BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Juventus-Napoli (risultato finale 7-8 dcr) info streaming e tv: i partenopei vincono ai rigori! (Supercoppa Italiana 2014, 22 dicembre)

Diretta Juventus-Napoli info streaming video e tv, risultato live della Supercoppa Italiana 2014 da Doha, in Qatar: Allegri e Benitez per il primo trofeo stagionale (lunedì 22 dicembre 2014)

Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto) Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

Juventus Napoli finisce 8-7 all'appassionante lotteria dei calci di rigore. Doppietta per Tevez ed Higuain. Avvio da incubo per i partenopei che dopo pochi minuti regalano la palla del vantaggio a Tevez: l'argentino a tu per tu con Rafael non perdona. Gli azzurri timbrano due pali con Hamsik,  prima di trovare il gol del pareggio con Higuain. Nei supplementari segnano ancora Tevez ed Higuain, si va dunque ai calci di rigore dove risulta decisiva la parata di Rafael su Padoin. Trionfa il Napoli, la squadra di Benitez alza in alto la Supercoppa Italiana.

Il primo tempo supplementare è cominciato da qualche minuto, Benitez ha inserito Inler al posto di David Lopez. Entrambe le squadre appaiono particolarmente stanche con la Juventus un pò nervosa ma intraprendente. Al 95' Rafael blocca un destro a giro di Pereyra dal limite dell'area.  Adesso si lotta con intensità a centrocampo, risultato fermo sul pareggio. Ma la minuto 106 dei supplementare è ancora una volta Tevez a portare in vantaggio la Juventus, stoppa il pallone sul liminte dell'area e con un tiro potente ma preciso trafigge il portiere del Napoli.

Quando siamo giunti al 70' il Napoli ha rimesso in equilibrio il risultato con un gran gol di testa di Higuain. Pareggio meritato da parte della compagine azzurra che aveva già avuto una ghiotta occasione con Callejon e timbrato una traversa con una conclusione di Higuain. 80° di gioco il risultato tra Jiventus e Napoli è fermo sul'1 a 1. Entrambi i tecnici hanno effettuato un cambio negli ultimi istanti, nel Napoli è entrato Mertens ed è uscito Hamsik mentre nella Juve è entrato Padoin al posto di Lichsteiner. Le due squadre sembrano accusare un pò la stanchezza, gara che resta apertissima. La rete di Higuain ha ulteriormente galvanizzato il Napoli, la Juventus appare sulle gambe, ma le sorprese potrebbero non essere finite prima del 90', anche se a questo punto lo spettro di un ulteriore e faticoso extratime (e della roulette dei rigori) si sta facendo sempre più concreto.  

Inizio in salita per il Napoli di Rafa Benitez. Dopo oltre 10 minuti di gioco il punteggio sul tabellone dice 1a0 in favore della Juventus. Colossale errore difensivo della retroguardia azzurra al 4' di gioco, Tevez ne ha approfittato involandosi a tu per tu con Rafael e trafiggendolo con un tiro di precisione e potenza. Quando siamo giunti al minuto 30, il risultato tra Juventus e Napoli è fermo sull'1a0 in favore dei bianconeri. La compagine azzurra, dopo aver subito il gol dello svantaggio, ha rialzato la testa e ha impensierito la porta difesa da Buffon con due tentativi di Hamsik: il primo tiro del centrocampista azzurro si è infranto sul palo, il secondo è terminato di poco fuori dallo specchio della porta. Il primo tempo tra Juventus e Napoli si è chiuso sul risultato di 1a0 in favore della formazione bianconera. Decide il match un gol siglato da Tevez al quarto minuto dopo un pasticcio della difesa campana. Il Napoli ha cercato di rialzare la testa con qualche iniziativa pericolosa di Hamsik. Gara aperta.

Diretta Juventus-Napoli: sono state comunicate le formazioni ufficiali della Supercoppa Italiana 2014, calcio d’inizio alle 18:30 (italiane) a Doha, in Qatar. Poche sorprese per Massimiliano Allegri e Rafa Benitez, giocano i ventidue che ci si aspettava. Ecco dunque le formazioni ufficiali di Juventus-Napoli, per la terza volta faccia a faccia in una Supercoppa Italiana. JUVENTUS (4-3-1-2): 1 Buffon; 26 Lichtsteiner, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 33 Evra; 6 Pogba, 21 Pirlo, 8 Marchisio; 23 Vidal; 10 Tevez; 14 Llorente. A disposizione: 30 Storari, 34 Rubinho, 5 Ogbonna, 7 Pepe, 20 Padoin, 37 Pereyra, 38 Mattiello, 41 Romagna, 11 Coman, 12 Giovinco, 9 Morata. Allenatore: Massimiliano Allegri Napoli (4-2-3-1): 1 Rafael C.; 11 Maggio, 33 Raul Albiol, 26 Koulibaly, 31 Ghoulam; 19 David Lopez, 77 Gargano; 7 Callejon, 17 Hamsik, 6 De Guzman; 9 Higuain. A disposizione: 15 Colombo, 45 Andujar, 16 Mesto, 5 Britos, 96 Luperto, 4 Herinque, 88 Inler, 8 Jorginho, 22 Radosevic, 14 Mertens, 91 D. Zapata. Allenatore: Rafa Benitez Arbitro: Paolo Valeri 

