BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Diretta/ Juventus-Inter (risultato finale 3-1) live: bianconeri a +9 sulla Roma. Il tabellino (Serie A, 22^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

DIRETTA JUVENTUS-INTER (RISULTATO FINALE 3-1) - Juventus batte Inter 3-1: i bianconeri salgono a quota 59 punti e si portano momentaneamente a +9 sulla Roma, che deve però recuperare la partita con il Parma. L'Inter, a quota 33, si fa superare dal Verona e raggiungere dal Torino. La Juventus sblocca nel primo tempo con Lichtsteiner al 15', poi apre alla grande la ripresa: al 47' il raddoppio di Chiellini, al 56' il gol del 3-0 di Arturo Vidal. Finisce qui di fatto, anche se l'Inter con orgoglio alza il baricentro e segna il gol della speranza con Rolando, mancando poi la rete del 3-2 con Rolando. I bianconeri proseguono la marcia a punteggio pieno in casa: sono ora 29 i punti di distanza tra le due squadre. (clicca qui per il tabellino)

DIRETTA JUVENTUS-INTER (3-1): GOL DI ROLANDO - Al 72' minuto di gioco Juventus 3 Inter 1. I nerazzurri segnano il gol della speranza: Rolando approfitta di un calcio d'angolo da sinistra che la Juventus non riesce a sbrogliare, il tiro di sinistro del centrale portoghese riapre forse una partita che sembrava chiusa. E' la seconda rete in campionato di Rolando.

DIRETTA JUVENTUS-INTER (3-0): GOL DI VIDAL! Al 56' minuto di gioco Juventus 3 Inter 0. Il gol è di Arturo Vidal che realizza il suo undicesimo gol in campionato. L'azione nasce da una rimessa laterale dalla fascia sinistra: Llorente riceve in area e protegge dalla marcatura di Juan Jesus, che colpevolmente lo lascia girare; la conclusione di Llorente viene respinta da Handanovic, ma sulla ribattuto Vidal arriva prima di tutti e mette dentro con un tiro sporco di sinistro.

DIRETTA JUVENTUS-INTER (2-0): GOL DI CHIELLINI! Al 47' minuto di gioco Juventus 2 Inter 0. Il raddoppio bianconero pota la firma di Giorgio Chiellini, che realizza di destro sfruttando un'indecisione della difesa nerazzurra. Nagatomo non rinvia un pallone al limite dell'area, Vidal lo rimette in mezzo dove Pogba rifinisce e Chiellini sbatte dentro. Per il difensore azzurro è il terzo gol in questo campionato.

DIRETTA JUVENTUS-INTER (1-0): CLAMOROSA OCCASIONE PER PALACIO! - Bruttissima gestione del contropiede dell'Inter con Palacio che da due passi spara alto sopra la porta difesa da Storari dopo aver approfittato di un errore clamoroso di Bonucci che poteva costare il pareggio alla Juventus CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI JUVENTUS-INTER LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 22^ GIORNATA)

DIRETTA JUVENTUS-INTER (1-0): ANCORA TEVEZ! - Vicinissimi al raddoppio i bianconeri in questa Juventus-Inter che si sta trasformando in un incubo per i nerazzurri. Occasionissima per Bonucci che prolunga di testa un corner battuto da Pirlo, in qualche modo in angolo Kuzmanovic. Ma sempre Juve in attacco a testa bassa, con Tevez che si libera per il tiro dopo un blitz solitario in verticale e fa partire la botta: neutralizzata con qualche brivido da Handanovic

DIRETTA JUVENTUS-INTER (1-0): FORCING BIANCONERO! - Asamoah e Tevez fanno il bello e il cattivo tempo, imprimendo a questo Juventus-Inter un marchio nettamente bianconero. Ogni azione dei padroni di casa finisce diretta in zona tiro, mentre le reazioni dei nerazzurri che si affidano a Palacio si infrangono regolarmente contro il muroi elretto da Chiellini. In particolare il punto debole della difesa nerazzura pare essere Jonathan e proprio dalla sua parte fioccano gli attacchi bianconeri. Mazzarri deve inventarsi qualcosa 

DIRETTA JUVENTUS-INTER (1-0): I NERAZZURRI ACCUSANO IL COLPO! - I nerazzurri non riescono a scuotersi, ci prova con i giocatori di maggiore esperienza, con lanci lunghi dalle retrovie. Tuttavia la Juventus è sempre pericolosa e anche quando l'Inter prova ad alzare il baricentro usa le ripartenze come un'arma letale

DIRETTA JUVENTUS-INTER (1-0): GOL DI LICHTSTEINER! Al 15' minuto di gioco Juventus 1 Inter 0. Il gol è di Stephan Lichtsteiner, il secondo in campionato per il terzino svizzero. Grandissimo assist di Pirlo che riceve un passaggio dalla sinistra ai 20 metri, e mentre tutti pensano al tiro inventa uno splendido assist filtrante per l'inserimento di Lichtstiner, che tenuto in gioco da Rolando punisce colpendo al volo di testa.

