BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Milan-Torino: i voti della partita (Serie A 22ma giornata)

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Milan

 

Abbiati 6: impegnato soltanto nell’occasione del gol su cui è incolpevole. Mantiene la tranquillità e fa muovere bene la difesa. Coraggioso in qualche uscita.

De Sciglio 6: non è in forma smagliante: in fase difensiva non sbaglia mai mentre in quella propositiva è impreciso e fatica a saltare l’uomo. Mette comunque a disposizione degli attaccanti un gran numero di cross.

Bonera 5: un vero disastro; il gol ne è l’esempio: tiene immobile in posizione regolare, lo recupera e si fa saltare facilmente. Ogni volta che lo puntano in velocità si trova in affanno e ha bisogno di un rinforzo.

Rami 7,5 (il migliore): in fase difensiva dimostra uno strapotere fisico e grande rapidità. Il gol nella ripresa è un siluro che sfonda la rete. Sul francese si è capito che ci si può fare affidamente.

Emanuelson 6: discorso analogo fatto per De Sciglio, ma sulla fascia opposta. Anche lui come il compagno di reparto mette in area un gran numero di cross, ma quando c’è bisogno di penetrare si tira sempre indietro.

Muntari 5: si vede che non gioca da un po’ di tempo e la condizione fisica non lo supporta nel momento di ripiegamento.  Serve l’assist per il gol di Rami, ma più di questo manda solo qualche pallone in terzo anello.

Montolivo 5,5: dovrebbe giocare da metronomo, ma i tempi non li riesce a dettare. Impantanato nel centrocampo del torino. Le gomme da neve le ha lasciate nel box.

Honda 5: se il numero di cross azzeccati dal giapponese fosse direttamente proporzionale al numero di fotografie fatte dai suoi connazionali sta sera allo stadio probabilmente il risultato non sarebbe lo stesso. La peggior prestazione con la maglia del Milan.

Kakà 6: gran primo tempo dove incanta con le sue accelerazioni e ripartenze. Dialoga molto con la punta centrale, ma sul più bello viene sempre fermato.  Nella ripresa cala parecchio e non è pungente come prima.

Robinho 5: può soffrire anche di saudade, ma se continua a giocare così difficilmente andrà a giocare il mondiale a casa sua. Fischiato ripetutamente dal pubblico di san siro.

Pazzini 6: come sempre il lavoro sporco lo fa lui. Lotta come un toro su ogni pallone e si procura buoni falli e calci di punizione che non vengono trasformati.