BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Fiorentina-Esbjerg: i ballottaggi (Europa League, ritorno sedicesimi)

Le probabili formazioni di Fiorentina Esbjerg, tutte le notizie (Europa League). I viola hanno già chiuso la pratica qualificazione agli ottavi con la vittoria per 3-1 in Danimarca

Foto Infophoto Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA-ESBJERG, I BALLOTTAGGI - Sarà anche una formalità Fiorentina-Esbjerg, ma Montella vuole andare direttamente al sodo e chiudere subito la pratica: per questo motivo il tecnico viola non ha ancora dissipato qualche dubbio sulla formazione. Per esempio sulla corsia sinistra: favorito Vargas, ma Pasqual se la gioca. Così come Mati Fernandez in mediana: sembra che il cileno sia favorito per il campionato, ma potrebbe giocare oggi se Ambrosini non starà benissimo. Infine l'attacco: Mario Gomez dovrebbe farcela dal primo minuto, nel caso pronto Matri (oppure Ilicic, con Matos che traslocherebbe in mezzo). Nell'Esbjerg i dubbi sono legati alle condizioni di Mick Van Buren: non dovesse farcela, il suo posto sarebbe preso dal giovane Bakenga.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA-ESBJERG, I PROTAGONISTI - Fiorentina-Esbjerg, partita diretta dal croato Strahonja, potrebbe essere poco più di una formalità: i viola hanno vinto 3-1 all'andata e dovrebbero essere tranquilli. Tuttavia, poichè almeno novanta minuti vanno giocati, vediamo chi potrebbe essere il protagonista da una parte e dall'altra. FIORENTINA, IL PROTAGONISTA E'… BORJA VALERO - In attesa di capire se il ricorso della Fiorentina andrà a buon fine - e fino a che punto - lo spagnolo è chiamato a essere protagonista sul campo: deve dimostrare di aver messo da parte rabbia e frustrazione per le quattro giornate di squalifica (ingiuste) e aiutare i compagni a gestire il possesso palla senza andare troppo in affanno. Anche per questo Montella lo vuole subito in campo. ESBJERG, IL PROTAGONISTA E'… J. ANKERSEN - Con Van Buren in dubbio o comunque in non perfette condizioni, tocca a lui il compito di guidare la squadra dal punto di vista offensivo: servono tre gol senza subirne, lui può mettersi in proprio (5 reti in campionato) o servire l'ultimo passaggio (7 assist vincenti in stagione). Certo la montagna da scalare è altissima, ma il 23enne cresciuto in casa è certamente l'uomo dotato di maggior qualità all'interno della rosa danese e ci si appoggerà a lui.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA-ESBJERG (EUROPA LEAGUE, RITORNO SEDICESIMI): LE ULTIME NOVITA' - Alle ore 21,05 di questa sera si gioca Fiorentina-Esbjerg, partita valida per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Sembra tutto già scritto: i viola si sono imposti per 3-1 nell'andata in Danimarca, e il fatto che possano subire tre gol al Franchi senza realizzarne appare piuttosto difficile. Naturalmente le partite vanno giocate, ma qui non si può nemmeno dire che si parta dallo 0-0; dunque, Fiorentina che salvo miracoli danesi dovrebbe aver strappato la qualificazione agli ottavi di finale, dove troverà subito la Juventus (sempre che i bianconeri abbiano la meglio sul Trabzonspor). Arbitra il croato Strahonja.

FORMAZIONE FIORENTINA - La vigilia della partita è stata agitata dal post-Parma. Vincenzo Montella è tornato sulla sua squalifica ("ho fatto una 'bischerata' e non chiederò il ricorso") ma soprattutto sulle quattro giornate inflitte a Borja Valero, portato in conferenza stampa. "Non so nemmeno perchè sono stato espulso, io stavo separando due che litigavano" ha detto lo spagnolo. Poi si è ovviamente parlato anche della partita di oggi. "Vietato distrarci" ha detto Montella. Che ricorda bene come nel preliminare i suoi rischiarono l'eliminazione dopo aver vinto in Svizzera. Il pensiero va già alla Juventus ed è inevitabile, ma prima bisogna superare la pratica Esbjerg. Con Mario Gomez in campo, molto probabilmente: il tedesco torna titolare dopo cinque mesi e mezzo, era il 15 settembre quando si infortunò contro il Cagliari. Va a caccia del primo gol ufficiale a Firenze e "dovrò parlare con lui, giocherà dal primo minuto se potrà farlo". Dovrebbe: con Joaquin e Matos ad affiancarlo, mentre in mediana naturalmente ci sarà Borja Valero con Pizarro e Ambrosini, il quale ultimamente ha visto poco il campo e deve mettere minuti nelle gambe. Dietro sembra essere il momento di Roncaglia, che giocherà sulla destra con la conferma, molto probabile, di Juan Vargas a sinistra. Al centro si rivede Compper, insieme a Tomovic che trasloca dall'abituale (a Firenze) posizione di terzino.

PANCHINA FIORENTINA - Alessandro Matri ha trovato il gol anche in Europa League, utile per superare un momento di stanca dopo lo scoppiettante inizio. Con lui c'è Cuadrado, che però Montella eviterà di mandare in campo perchè gli impegni di campionato e la rincorsa al terzo posto chiamano. Stesso discorso per Mati Fernandez, anche se a conti fatti il cileno potrebbe dare fiato a uno dei centrocampisti (presumibilmente Ambrosini o Pizarro); Gonzalo Rodriguez c'è giusto per le emergenze, Pasqual potrebbe trovare spazio nella ripresa.

INDISPONIBILI FIORENTINA - Sempre fuori Hegazy e Giuseppe Rossi insieme a Rebic: la Fiorentina conta di recuperarli tra fine marzo e inizio aprile, in particolare Pepito sta provando ad accelerare i tempi di recupero e punta a essere al 100% per la finale di Coppa Italia. Significherebbe ovviamente mettere qualche minuto prima.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELLE PROBABILI FORMAZIONI DI FIORENTINA-ESBJERG (EUROPA LEAGUE, RITORNO SEDICESIMI)