BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Cagliari-Modena 4-4 (9-8 dcr): i voti della partita (Coppa Italia, quarto turno)

Le pagelle di Cagliari-Modena 4-4 (9-8 dcr), partita valida per il quarto turno di Coppa Italia e disputata giovedì 4 dicembre 2014 allo stadio Sant'Elia di Cagliari: i voti del match

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Uno spot per il calcio e guarda caso a firma Zeman: Cagliari-Modena è stata decisamente, finora ma probabilmente per tutto il 2014/15, la partita più divertente e incredibile della stagione. Una girandola di emozioni che viene innescata dall'ingresso di Farias al 36' del primo tempo, sul punteggio di 1-0 per il Modena, per proseguire con il gol di Longo all'ultimo minuto di recupero e con la doppietta di Granoche ai supplementari. Per chiudersi solo ai rigori, ad oltranza, dopo l'errore di Cionek. Il Cagliari ora troverà, agli ottavi di finale di Coppa Italia, il Parma.

Si tratta per intero di valutazioni che riguardano la voglia, la grinta e la capacità fuori da ogni logica di reagire a stanchezza e mancanza di lucidità. Gli uomini di Zeman in questo sono da film.

Impossibile bocciare, come si dovrebbe con una squadra che spreca tutto per 2 volte e poi ancora ai rigori, la banda-Novellino. La partita è stata splendida perchè entrambe le squadre hanno dato tutto, forse oltre le proprie possibilità.

Un paio di situazioni ovviamente possono essere da rivedere ma nei momenti più importanti non ha sbagliato. In particolare sul rigore, nei supplementari, su Granoche.

Contesa accesa e godibile quella tra Cagliari e Modena, in un primo tempo (voto 6,5) che ha visto gli ospiti chiudere in vantaggio per 1-0 con sigillo del baby talento Beltrame. Novellino (voto 6,5) propone una squadra coraggiosa e che sembra da subito tenere molto al match, occasione d'oro per farsi notare. In particolare qualche singolo in evidenza: Granoche (voto 6) è sempre un pericolo per la difesa che Ceppitelli e Rossettini (entrambi voto 5,5) non blindano, anzi. Il gol arriva su suo contropiede, chiuso da cross perfetto del migliore tra i suoi, Nardini (voto 7) per Beltrame (voto 6,5), bravo nel colpo di testa pur in collaborazione con Cragno (voto 5). Sugli scudi anche Rubin (voto 6,5), più volte presente in sovrapposizione ma anche in chiusura sulla destra dell'attacco cagliaritano. Zeman (voto 5,5) ha cercato invece di reagire alla pochezza offensiva dei suoi scatenando un confusionario Ibarbo (voto 6) e soprattutto togliendo Caio (voto 5,5) per Farias (voto 6,5), nettamente il migliore tra i padroni di casa pur essendo rimasto in campo solo un quarto d'ora. Nota di merito in tal senso per Manfredini (voto 6,5), il portiere ospite, che salva il risultato nel finale di tempo sullo stesso Farias.

Da una squadra di Zeman – e da una di Serie A contro una di Serie B – ci si aspetta di più. Prima dell'ingresso di Farias, il vuoto totale. Scossa elettrica che sente nitidamente tutta la squadra: tante occasioni in pocchissimi minuti, riesce da solo a cambiare il canovaccio. E' uno dei tanti insufficienti, soprattutto a centrocampo: poco gioco creato e troppo spesso in ritardo. Coglie l'occasione per esprimere un gioco piacevole in ripartenza e mettere in mostra una trama tattica che esalta gli inserimenti degli esterni, per arrivare al cross sul fondo. Vantaggio meritato. Presente in tutte le azione offensive più pericolose del Modena e autore dell'assist al bacio per Beltrame. Forse la grande prima frazione di Rubin, che da terzino va spesso a sovrapporsi "rubandogli" qualche cross, lo oscura un pò. (Luca Brivio)