BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Napoli-Swansea, i ballottaggi (Europa League, ritorno sedicesimi)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Alle ore 19 di domani allo stadio San Paolo si gioca Napoli-Swansea, partita valida per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. All'andata al Liberty Stadium era finita 0-0; i partenopei avevano sofferto non poco l'iniziativa gallese, ma hanno retto senza subire gol e adesso basterà loro vincere per qualificarsi. Attenzione però: il fatto di non aver segnato in trasferta preclude il pareggio, perchè in caso di 1-1 o 2-2 sarebbe lo Swansea a festeggiare, mentre con lo 0-0 si va ai tempi supplementari. Arbitra il rumeno Ovidiu Hategan.

 L'ennesimo pareggio casalingo ha allontanato la possibilità di mettere ulteriore alla Roma in ottica secondo posto. Vedendo il bicchiere mezzo pieno la Fiorentina non si è avvicinata e i punti di vantaggio sulla quarta posizione restano 6; ma a questo punto iniziano a diventare troppe le occasioni perse al San Paolo. Pareggi contro Sassuolo, Udinese e Genoa, la sconfitta contro il Parma: 11 punti che avrebbero proiettato i partenopei addirittura a giocarsi lo scudetto con la Juventus. Ora bisognerà vedere come verrà affrontata l'Europa League: Rafa Benitez lo scorso anno ha condotto il Chelsea alla vittoria dopo essere stato eliminato dalla Champions. In campo andranno quasi certamente Raul Albiol e Gonzalo Higuain, che sono squalificati per il campionato; a conti fatti il Pipita potrebbe anche lasciare spazio a Pandev davanti, con dietro la riproposizione di Callejon e Hamsik lasciando campo a Lorenzo Insigne (per Mertens). A centrocampo, assente Jorginho che non è stato inserito nella lista UEFA, ci saranno Inler e Dzemaili che non hanno giocato in campionato. Sempre fuori dai giochi Mesto e Zuniga, mentre Rafael Cabral si è gravemente infortunato in Galles e ha concluso la sua stagione. 

 La sconfitta pirotecnica contro il Liverpool ha fatto cadere lo Swansea al dodicesimo posto in classifica. Una stagione difficile per i gallesi, forse la più complicata da quando hanno centrato la storica promozione in Premier League; anche così però va tenuta in grande considerazione la formazione di Garry Monk, capace di rimontare un doppio svantaggio ad Anfield Road e di segnare anche la rete del 3-3 prima di capitolare. Da Brendan Rodgers a Michael Laudrup passando per Monk, non è cambiato lo spirito di una squadra che cerca sempre di attaccare e che ha delle individualità da tenere d'occhio, come l'attaccante ivoriano Wilfried Bony (10 gol in campionato, 3 in Europa League e 3 in FA Cup), lo spagnolo Michu che si è trasformato in trequartista in appoggio alla punta e i due centrocampisti Nathan Dyer e Jonjo Shelvey. Lo schema è un 4-2-3-1: tutti disponibili, e allora è probabile che per cercare la qualificazione andranno in campo i migliori senza guardare troppo al turnover.

© Riproduzione Riservata.