La vecchia signora vuole confermarsi come la squadra più vincente di Italia ma attenzione alla sete di vittoria da parte degli azzurri. Sarà sicuramente una sfida affascinante, con due reparti offensivi a confronto di tutto rispetto. Il Napoli ha segnato 28 gol in campionato e si affida alle giocate di Higuain e Mertens sotto porta mentre a centrocampo ripone fiducia in Hamsik, spesso uomo assist partenopeo. La truppa di Benitez però dovrà stare molto attenta in difesa, l'attacco bianconero è il più cinico del campionato e Tevez può fare male. Allegri però vuole una Juventus unita dal punto di vista tattico e chiede più soluzioni in fase offensiva: la retroguardia azzurra, quindi, dovrà temere anche le sassate di Vidal e Pogba da fuori area, spesso molto pericolosi ed efficaci. Ed infine Andrea Pirlo, il centrocampista della Juve non sta attraversando un gran momento di forma ma può bastare una delle sue giocate per accendere la partita. 

Prendendo in analisi le statistiche delle due squadre (i dati si riferiscono alle partite di Serie A) scopriamo che la Juventus ha realizzato 34 gol (miglior attacco) subendo 7 reti (miglior difesa); realizza i suoi gol soprattutto tra il 51’ e il 75’ minuto (ne sono arrivati 7, il 20%) ma se allarghiamo le fasce di tempo vediamo come sia particolarmente prolifica nei primi 30 minuti delle partite (12 gol, il 34% del totale). Ha segnato 16 gol nel primo tempo e 18 nel secondo; ne ha invece subiti 4 nella prima frazione (di cui 2 tra il 31’ e il 45’) e 3 nella seconda, equamente distribuiti nei tre intervalli di tempo da 15 minuti. Ha un possesso palla superiore ai 30 minuti a partita con il 74,2% di precisione nei passaggi, la supremazia territoriale è di quasi 15 minuti e genera 6,8 tiri nello specchio della porta, con una pericolosità del 64,4%. Il cannoniere è Carlos Tevez con 10 reti. Il Napoli ha segnato 28 gol (secondo attacco insieme a Roma e Lazio) subendone 20 (decima difesa); ne segna 11 nel primo tempo e ben 17 (il 60%) nella ripresa, in particolare è quasi letale tra il 76’ e il 90’ (incluso recupero) con 9 gol. Per quanto riguarda quelli subiti, 8 sono nel primo tempo e 12 nel secondo; la fascia in cui incassa maggiormente è quella tra il 46’ e il 60’ (6 reti). Il possesso palla è di quasi 28 minuti, con il 70,9% di precisione nei passaggi; poco più di 13 minuti e mezzo di supremazia territoriale con 7,4 tiri nello specchio della porta, pericolosità del 60,8%. Il cannoniere è José Maria Callejon con 8 reti. 

Non è la prima volta che la Supercoppa Italiana trasloca all’estero. Questa volta siamo al Khalifa International Stadium di Doha, in Qatar; conosciuto anche come National Stadium, è stato inaugurato nel 1976 e ospita anche l’Aspire Academy, l’Hamad Aquatic Centre e la Torre Aspire; in occasione del Giochi Asiatici del 2006 è stato ampliato dai 20000 posti originali a 40000. Ospita le partite della nazionale del Qatar ma anche (dal 1997) il Qatar Athletic Super Grand Prix, una delle tappe della IAAF Diamond League di atletica. Nel novembre 2009 si è giocata qui l’amichevole Brasile-Inghilterra, l’anno seguente Brasile-Argentina. Il Giappone allenato da Alberto Zaccheroni ha giocato e vinto in questo stadio la Coppa d’Asia 2011, battendo l’Australia 1-0 ai tempi supplementari. 

La Supercoppa Italiana 2014 sarà diretta da Paolo Valeri. Nato a Roma nel 1978 e iscritto alla sezione AIA di Roma 2, ha fatto il suo esordio nei principali campionati il primo settembre 2007, dirigendo Pisa-Frosinone (0-1) in Serie B; quasi tre mesi più tardi, il 23 dicembre 2007, ha diretto invece Udinese-Empoli (2-2) in Serie A ed è stato premiato a fine stagione come miglior arbitro debuttante. In Serie A ha un totale di 101 presenze, mentre il 29 febbraio 2012 ha arbitrato la sua prima partita internazionale, Austria-Finlandia (3-1). Con Basilea-Sporting Lisbona ha fatto il suo esordio in Europa League ed è stato arbitro di porta nella finale di Coppa Italia dello scorso 3 maggio, Fiorentina-Napoli (1-3). Quando la Juventus ha incrociato Valeri ha vinto sette volte, pareggiando in quattro occasione e perdendo tre volte; più positivo il bilancio del Napoli che ha 11 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte.

