BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Olimpiadi Sochi 2014/ Chi è Federico Pellegrino: la scheda del talento del fondo

Olimpiadi Sochi 2014, ecco chi è Federico Pellegrino: la scheda dell'azzurro di sci di fondo, grande protagonista ai Giochi della gara sprint a tecnica libera

Infophoto Infophoto

, per gli amici Chicco, nasce ad Aosta il 1 settembre 1990, segno zodiacale Vergine, ed è uno dei più forti rappresentanti dell'Italia nello sci di fondo, in particolare nelle gare sprint. Ha una sorella più piccola di nome Alice e un fratello più grande di due anni di nome Francesco. Ha vissuto a Nus (AO) fino a poco tempo fa in compagnia di mamma Maricla e papà Enrico, poi sulla sua strada incontra Greta Laurent (anche lei fondista) e decidono di trasferirsi a Gressoney Saint-Jean dove Federico può allenarsi usufruendo dei servizi che la località offre non solo d’inverno, con la pista da sci vicino casa, ma anche d’estate dove può accedere con gli skiroll sulle strade. Forse perché Federico vive in una regione dove in qualsiasi stagione dell’anno le montagne sono ricoperte di neve, all’età di due anni mette per la prima volta un paio di sci ai piedi. In realtà a trasmettergli l’amore per lo sci è suo padre, che dopo aver assistito alle Olimpiadi di Lillehammer nel 1994, pensa di tramandare la sua passione anche ai suoi figli Francesco e Federico. A sei anni Federico frequenta il corso di sci in un paesino nelle vicinanze di Nus. Per tre anni trascorre i suoi pomeriggi con i maestri per imparare a muoversi sulla neve. Ogni anno a fine corso vengono disputate le gare e lui vince la sua prima competizione sciistica all’età di sette anni. Alle gare regionali non ottiene grandi risultati, ma riesce lo stesso a guadagnare una posizione soddisfacente. In realtà a lui non interessa il risultato, partecipa alle competizioni perché vuole stare in compagnia dei suoi amici, non ha grandi pretese con il suo fisico minuto. Oggi si allena a St. Barthélemy, per lui un luogo paradisiaco, l’unico dove trova la concentrazione e riesce davvero a rilassarsi. Il motivo che lo fa stare bene tra le montagne sono la presenza di Greta e dei suoi amici che lo aiutano a distrarsi in prossimità di una gara, offrendogli con moderazione un bicchiere di buon vino. Da tre anni i suoi allenamenti sono seguiti da un team di sciatori valdostani: Andrea Dufour e Stefano Saracco. Grazie al loro supporto, alla famiglia, agli amici, alla sua ragazza, agli sponsor e alle Fiamme Oro (entrato a farvi parte dal 2009) Federico riesce a rendere viva la sua passione per lo sci di fondo. Pellegrino è un ragazzo come tanti altri e come i suoi coetanei ha molte passioni. Gli piace la musica, fino a qualche anno fa faceva parte della banda del suo paese "La Lyretta di Nus", è un percussionista e spesso si diverte a cantare e a suonare, soprattutto quando è in buona compagnia. Un’altra sua passione è il calcio. Nei Mondiali Juniores vince due medaglie, una di bronzo e una d’oro; in Coppa del Mondo finora ha ottenuto quattro secondi e un terzo posto. Per Federico Pellegrino quella di Sochi 2014 è la prima Olimpiade a cui partecipa, si presenta tra i favoriti della gara sprint.