BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Verona-Perugia (1-0): i voti della partita (Coppa Italia 2014-2015, quarto turno)

Le pagelle di Verona-Perugia, partita valida per il quarto turno della Coppa Italia 2014-2015: i voti della sfida ad eliminazione diretta disputata allo stadio Bentegodi martedì 2 dicembre

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Pronti via nella ripresa ha una palla gol il Verona con Nenè che calcia al centro dell'area di rigore non centrando clamorosamente la porta. Il Perugia deve patire prima il rosso, per doppio giallo, a Giacomazzi reo di un fallo inutile in mezzo al campo e poi dell'infortunio del migliore uomo a disposizione. Si fa infatti male Falcinelli ed entra Verre al suo posto. Perea entra invece per Rabusic dando spirito all'attacco senza però trovare mai la porta. La partita si trascina verso la fine col Verona che centra la qualificazione e incontrerà la Juventus.

Partita al dire il vero non emozionante e a tratti un pò lenta e spenta. Si accende soltanto in alcuni momenti con giocatori comunque di caratura davvero importante;

Serviva un risultato positivo in un momento molto delicato, non importava se trovarlo attraverso una goleada o un risultato di misura. Va bene così, l'importante era ricaricare l'ambiente con una vittoria ed è stato fatto.

Nonostante la difficoltà della gara gli scaligeri giocano una buona partita e non deludono il pubblico. Prestazione di livello e pareggio sfiorato diverse volte anche in inferiorità numerica.

Prestazione sufficiente, nonostante sia stato frettoloso nel non assegnare un rigore al Verona per uno scontro Saviola-Koprivec. Giusto l'altro rigore e il rosso per doppio giallo a Giacomazzi.

Parte forte la squadra di Camplone che ci prova subito da fuori prima con Fazzi (6) e poi con Falcinelli (6). La prima occasione del Verona ce l'ha sui piedi Brivio (6) che si infila sulla sinistra e calcia violento, bravo Koprivec (6) a dirgli di no. Poco dopo il Verona protesta per uno scontro in area di rigore tra Saviola (6) e Koprivec, Cervellera (5.5) lascia correre. Poco dopo però deve fischiare rigore per fallo sempre sull'attaccante argentino di Rossi (5). L'ex Barcellona sblocca la partita e porta gli scaligeri avanti. Poco dopo Marquez (6) su punizione centra il palo. Primo tempo equilibrato con il Verona che ha fatto la partita; Partita che si accende solo a tratti, senza divertire. Entrambe le squadre non giocano un grande primo tempo e sugli spalti ci si annoia; - Passi in avanti rispetto alle ultime partite di campionato. Gioca veloce la squadra di Mandorlini che però gioca contro un avversario di categoria inferiore; - Gioca con grande dinamismo e la qualità che lo contraddistingue. Salta l'uomo, serve palloni dentro e va sempre dentro. Gioca sempre la palla di prima, si guadagna un calcio di rigore e lo realizza; - Si sente poco la sua presenza in mezzo al campo, dove dovrebbe crescere di intensità; Nonostante lo svantaggio e i tanti errori dietro la squadra di Camplone sta facendo una bella figura in trasferta e contro una squadra di un'altra categoria; Vede la difesa della sua squadra in difficoltà, allora scivola dietro in aiuto provando a dare peso e fisicità; Un giocatore della sua esperienza dovrebbe prendere in mano la squadra in una gara così delicata e contro un avversario di altra categoria. Commette invece delle indecisioni pesanti, come quando viene ammonito, e non si abbassa bene nella linea di difesa a tre; Sbaglia a non concedere un calcio di rigore su uno scontro tra Koprivec e Saviola. Bravo invece dopo a ravvisare il contatto Rossi-Saviola in area di rigore.