BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Juventus-Chievo (3-1): i voti della partita (Serie A 24^ giornata)

Pagelle Juventus Chievo: i voti della partita. I migliori e i peggiori, i top e i flop della partita giocata a Torino, valida per la 24^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014

Foto Infophoto Foto Infophoto

La Juventus sgretola il Chievo, vincendo a Torino per 3-1. Nel primo tempo i bianconeri hanno chiuso con il doppio vantaggio firmato da Asamoah e Marchisio. Il risultato viene però rimesso in discussione da uno sfortunato autogol di Caceres in apertura di secondo tempo, ma ci pensa poco dopo Llorente a riallargare le distanze. Dodicesima vittoria consecutiva in casa per gli uomini di Conte che restano primi in classifica con 12 punti di vantaggio sulla Roma seconda, ma con due partite ancora da disputare (entrambe in casa). Il Chievo invece resta penultimo in classifica. La Juventus amministra il match senza incontrare particolari difficoltà. I gialloblù hanno un atteggiamento rinunciatario fin dall’avvio limitandosi a contenere le offensive bianconere, senza riuscire mai a ripartire. Le speranze degli ospiti si riaccendono grazie all’autogol di Caceres, ma pochi minuti dopo Llorente ammazza il match. Bianconeri che reagiscono con un successo al mezzo passo falso di una settimana fa. La squadra riesce a ovviare alle numerose assenze con una prestazione corale senza particolari sbavature, eccezion fatta per l’autorete. Atteggiamento rinunciatario. I gialloblù provano a difendersi per poi ripartire sugli errori degli avversari, ma la precisione latita e numerosi contropiedi muoiono sul nascere. Grazia Guana già ammonito in un paio di circostanze. Per il resto prestazione ampiamente sufficiente.

Juventus - Chievo ha archiviato il suo primo tempo sul parziale di 2-0. Decisive finora le reti di Asamoah e Marchisio. Antonio Conte per la sfida odierna deve rinunciare a Vucinic, Barzagli, Chiellini e Pepe. Il tecnico pugliese schiera i bianconeri con il 3-5-2. Buffon tra i pali è protetto da Caceres, Bonucci e Ogbonna. Sugli esterni troviamo Lichtsteiner e Asamoah, mentre nella zona centrale del centrocampo Vidal, Pirlo e Marchisio. In attacco viene provata la coppia Llorente – Giovinco. Eugenio Corini risponde con un accurato 5-3-2. Di fronte ad Agazzi si dispongono Sardo, Frey, Canini, Bernardini e Dramè. A centrocampo Radovanovic, Guana e Hetemaj, pronti a innescare Stoian e Thereau. Arbitra Valeri di Roma. La Juventus controlla fin dalla prime battute il gioco, costringendo gli ospiti a schiacciarsi nella propria metà campo. L’azione parte esclusivamente dai piedi di Bonucci per poi stringere e allargare la propria minaccia nella metà campo del Chievo. La lunga fase di possesso dei padroni di casa produca la prima occasione al nono minuto. Giovinco esplora l’area avversaria dalla sinistra e propone un cross morbido verso il secondo palo. Vidal cerca la sponda per Llorente, il quale perde l’attimo per il tiro trovando l’opposizione di Bernardini. La palla termina sui piedi di Pirlo che dal limite calcia alto. Il dominio totale della Juve prosegue a qualche minuto dopo partorisce la rete che sblocca il risultato: Asamoah si inserisce per vie centrali e dopo una serie di dribbling ottiene un rapido scambio con Llorente. Il ghanese dal limite si aggiusta la palla sul mancino e con un tiro a giro batte Agazzi. La reazione del Chievo al gol subito consiste in un tentativo maldestro da calcio di punizione di Thereau. I bianconeri amministrano con serenità e alla mezzora trovano il raddoppio. Pirlo batte una punizione velenosa che Agazzi non trattiene spingendo la sfera verso Marchisio che di destro insacca senza problemi, trovando il secondo gol in campionato. I clivensi provano a reagire timidamente, ma l’unico tentativo degno di nota è un tiro dalla distanza di Dramè. Nel finale la Juventus prova a chiudere il match, ma i gialloblù non concedono spazi. Vedremo se nella ripresa il Chievo avrà la forza per riaprire il match… K. ASAMOAH 7 LICHTSTEINER 5,5 DRAME’ 6,5 AGAZZI 5