DIRETTA JUVENTUS-INTER (0-0): KUZMANOVIC, SCIVOLATA KILLER! - Juventus-Inter parte davvero con il botto con un incredibile fallo di Kuzmanovic ai danni di Vidal che fa una magia a metà campo "nascondendo" la sfera e liberandosene proprio all'ultimo istante quando Kuz affonda il takle. Una scivolata diretta sulle caviglie. Vidal a terra, cartellino giallo sacrosanto per il centrocampista nerazzurro. Fortunatamente Vidal può proseguire, ma il rosso poteva starci…

DIRETTA JUVENTUS-INTER (0-0): CHE BRIVIDI PER I NERAZZURRI! - Juventus-Inter parte fortissimo con i bianconeri letteralmente indemoniati a spingere sull'acceleratore e l'Inter che para e risponde puntando diretta all'area di rigore avversaria senza troppi complimenti. Vidal, Tevez e Llorente fanno vedere i sorci verdi agli avversari, mentre Handanovic e Rolando fanno capire che non sarà proprio una passeggiata per i padroni di casa (e del campionato). Al 3' occasionissima per la Juventus sugli sviluppi di un corner battuto da Pirlo Handanovic sventa il pericolo per ben due volte sull'Apache, compiendo un vero e proprio miracolo sul fuorigioco sbagliato di Jonathan. Brividi ancora per una spallata violentissima di Rolando in area su Llorente. Per ll'arbitro tutto regolare...

DIRETTA JUVENTUS-INTER, LE FORMAZIONI UFFICIALI - Comunicate le formazioni ufficiali di Juventus-Inter: il big match della 22^ giornata di Serie A che chiude questa domenica può finalmente cominciare. Confermate le scelte dei due allenatori: Pirlo torna in mezzo al campo affiancato da Vidal e Pogba, Alvarez nuovamente dietro la punta Palacio. Assenti i due nuovi acquisti: Osvaldo ed Hernanes guarderanno la partita dalla tribuna. JUVENTUS (3-5-2): 30 Storari; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 23 Vidal, 21 Pirlo, 6 Pogba, 22 Asamoah; 10 Tevez, 14 Llorente. A disposizione: 34 Rubinho, 36 Vannucchi, 4 M. Caceres, 5 Ogbonna, 13 Peluso, 7 Pepe, 33 Isla, 8 Marchisio, 20 Padoin, 12 Giovinco, 9 Vucinic. Allenatore: Antonio Conte INTER (3-5-1-1): 1 Handanovic; 14 Campagnaro, 35 Rolando, 5 Juan Jesus; 2 Jonathan, 10 Kovacic, 17 Kuzmanovic, 21 Taider, 55 Nagatomo; 11 R. Alvarez; 8 Palacio. A disposizione: 30 Carrizo, 12 Castellazzi, 6 Andreolli, 23 Ranocchia, 25 Samuel, 4 Zanetti, 33 D'Ambrosio, 16 Mudingayi, 20 Ruben Botta, 9 Icardi, 22 Milito. Allenatore: Walter Mazzarri

DIRETTA JUVENTUS-INTER, LA CHIAVE TATTICA – Buffon a parte, Conte può contare sulla rosa al completo e lo stesso non si può dire per Mazzarri che dovrà fare a meno Cambiasso. Entrambe le squadre scendono in campo con il 3-5-2 e prediligono il gioco sulle fasce. Probabilmente saranno i padroni di casa che cercheranno sin dalle prime battute di portare il gioco dalla propria con il un possesso palla intenso. La squadra guidata da Conte può contare sia sulla velocità degli esterni di centrocampo, che sulla qualità dei centrocampisti centrali, per imbeccare gli attaccanti e quindi la via del gol. Anche i nerazzurri cercano di allargare il gioco sulle fasce per creare gli spazi necessari all’inserimento dei centrocampisti ma probabilmente l’Inter è più pericoloso quando trova i varchi per le vie centrali. Alvarez e Palacio infatti rappresentano un tandem che si compensa alla perfezione: il primo è un ottimo assist man, il secondo riesce sempre a trovare il tempo giusto per infilarsi nelle retrovie avversarie.

