BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Giovanni Trapattoni/ Nuova avventura a 75 anni: allenerà la Costa d'Avorio?

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

GIOVANNI TRAPATTONI - Giovanni Trapattoni sarà il nuovo Commissario Tecnico della Costa d'Avorio? Pare che possa essere così: al momento gli Elefanti sono i grandi favoriti per ottenere i servigi dell'allenatore di Cusano Milanino. Se accadrà, sarà dopo i Mondiali: Sabri Lamouchi, visto anche in Italia con le maglie di Parma e Inter, lascerà il suo incarico e il Trap è il possibile successore. Negli ultimi tempi l'hanno cercato tante squadre: Galatasaray e Amburgo, anche la Lazio. Lui ha rifiutato tutto: dopo l'esperienza con la nazionale irlandese, pare voglia cimentarsi con altre sfide. Per esempio quella di rendere vincente, sul serio, una nazionale africana: si sa, al Trap le cose semplici non sono mai piaciute. In carriera ha vinto tutto, ma negli ultimi tempi raramente ha preso in mano squadre fortissime e già favorite in partenza. Dopo il decennio d'oro con la Juventus (14 trofei) e lo scudetto dei record con l'Inter, è andato all'estero. Campionato e coppa nazionale con il Bayern Monaco, poi il titolo in Portogallo con il Benfica che non festeggiava da 11 anni, quindi la vittoria in Austria con il Red Bull Salisburgo. In mezzo il tentativo di riportare in vetta la Fiorentina: era primo in classifica prima di perdere Gabriel Batistuta per un brutto infortunio, e addio sogni di gloria. Con l'Irlanda un altro capolavoro: qualificazione agli Europei a 22 anni dall'ultima (1988) e un playoff Mondiale perso con tantissime polemiche per la famosa mano di Thierry Henry. Poi la rescissione del contratto; ma a quasi 75 anni il Trap ha ancora voglia di avventure. Con un curriculum così sono in tanti a pensare che possa ancora dare una mano: per dire, Algeria e Marocco si sono fatte avanti, addirittura gli algerini volevano dargli la panchina in Brasile. Ma lui ha preso tempo: lo affascina la Costa d'Avorio, perchè è una nazionale fatta di tanti giocatori con esperienza europea, sulla carta fortissima, ma che ha fallito tutti gli appuntamenti in cui ha schierato la generazione d'oro, a cominciare dalle due edizioni di Coppa d'Africa del 2013 e 2014. Portare alla vittoria anche gli Elefanti? La campagna d'Africa potrebbe davvero cominciare...



© Riproduzione Riservata.