BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Fiorentina-Udinese, gli assenti (Coppa Italia, semifinale ritorno)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Alle ore 21 di questa sera lo stadio Artemio Franchi ospita Fiorentina-Udinese, partita valida per il ritorno della semifinale di Coppa Italia 2013-2014. All'andata i friulani hanno vinto 2-1: questo significa che alla Fiorentina basta un 1-0 per ottenere il pass per la finale, ma l'Udinese può permettersi di pareggiare o anche perdere con un gol di scarto, a patto che ne segni almeno due. Inutile dire che con il 2-1 a favore della Fiorentina si andrà ai tempi supplementari, ed eventualmente ai calci di rigore. 

 I viola sono reduci dalla vittoria in campionato contro l'Atalanta: Ilicic e Wolski hanno spinto la squadra a blindare ancora di più il quarto posto in classifica. Adesso bisogna prendersi la finale di Coppa Italia, che manca dal lontano 2001: con Roberto Mancini in panchina i viola battevano il Parma e ottenevano il loro sesto titolo. Da allora più nulla: nelle ultime due edizioni la Fiorentina è stata eliminata dalla Roma, stavolta ha avuto un calendario agevole se pensiamo che agli ottavi ha fatto fuori il Chievo (2-0) e ai quarti si è trovata di fronte il Siena che ha eliminato non senza qualche patema di troppo (2-1 con rete decisiva di Compper a pochi minuti dal termine). Vincenzo Montella ha problemi di formazione: Ambrosini non recupera, Aquilani e Mario Gomez si sono allenati ma potrebbero essere in panchina giusto per onore di firma, c'è ottimismo su Gonzalo Rodriguez ed è probabile che, vista la posta in palio, anche senza essere al 100% l'argentino sarà in campo. Il resto è da valutare: probabile che Matri sia in attacco insieme a Cuadrado e Joaquin, con Borja Valero e Mati Fernandez a guidare il centrocampo e Gonzalo insieme a Compper in difesa, con Roncaglia e Pasqual sugli esterni. Da capire se sarà impiegato Juan Vargas. 

 Finalmente la formazione guidata da Francesco Guidolin ha messo insieme due vittorie consecutive e, grazie al 3-0 sul Chievo, sembra aver fatto il passo decisivo verso la salvezza. Si è sbloccato Totò Di Natale, giunto al terzo gol in una settimana: questo potrebbe fare tutta la differenza del mondo per il prosieguo della stagione. La qualificazione in Europa attraverso il campionato è semi-impossibile (anche se sono 10 i punti di ritardo dal quinto posto ci sono tante squadre davanti) e allora la Coppa Italia diventa fondamentale; lo ha dimostrato, l'Udinese, riuscendo a trovare tre ottime partite contro Inter (1-0), Milan (2-1) e Fiorentina nell'andata della semifinale. In più praticamente tutti i giocatori della rosa hanno recuperato: resta indisponibile soltanto Brkic, cosa che ha portato alla convocazione Guglielmo Vicario, portiere della Primavera. In porta sembra che sarà confermato Scuffet, ormai a tutti gli effetti il secondo; torna Danilo dalla squalifica e così la linea difensiva sarà quella titolare. Lo schema dovrebbe essere il 3-5-1-1, anche perchè ci sarà bisogno di fare densità in mezzo al campo e provare a ripartire: Di Natale davanti potrebbe e dovere avere il supporto di Pereyra (schieramento con maggiore copertura), mentre in mediana dovrebbero giocare Pinzi e Lazzari e potrebbe essere confermato Widmer, che tanto bene ha fatto nella partita di andata.

© Riproduzione Riservata.