BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Juventus Inter: i ballottaggi (serie A, 22a giornata)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Walter Mazzarri ci crede: sa che questa partita si può vincere, anche con 23 punti di svantaggio e le gerarchie chiare. "Se in casa la Juventus non ha ancora lasciato punti significa che lo stadio le dà tanto. Ho preparato la squadra anche a questo, mi aspetto un loro approccio aggressivo o attendista, ho calcolato tutto. A volte un risultato può essere modificato da un episodio; speriamo che stavolta sia favorevole a noi. Affronteremo la gara al top, siamo concentrati e possiamo giocarcela; non so se siamo favoriti, nè se ci siano davvero i 23 punti di differenza". A chi ha ricordato il precedente del novembre 2012, Mazzarri ha risposto che "erano tempi diversi e giocatori diversi, per noi e per loro che adesso hanno Tevez e Llorente". C'è stato tempo anche per discorsi di calciomercato: "Per la prima volta le indicazioni sono venute da me, ed è un segno di fiducia da parte della società. Gli acquisti di gennaio possono diventare due in meno per giugno". In campo però vanno i soliti: davanti ad Handanovic linea a tre di difesa con Rolando confermato al centro, Jonathan e Nagatomo sulle fasce con Kuzmanovic e Taider a supportare Kovacic che finalmente parte dal primo minuto. Attacco vecchio stile, cioè quello di inizio stagione: Ricky Alvarez a supporto di Palacio. 

Milito va dunque in panchina e potrebbe essere l'arma tattica in più: non è al cento per cento ma potrebbe aver bisogno di un solo pallone. E' convocato e a disposizione Ranocchia, anche se per lui domani potrebbe arrivare la parola fine sull'avventura nerazzurra: il Galatasaray sembra aver trovato l'accordo giusto e si prepara a tesserarlo. C'è anche Danilo D'Ambrosio, alla fine arrivato all'Inter dopo un lungo inseguimento: sarà utile, come ha spiegato Mazzarri, anche per cambiare modulo in corso d'opera. Mauro Icardi è pronto a entrare e fare gol esattamente come successo all'andata. 

Uno stiramento ha messo fuori Esteban Cambiasso, che ne avrà almeno fino a fine febbraio. Non è stato convocato Hernanes, perchè la società non ha fatto in tempo a versare le garanzie bancarie. "Ho preparato la partita pensando che sarebbe potuto non arrivare", ha detto Mazzarri. E' arrivato, ma questa prima partita deve guardarla dalla tribuna; diversamente, con tutta probabilità sarebbe stato in campo dal primo minuto.