BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Olimpiadi Sochi 2014/ Carolina, Yuna e Mao: la lezione a cinque cerchi dalle signore del pattinaggio

Carolina Kostner (27 anni), Yuna Kim (23), Mao Asada (23) Carolina Kostner (27 anni), Yuna Kim (23), Mao Asada (23)

Non esistono momenti morti, non c'è il compagno che ti sostiene. Potete capire le pressioni che un atleta deve sopportare, potete capire perchè due superstar come Kim e Asada non se la sentano più. Potete capire, soprattutto, quanto possa costare allenarsi per quattro anni senza avere le motivazioni per farlo. Spinti da un'intera nazione, spinti dagli sponsor, spinti dalla paura di scoprire cosa sarà dopo. Finchè un giorno arrivi a un certo punto, e non ce la fai più. Per Yuna, e per Mao che dopo la sua esibizione è scoppiata a piangere, quel giorno è arrivato. Andare avanti avrebbe significato dedicare altri quattro anni della propria vita a una gara da dieci minuti. Nemmeno la possibilità dell'ennesima gloria e il pungolo delle Olimpiadi in Asia (e per la Kim a casa sua) sono serviti. Nemmeno l'affetto e l'amore viscerale dei fan. Chi ha fatto sport lo sa: le motivazioni contano, e tanto. E allora eccola, la lezione delle Olimpiadi. O una delle tante, che riguarda tutti gli sport. Avrà anche avuto ragione il vescovo Ethelbert Talbot, poi ripreso dal barone de Coubertin; bello e importante partecipare, ma senza il desiderio di portarsi a casa l'oro - o una medaglia - ci sarebbe meno gusto. E forse, nemmeno troppo in profondità, non ne varrebbe la pena.

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.