BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Inter-Lazio (2-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 16a giornata)

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)


Handanovic 6: Sul primo gol viene messo fuori tempo dalla difesa che non l'aiuta, sul secondo però forse da un portiere come lui ci si aspetterebbe qualcosa di più.
D'Ambrosio 6: Si propone poco davanti, in un paio di occasioni dietro Felipe Anderson con la sua velocità lo fa ballare. Prezioso nella sponda che porta al 2-2 di Palacio; (91' Campagnaro sv)
Ranocchia 5.5: Pronti via si fa anticipare e saltare come un birillo da uno stop di Felipe Anderson, un difensore del suo livello non può permettersi certi errori al centro dell'area di rigore;
Juan Jesus 5: In occasione della seconda rete fa bene a mandare Felipe Anderson sul destro, non il suo piede, ma non calcola che il connazionale possa anche tirare con quel piede. Troppo molle nell'occasione, doveva essere più deciso;
Nagatomo 6.5: Tra i migliori dei suoi. E' uno dei pochi a dare spessore in proposizione con velocità e qualità.
Guarin 6.5: Il più pericoloso nel primo tempo, prima ci prova trovando pronto Handanovic poi con un grande destro sfiora l'incrocio. Corre e si batte per la squadra. Esce a quindici dalla fine dopo una buona gara; (75' Bonazzoli 6.5): appena entrato mette dentro la punizione che porta al 2-2 di Palacio;
Kovacic 8: Finalmente nel suo ruolo fa girare molti palloni, serve gli attaccanti in progressione e fa girare bene palla. Stupendo uno scambio con Nagatomo che al tiro verso la porta viene chiuso, bella la verticalizzazione in diagonale per Palacio che poi non sfrutta. Nella ripresa continua a fare grande calcio. Ci prova da fuori, una deviazione complica le cose a Marchetti che comunque respinge. Tira al volo di destro un corner messo fuori di testa da Parolo, insaccando il pallone violentemente alle spalle di Marchetti e riprendo all'improvviso la partita.
Kuzmanovic 6.5: fa grande mole di lavoro in mezzo al campo, senza però trovare sbocchi davanti dove è chiuso costantemente;
Dodò 5: primo tempo molto difficile sulla corsia, schiacciato riesce solo una volta ad andare sul fondo. Esce alla fine della prima frazione con Mancini che da tono al centrocampo; (45', Medel 6): porta muscoli e grande fisico in mezzo al campo;
Icardi 5: Molle davanti, non riesce a dare peso all'attacco e non si fa mai trovare pronto. Si divora un gol in fuorigioco, sintomo però della sua gara;
Palacio 5: L'attaccante argentino è un lontano parente del grande calciatore visto nelle ultime stagioni in Italia. Lento e involuto, non riesce mai a essere pericoloso. Nella ripresa si fa trovare al centro dell'area piccola per il pari, ma non basta a dargli la sufficienza in una gara vissuta ancora troppo ai margini. Un gol però che comunque lo sblocca mentalmente;

All. Mancini 7: subito sotto dopo 2 minuti, reagisce e ne prende un altro. Ha carattere di cambiare le carte in tavola e almeno di pareggiarla. Poteva anche vincerla.