BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Verona-Sampdoria (1-3): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 14^giornata)

Andrea Mandorlini, 54 anni, allenatore del Verona (INFOPHOTO) Andrea Mandorlini, 54 anni, allenatore del Verona (INFOPHOTO)

VERONA
Rafael 6.5: nonostante i tre gol presi, sui quali forse solo sul terzo poteva fare meglio, compie 3-4 interventi anche difficili dimostrando di essere un ottimo portiere;
Rodriguez 5: tutti i gol arrivano dal suo lato, anche il rigore che è causato proprio per un inserimento di Eder da quel lato;
Marquez 4: Da un giocatore della sua esperienza non ci aspetteremo mai un errore del genere, non solo causa il calcio di rigore che apre la strada alla Sampdoria ma lascia anche i suoi in dieci. Imperdonabile;
Moras 5.5 non aiuta la difesa al centro, giocando una partita poco ispirata;
Agostini 6: partita ordinata, regolare e senza grandi eccessi. Da buon gregario gioca una gara da grande professionista. I gol arrivano tutti dal lato opposto al suo; (85' Gomez sv)
Campanharo 5.5: corre molto, ma con poca qualità e perde anche diversi palloni. Gara mediocre, può fare molto meglio; (80' Valoti sv)
Tachtsidis 6.5: regia di grande talento, anche se in difficoltà quando viene aggredito ha una qualità al di sopra della norma. Il gol del momentaneo 1-1 nasce da un suo tiro da fuori;
Lazaros 6.5: uno dei migliori, mette dentro tanti palloni e smarca spesso Toni davanti alla porta;
Gonzalez 5: dovrebbe accorciare dietro su Eder, ma lo lascia libero di agire. Davanti è nullo;
Nico Lopez 6: l'esterno offensivo nel primo tempo crea parecchi problemi alla difesa della Samp, salta l'uomo e la mette sempre dentro. Da una sua palla nasce il tiro di Tachtsidis che porterà al gol di Toni. Si spegne nella ripresa e viene sostituito; (74' Nenè sv)
Toni 6.5: Per una buona mezzora non si vede, poi all'improvviso sbuca e fa il gol del pari. Poco dopo rischia anche di fare il raddoppio con una girata sfortunata. Nella ripresa sul 3-1 per pochissimo non riapre la gara;

All.Mandorlini 6: l'ingenuità di Marquez non era preventivabile. Fa giocare molto la sua squadra, rimanendo in partita fino all'ultimo nonostante il doppio svantaggio.