DIRETTA JUVENTUS-INTER, I PRONOSTICI – Quote molto severe nei confronti dei nerazzurri per questa ennesima edizione del derby d’Italia. L’Inter attraversa un periodo di crisi ma le motivazioni che potrebbero scaturire da una partita del genere potrebbe smentire i valori della classifica. La vittoria dei bianconeri è quotata 1,42, il pareggio a 4,50 e il successo del club milanese a 7,00. Ci sono alcune giocate in chiave risultato parziale-finale che potrebbero suscitare l’interesse degli scommettitori: l’X-1 è dato a 3,85, l’1-X a 20 e il 2-1 a 20. Se avete intenzione di indovinare il numero di reti totali alla fine dei 90 minuti di gioco, date alle quote della “Somma gol finale” 2 e 3: ammontano rispettivamente a 3,50 e 3,70. Sentite che oggi è il vostro giorno fortunato? Allora è il caso di azzardare sul risultato esatto: il 2-0 e il 2-1 moltiplicano rispettivamente la vostra posto in gioco per 6,50 e 7,50.

DIRETTA JUVENTUS-INTER: LIVE, RISULTATO E CRONACA (SERIE A, 22^ GIORNATA) – Grande partita questa sera allo Juventus Stadium: alle ore 20,45 si gioca Juventus-Inter. E’ il derby d’Italia, la partita più sentita di tutte: tra queste due squadre la rivalità è assolutamente accesa, da sempre e ancora di più dopo i fatti del 2006, quando i nerazzurri si videro assegnare a tavolino lo scudetto che avevano vinto i bianconeri, finiti invece in serie B per lo scandalo Calciopoli. Da lì nacque un periodo di dominio per l’Inter, con altri quattro campionati vinti sul campo e la conquista della Champions League; adesso i ruoli si sono invertiti, ed è la Juventus a fare la voce grossa in Italia mentre i meneghini cercano di ripartire dopo che il ciclo si è chiuso nel peggiore dei modi. La classifica dice che la Juventus è prima con 56 punti, l’Inter quinta con 33: non è uno scontro diretto e l’obiettivo scudetto è precluso ai nerazzurri, ma anche senza la componente classifica questa partita vale tantissimo, perché ha significati che prevaricano il campo. Basti pensare a cosa è successo ultimamente sul calciomercato, con lo scambio tra Fredy Guarin e Mirko Vucinic già chiuso positivamente e bloccato dal volere di Erick Thohir, spinto dalla protesta dei tifosi a non portare a termine un affare con la Juventus; un caso che peraltro ha ricordato molto quanto era avvenuto anni fa, con Dejan Stankovic già venduto alla Juventus (anche se non aveva effettuato le visite mediche come il montenegrino) e invece rimasto ad Appiano Gentile perché i tifosi bianconeri non volevano in rosa un calciatore che aveva cantato cori contro di loro. Ad ogni modo, nella storia di questa partita gli episodi da raccontare sono tantissimi: recentemente ci si ricorda soprattutto della partita dell’aprile 1998, con l’Inter che provava la rimonta sulla Juventus (che aveva scavalcato nel girone di ritorno) ma perse con un gol di Alessandro Del Piero. Grandi polemiche per il celeberrimo fallo di Iuliano su Ronaldo che Ceccarini non segnalò come calcio di rigore, salvo darne uno alla Juventus nell’azione successiva (Del Piero se lo fece parare da Pagliuca). Rimane ancora oggi una ferita apertissima per l’Inter, almeno quanto il 5 maggio del 2002 che consegnò lo scudetto a Torino (la gara del marzo precedente era finita 2-2 con una strepitosa doppietta di Clarence Seedorf, e sembrava essere il punto esclamativo sul tricolore dei nerazzurri). Da quando la Juventus è tornata in Serie A (2007) l’Inter qui ha avuto poca fortuna: 1-1 nel 2007-2008 e 2008-2009, sconfitte per 2-1 e 1-0 nel 2009-2010 e 2010-2011, e ancora 2-0 Juventus nel 2011-2012, anno del primo scudetto di Antonio Conte. Tuttavia l’anno scorso c’è stata la grande rivincita: 3-1 per l’Inter, in rimonta, a bloccare la striscia della Juventus di 49 partite di campionato senza sconfitte. Rappresentò, quella partita, anche la prima volta in cui lo Juventus Stadium fu violato in gare ufficiali. In totale i precedenti, considerate tutte le manifestazioni, sono 108 giocati a Torino: in vantaggio netto la Juventus, che ha portato a casa 70 vittorie contro le 19 nerazzurre, con 19 pareggi. 184 i gol segnati dai bianconeri, 94 quelli dell'Inter. Eclatante il 7-2 interno del 1913, ancor più il 9-1 del giugno 1961 quando però l'Inter si presentò in campo con una squadra di ragazzini per protesta. C'è invece un 4-2 a favore dei nerazzurri nello stesso 1961, ma nel campionato successivo (ad ottobre). Sono tanti i doppi ex della partita: solo in tempi recenti ci sono stati nomi pesanti come Zlatan Ibrahimovic e Patrick Vieira, venduti nell’estate della retrocessione a tavolino, poi Fabio Cannavaro che fece male a Milano ma visse due grandi annate a Torino (culminate con la vittoria del Mondiale e la conquista del Pallone d’Oro), Fabian Carini che passò all’Inter in quello scambio. Ancora, Christian Vieri, Angelo Peruzzi e Marcello Lippi; il tecnico, che si portò dietro il suo portiere, ancora oggi è accusato da molti tifosi nerazzurri di essere andato ad Appiano Gentile con il preciso compito di “fare danni”, tesi avvalorata dal fatto che poi tornò alla Juventus e vinse altri due scudetti (e altrettante Supercoppe) raggiungendo un’altra finale di Champions League in aggiunta a quelle che aveva già centrato nel suo primo ciclo. Gioca ancora nella Juventus Andrea Pirlo, che all’Inter passò giovanissimo e non fu aspettato. Oltre a tutti questi va citato anche Roberto Baggio, poi Cristiano Zanetti e altri due allenatori come Alberto Zaccheroni e Claudio Ranieri; il testaccino fu esonerato dall'Inter proprio a seguito di una sconfitta contro la Juventus.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI JUVENTUS-INTER LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 22^ GIORNATA)

