BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Olympiakos-Manchester United, le ultime novità (Champions League, andata ottavi)

Robin Van Persie (Infophoto) Robin Van Persie (Infophoto)

Così si è espresso David Moyes nella conferenza stampa alla vigilia della partita: “Non vedo l'ora che arrivi il fischio di inizio, amo questo genere di partite. Vincere il girone è stato un vantaggio, ma domani (oggi, ndR) mi aspetto una dura battaglia contro l'Olympiakos. Dovremo giocare bene per qualificarci. Vedo questa stagione come un'opportunità per provare a vincere il torneo, ma prima dovremo superare questo ostacolo. Credo che Rooney e Van Persie siano tornati entrambi in ottima forma. Hanno ripreso a segnare e a farlo nelle partite importanti. Quando loro stanno bene, anche noi facciamo molto meglio. L'Olympiakos ha giocato bene finora, in particolare contro Paris Saint-Germain e Benfica. Ha superato un girone difficile, quindi sappiamo che non sarà facile per noi”. Il Manchester dovrà sfruttare la sua superiore qualità, visto che sulla carta non c'è paragone fra i due organici. Basterebbe dire che in attacco ci sarà Van Persie come punta centrale, assistito da Rooney trequartista, Giggs ala sinistra e Valencia a destra. La formazione è sostanzialmente quella titolare: in ottica italiana, ci sarà interesse da parte dei tifosi nerazzurri per Vidic, che l'anno prossimo dovrebbe guidare la difesa dell'Inter mentre oggi punterà a non subire gol in questa trasferta greca.

Non mancherà la qualità nemmeno in panchina per i Red Devils, a partire dal veterano Ferdinand come riserva per la difesa, mentre in avanti ecco il giapponese Kagawa, il nuovo talento Januzaj e il 'Chicharito' Hernandez. Insomma, le scelte di Moyes potrebbero rivelarsi decisive per le sorti della partita del Pireo.

Saranno tre i giocatori indisponibili per Moyes in questa trasferta ateniese. Si tratta dei difensori Jones ed Evans (qualche problemino dunque nella retroguardia) e poi Di Nani, che però come è noto è ormai sostanzialmente un separato in casa allo United, e il suo futuro dovrebbe essere altrove.