto, il dato negativo per Zdenek Zeman è il fatto che in queste tre partite non siano arrivati gol; per una squadra che fa della fase offensiva il suo primo credo è un problema non da poco. L’ultima volta in cui il Cagliari è riuscito a mettere il pallone in porta è stato al San Paolo di Napoli, con un prezioso 3-3 che aveva fatto seguito al pareggio interno contro il Genoa. Manca continuità e manca fiducia; per questa partita torna Ibarbo (era squalificato) e chissà che non possa essere il colombiano l’arma segreta per ottenere la prima vittoria casalinga della stagione, altro fattore che ha contribuito a peggiorare la classifica fino alla terzultima posizione. La Juventus dal canto suo arriva dal pareggio casalingo contro la Sampdoria: proprio all’ultima partita del 2014 è crollata la possibilità di centrare un intero anno solare vincendo tutte le partite interne. La striscia super si è fermata a 25 gare; adesso, record sfumato a parte, bisogna saper ripartire per continuare a tenere la vetta della classifica e soprattutto dare un segnale forte al campionato. Nelle ultime due partite infatti la Juventus è parsa decisamente poco brillante e meno incisiva del solito, contro la Sampdoria è stata anche sfortunata ma Allegri teme che il fuoco vivo delle prime giornate si sia spento e che questa parte della stagione possa costare caro. Il sorteggio di Champions League ha assegnato il Borussia Dortmund come avversario degli ottavi di finale, ma prima ancora bisognerà continuare la marcia in Serie A. Ci aspettiamo comunque una partita molto bella e intensa, anche perchè quando si affrontano Zdenek Zeman e la Juventus le cose non sono mai banali. Non ci resta quindi che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come finirà questa sfida dello stadio Sant’Elia: la diretta di Cagliari-Juventus, valida per la sedicesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta televisiva di Cagliari-Juventus è affidata ai canali del satellite e quelli del digitale terrestre. Nel primo caso dovete andare su Sky SuperCalcio (numero 205) o Sky Calcio 1 (numero 251), nel secondo caso invece ci sono Premium Calcio (numero 370 e Premium Calcio HD (numero 380). Entrambe le piattaforme garantiscono la telecronaca tifosa di parte juventina sul secondo flusso audio: su Sky c’è la voce di Enrico Zambruno, su Mediaset Premium quella di Claudio Zuliani. Inoltre tutti gli abbonati potranno attivare su PC, tablet e smartphone - senza costi aggiuntivi - le applicazioni Sky Go e Mediaset Premium. Inoltre, come sempre, non mancheranno le informazioni che le due squadre forniranno attraverso i loro profili ufficiali su Facebook e Twitter; per il Cagliari abbiamo facebook.com/CAGLIARICALCIOOFFICIALPAGE e @CagliariCalcio, per la Juventus ci sono invece facebook.com/Juventus e @juventusfc.