BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati/ Serie A in diretta livescore e classifica aggiornata: Cagliari-Chievo 0-2, Verona-Sampdoria 1-3 (14^ giornata, lunedì 8 dicembre 2014)

Risultati Serie A 2014-2015 in diretta livescore e classifica aggiornata: si giocano oggi cinque partite della quattordicesima giornata di campionato, il posticipo serale è Inter-Udinese

Foto InfophotoFoto Infophoto

Risultati Serie A 2014-2015: conclusa la quattordicesima giornata, suddivisa in uno "spezzatino" da venerdì fino a lunedì. I risultati finali dei due monday night: Cagliari-Chievo 0-2, Verona-Sampdoria 1-3. Vittoria importante per il Chievo che lascia al terzultimo posto proprio il Cagliari, mentre la Sampdoria si conferma sul campo del Verona scavalcando il Napoli al quarto posto. Sempre a meno 1 punto dal Genoa... 

Risultati Serie A 2014-2015: il posticipo della quattordicesima giornata di campionato si è concluso con il seguente risultato, Inter-Udinese 1-2. Il gol di Cyril Thereau ha regalato i tre punti all'ex Stramaccioni. La squadra friulana torna al successo dopo cinque giornate, le stesse da cui non vince l'Inter (ultima vittoria l'1-0 contro la Sampdoria del 29 ottobre). All'appello del quattordicesimo turno di Serie A mancano i due monday night: Cagliari-Chievo e Verona-Sampdoria. 

Inter-Udinese si è sbloccata con un gol per parte. Sul finire del primo tempo è stato Mauro Icardi a portare in vantaggio l'Inter con un gol dei suoi da dentro l'area di rigore. Al quarto d'ora della ripresa una prodezza di Bruno Fernandes ha riportato in parità l'Udinese. 

Inter-Udinese è ferma sul risultato di 0-0. Poche emozioni per il momento nel posticipo di San Siro, con le due squadre che cercano rapide verticalizzazioni ma per il momento non riescono a cogliere di sorpresa le rispettive difese, così che la partita ne risulta sfilacciata e si accende all'improvviso senza però portare a reali occasioni da rete. Da segnalare un'uscita con il piede di Karnezis e un sinistro a giro di Di Natale terminato alto sopra la porta di Handanovic. Al momento l'Inter salirebbe a quota 18 punti in classifica, l'Udinese a 19.

Pomeriggio amaro per i rossoneri che non guadagnano nulla in classifica, anzi perdono contatto con il terzo posto in modo ancora più significativo. Il Milan perde con il risultato finale di 1-0 e non riesce a fare il salto di qualità, anzi comincia a scivolare verso il basso. Sfortunato il Parma che perde contro la Lazio senza demeritare, metnre l'Atalanta ha forza e qualità per rovesciare il risultato di una partita che pareva già scritto. Oggi il responso dell'Inter, domani si chiude il quadro e la classifica sarà completa 

Risultati di Serie A che cambiano ancora con una raffica di reti. L'Atalanta ribalta la situazione di svantaggio del primo tempo, mentre Parma e Lazio sono ancora sull'1-1, maturato proprio sul fil di sirena. Invariata la situazione a Marassi con il Milan ancora sotto contro il Genoa di Gasperini 

Alla mezzora cambiano i risultati di due partite su tre di Serie A. Il Cesena passa in vantaggio a Bergamo e il Milan va sotto al Ferraris contro il Genoa grazie al gol di Antonelli. Equilibrio ancora in Parma-Lazio che rimane sul punteggio di 0-0.

Al 67' minuto di gioco il Napoli accorcia le distanze e riapre la partita sul campo dell'Empoli: terzo gol in 6 partite per Duvan Zapata, che impatta benissimo di testa un calcio d'angolo battuto da Mertens. Al 72' clamoroso pareggio del Napoli: De Guzman, entrato in campo da pochissimo tempo al posto di Mertens, si inserisce perfettamente su un cross di Maggio che, imbeccato da Callejon, pesca in area di rigore l'olandese (anche grazie a una devazione).

Al 53' minuto di gioco raddoppio dell'Empoli sul campo del Napoli: gol di Daniele Rugani che mette dentro da pochi passi in seguito ad un azione da calcio piazzato. Secondo rete in Serie A per il giovane difensore classe 1994. 

Risultato che si sblocca poco prima del 20' del primo tempo tra Napoli ed Empoli e clamorosamentei gli ospiti sono passati in vantaggio grazie al gol di Simone Verdi. Situazione di classifica che potrebbe complicarsi per il Napoli che in questo momento passa in svantaggio rispetto al Genoa che deve giocare contro il Milan e perde la terza posizione in campionato. Certamente i distacchi sono minimi e persino l'Inter (dodicesima) è a soli sei punti dal Napoli in questo momento. Ma per sapere quale sarà la classifica di Serie A dobbiamo avere pazienza, mancano ancora troppi risultati... 

Nuovo appuntamento con la Serie A 2014-2015; questa giornata è “strana”, nel senso che si è aperta venerdi sera con Fiorentina-Juventus (risultato finale 0-0) e poi, dopo i canonici anticipi del sabato che sono stati Roma-Sassuolo (risultato finale 2-2) e Torino-Palermo (risultato finale 2-2), si concluderà lunedi. Quindi, oggi le partite sono ovviamente meno; e alle 15 ne abbiamo in programma soltanto tre. Andiamo con ordine, e partiamo dalla gara delle ore 12:30 che è Napoli-Empoli: i partenopei arrivano da due pareggi consecutivi e vogliono tornare a vincere per blindare il terzo posto e non perdere di vista il già lontano treno scudetto, l’Empoli è in striscia positiva e per il momento sarebbe salvo ma ha bisogno di elevare la sua continuità. Alle ore 15 si giocano come abbiamo detto tre partite, andiamo in ordine alfabetico partendo da Atalanta-Cesena: delicata sfida salvezza tra una squadra che segna pochissimo e una che incassa tanto, per gli orobici può essere l’occasione giusta per sbloccarsi mentre Bisoli rischia il posto in panchina. Abbiamo poi Genoa-Milan: i rossoneri hanno avuto vita facile nella Marassi rossoblu negli ultimi anni, ma questo Genoa che non perde da una vita vuole confermare il terzo posto, ci si aspetta dunque una partita entusiasmante. Proseguiamo con Parma-Lazio: i ducali in crisi totale e con Donadoni appeso a un filo cercano la terza vittoria in campionato contro una Lazio che non riesce più a vincere e vuole tenere il passo delle pretendenti all’Europa. Alle 20:45 il posticipo serale è Inter-Udinese: possiamo dire che i friulani sono una vera bestia nera per l’Inter, che non li batte a San Siro da tre stagioni. Per Stramaccioni emozionante ritorno nello stadio che è stato suo troppo a breve. Si chiude lunedi con due posticipi, il primo alle ore 19 è Cagliari-Chievo: siamo nelle zone basse della classifica, il Cagliari reduce dall’inattesa sconfitta interna in Coppa Italia cerca il riscatto immediato ma il Chievo non perde da tre partite e può essere un osso duro, peraltro gli isolani non hanno ancora vinto al Sant’Elia. Alle ore 21 Verona-Sampdoria: gli scaligeri sono in crisi, stanno sprofondando in classifica e affrontano un avversario che, pur scottato dalla beffa contro il Napoli, continua a rimanere nelle zone alte e insegue il sogno Champions League. Come cambierà la storia del campionato dopo questa quattordicesima giornata? Stiamo per scoprirlo insieme.