BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Barcellona-Espanyol (5-1): i voti della partita (Liga spagnola 2014-2015, 14^giornata)

Le pagelle di Barcellona-Espanyol 5-1, partita valida per la 14^giornata della Liga spagnola 2014-2015: i voti del match disputato domenica 7 dicembre 2014 al Camp Nou

(dall'account Twitter ufficiale @FCBarcelona)(dall'account Twitter ufficiale @FCBarcelona)

Nel regno di Messi non può che essere il sovrano a dettar legge: con una prova di forza personale, a rispondere ancora una volta con qualche ora di ritardo al rivale Cristiano Ronaldo, la 'Pulga' schianta i rivali cittadini e regionali dell'Espanyol e riporta il Barça a meno 2 dalla capolista Real, contro-sorpassando l'Atletico Madrid. Fantastico l'1-1, con sinistro chirurgico all'angolino; da sogno il 2-1, con tunnel contro le leggi della fisica e destro vincente. Ad annullare un vantaggio a sorpresa, quello di Sergio Garcia, che aveva postato avanti gli ospiti. A referto, oltre (ancora) a Messi, anche Piquè e Pedro.

Non inganni totalmente il punteggio: il primo tempo, fino alla zampata di Messi, era stato insufficiente. E la rumba inizia solo quando il campione, il giocatore più forte del mondo, cambia ritmi e scenografie.

Primo tempo ben oltre la sufficienza, il voto totale non è 5 o inferiore perchè davanti a Messi – quando è in queste condizioni fantascientifiche – sono solo 2 o 3 squadre in tutto il pianeta a reggere l'impatto.

Un paio di contatti in area potevano ingannarlo, soprattutto per "colpa" del solito Neymar volante. Prova di buona personalità

Possesso di palla contro ripartenze letali, il tutto rivisto e "rigustato" in salsa-Messi. Il primo tempo (voto 6) di Barcellona-Espanyol, derby di Catalunya, è prima acceso dal vantaggio a freddo degli ospiti e poi corretto dall'acqua fresca (per il Barça) versata dal fuoriclasse argentino sul fuoco del match. Man of the match, per la tecnica sempre meravigliosa, è proprio Messi (voto 7), almeno per ora. Pur non stupendo più con movenze aliene ed essendo ad "appena" 11 gol in 14 giornate, la 'Pulga' scuote la traversa affilando il mancino e poi lo adopera nella maniera più educata possibile, cogliendo l'angolino basso alla destra del portiere, allo scadere. Coprendo i limiti sui quali Luis Enrique (voto 5) deve iniziare a lavorare con più verve. Per gli ospiti oltre a Sergio Garcia (voto 6,5) che segna ma sbaglia anche un gol quasi fatto, da segnalare la potenza del difensore Eric Bailly (voto 6,5), che di fatto annulla Suarez. E qualche ripartenza pericolosa del centravanti Caicedo (voto 6), quale ad esempio quella che porta al vantaggio, dopo contrasto vinto con Piquè (voto 5), inguardabile.

Una squadra con questi nomi e questa forza offensiva non può tramutarsi in un gigante alla Polifemo, con un solo occhio ed un solo tiro in porta in 45' E' l'unico a giocare in maniera che almeno si avvicina al suo valore. Il gol è una perla da guardare e riguardare Perde il pallone che porta allo 0-1 di Sergio Garcia ed in ogni occasione di contrattacco veloce degli ospiti va in affanno Gioco tutt'altro che spettacolare ma che si adatta pragmaticamente al Barcellona: venendo al Camp Nou bisogna giocare così e Sergio Gonzalez lo sa Avesse approfittato anche della seconda grande occasione che gli capita, sarebbe stato da epica del derby. Si ferma al 50% Cerca di opporsi con lavoro oscuro al possesso palla del Barcellona ma non si vede praticamente mai. Il suo è un ruolo fondamentale quando ti devi opporre al possesso palla continuo dei blaugrana, potrebbe dare qualcosa in più. (Luca Brivio)