Diretta Juventus-Napoli: oggi, lunedì 22 dicembre, è il giorno della Supercoppa Italiana 2014, che per la prima volta nella storia si disputa a Doha, capitale del Qatar, alle ore 18.30 italiane (le 20.30 locali) al Jassim Bin Hamad Stadium. Una nuova meta per una competizione che d'altronde spesso ha varcato i confini italiani, essendo già stata disputata in passato per due volte negli Stati Uniti, una volta in Libia e tre volte in Cina. Juventus-Napoli sarà diretta dall'arbitro Paolo Valeri della sezione di Roma 2, coadiuvato dai guardalinee Mauro Tonolini e Lorenzo Manganelli. Il quarto uomo è Alessandro Giallatini, gli arbitri di porta Luca Banti e Giampaolo Calvarese. La prima edizione della Supercoppa Italiana risale al 1988, quando si decise di assegnare un nuovo trofeo mediante una partita secca tra la squadra campione d'Italia in carica e la squadra vincitrice dell'ultima edizione della Coppa Italia. Storicamente è dunque il trofeo che chiude la stagione precedente ed apre la successiva: quest'anno, collocata a dicembre, ovviamente la situazione è un po' diversa, ma resta comunque forte la voglia di vincere da parte di entrambe le squadre che scenderanno in campo. La Juventus è in testa all'albo d'oro a pari merito con il Milan con sei Supercoppe vinte (1995, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013) e ha conquistato le ultime due edizioni, per cui va in cerca di un tris che in passato è riuscito solo al Milan di Fabio Capello dal 1992 al 1994. Per il Napoli invece l'unico successo risale al 1990, l'anno dell'ultimo scudetto di Diego Maradona, quando gli azzurri trionfarono (5-1) proprio contro la Juventus, che comunque si è già presa la rivincita due anni fa a Pechino vincendo 4-2 ai tempi supplementari una partita che è passata alla storia soprattutto per le forti polemiche da parte del Napoli contro la direzione arbitrale di Mazzoleni, tanto che il presidente De Laurentiis si spinse fino al punto di vietare alla sua squadra la partecipazione alla cerimonia inaugurale. Questa dunque sarà la terza volta in cui Juventus e Napoli si contendono la Supercoppa, e per gli azzurri sono tre anche le partecipazioni totali. Passando all'attualità, bisogna dire che sulla carta la Juventus è favorita, anche se ovviamente in una partita secca tutto è possibile. I bianconeri però si fanno preferire per la loro continuità di rendimento: il primo posto nella classifica di Serie A con 39 punti in 16 giornate (dodici vittorie, tre pareggi e una sola sconfitta) e la qualificazione per gli ottavi di Champions League sono segnali chiari sulla forza di una squadra che anche sotto la guida di Massimiliano Allegri resta indiscussa ai vertici del calcio italiano e naturalmente vuole ribadire la sua forza impreziosendo la bacheca della società torinese con un nuovo successo. Tuttavia, una vittoria sarebbe ancora più importante per il Napoli di Rafa Benitez, che ha avuto una stagione fin qui costellata di troppi alti e bassi: 27 punti in campionato (sette vittorie, sei pareggi e tre sconfitte), soprattutto contro le piccole, difetto ereditato dalla passata stagione che Benitez non è ancora riuscito a risolvere. In Europa le cose non vanno molto meglio: l'eliminazione nei playoff di Champions League per mano dell'Athletic Bilbao è alla base di una stagione che sta deludendo i tifosi, che mostrano segnali di disaffezione che certo la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League non può ancora bastare a compensare. Ma adesso è giunto il momento di cedere la linea allo stadio di Doha, perché la Supercoppa Italiana 2014 Juventus-Napoli sta per cominciare...

La diretta televisiva di Juventus-Napoli, Supercoppa Italiana 2014, è garantita da Rai Uno che trasmetterà in tempo reale la partita da Doha, capitale del Qatar, con fischio d'inizio alle ore 18.30 italiane. Per gli abbonati, oltre che la possibilità di vederlo in alta definizione in tv ci sarà la possibilità di seguire Juventus-Napoli anche in streaming video su Rai.Tv (clicca qui). Ricordiamo inoltre che ci sarà anche la diretta radio: infatti su Radio Rai 1 si potrà seguire la radiocronaca della partita che mette in palio il primo trofeo stagionale del calcio italiano. Non mancheranno naturalmente gli aggiornamenti sui social network: ricordiamo la pagina Facebook ufficiale Serie A TIM e l'account Twitter @SerieA_TIM per quanto riguarda la Lega, e poi naturalmente i riferimenti delle due squadre. Per quanto riguarda la Juventus abbiamo la pagina su Facebook Juventus e l'account Twitter @juventusfc, mentre per il Napoli la pagina Facebbok è SSC Napoli – Official Page, mentre il profilo Twitter @sscnapoli.