Come detto sono 56 i punti della Juventus in classifica; il ruolino di marcia è superiore anche allo scorso anno, quando i bianconeri chiusero il girone d’andata con 44 punti e stravinsero il campionato. Fallita la possibilità del “mini” Triplete (con l’Europa League), la Juventus si rilancia ora in campionato dopo aver fallito anche l’assalto al record di vittorie consecutive, ironia della sorte appartenente all’Inter che ne mise insieme 17 nel 2006-2007. Antonio Conte ha sempre detto che i primati non gli interessano: sono una diretta conseguenza di dome la squadra lavora in allenamento e si esprime sul campo. Per il momento in casa i bianconeri hanno sempre vinto, e sono reduci dal 4-2 alla Sampdoria con cui hanno inaugurato il girone di ritorno. Sei punti di vantaggio sulla Roma sono un bottino rassicurante, ma la storia insegna che sono stati recuperati anche più punti in un lasso di tempo minore. Intanto quello che piace a Conte è come l’attacco sia finalmente produttivo; non solo per i 51 gol segnati (il migliore della Serie A) ma anche e soprattutto perché i due uomini titolari, Carlos Tevez e Fernando Llorente, hanno già messo insieme 20 gol in due in campionato (25 in stagione). Con l’aggiunta di Vidal saliamo a 30 in Serie A e 35 in stagione, un bottino fantastico per tre giocatori che ricordano molto da vicino il grande trio Boniperti-Sivori-Charles che fece le fortune della Juventus tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio dei Sessanta. L’Inter arriva da un periodo nerissimo: delle ultime nove partite ne ha vinta solo una, il derby contro il Milan. Poi tantissimi pareggi, ultimo dei quali quello interno contro il Catania con Erick Thohir in tribuna. Finora il tycoon indonesiano non porta troppo bene; era sugli spalti nella stracittadina ed è vero, ma l’altro precedente è stato un 1-1 contro la Sampdoria. Al di là di questo, la stagione nerazzurra sta pericolosamente precipitando verso Sud: il distacco dalla vetta rende ormai impossibile centrare lo scudetto, bisogna invece tenere un occhio sull’Europa – se possibile dalla porta principale – e a parte questo preoccupa il fatto che la squadra stia facendo anche peggio di quanto non avesse messo in piedi Andrea Stramaccioni lo scorso anno. Walter Mazzarri è tranquillo perché considera questa un’annata di transizione, ma intanto le vittorie non arrivano e soprattutto non si riesce a capire come stiano davvero le cose in società, tra un presidente che finora ha parlato solo per comunicati, una figura come quella di Massimo Moratti che di fatto sembra ancora avere in mano le redini del gioco e un direttore sportivo e un direttore dell’area tecnica che ormai sono stati sfiduciati dalla tifoseria. In più, guardando all’aspetto tecnico, sembra evidente che una spalla affidabile per Milito e Palacio serva davvero, e che a centrocampo debba essere inserita un po’ più di qualità. Vedremo dunque come si muoveranno i nerazzurri, ma soprattutto vedremo come finirà questa partita: come abbiamo detto Juventus-Inter va al di là di tutto, e se anche ci sono 23 punti di distanza in classifica bisogna considerare questa gara come un 50% di possibilità per entrambe di portare a casa il risultato. La Juventus farà valere la sua maggiore forza? Sarà invece l’Inter a cogliere il risultato di prestigio per poi rilanciarsi? Non resta che dare la parola al campo per scoprirlo. Allacciatevi le cinture, mettetevi comodi e preparatevi: la diretta di Juventus-Inter sta per cominciare…

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI JUVENTUS-INTER LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 22^ GIORNATA)


  PAG. SUCC. >