BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Torneo di Viareggio 2014/ Calendario, risultati delle partite e classifica dei gironi del gruppo A (prima giornata): Roma-Benfica 0-0

Torneo di Viareggio 2014: il calendario, la classifica e risultati del gruppo A, che comprende i gironi 1, 2, 3 e 4. In campo oggi la Roma e il Napoli, poi Torino, Palermo, Siena e Livorno

Foto InfophotoFoto Infophoto

E' terminata anche l'ultima partita del giorno: a San Giuliano Terme, Roma 0 Benfica 0. I giallorossi sono quindi secondi insieme ai lusitani nel girone 3, al momento comandato dai colombiani dell'Envigado che nel primo pomeriggio hanno battuto 2-0 il Livorno. Domani il Torneo di Viareggio prosegue: in campo il gruppo B, quindi i gironi 5, 6, 7 e 8.

Il Napoli ha perso 1-0 la prima partita del torneo di Viareggio: nel girone 2 i partenopei sono stati sconfitti dall'Anderlecht campione in carico. In campo in questo momento la Roma, che se la vede contro il Benfica. Vittorie nette di Torino (4-0 allo Stabaek) e Palermo (5-0 all'A.P.I.A. Leichhardt), il Siena va sotto di due gol contro l'insidioso Santos Laguna ma Simone Monni raddrizza il risultato nel giro di tre minuti. Sconfitto il Livorno dai colombiani dell'Envigado: risultato che interessa la Roma, perchè siamo nel girone 3 che è quello dei giallorossi e del Benfica.

In attesa di conoscere i risultati delle altre partite del giorno, Napoli-Anderlecht - incontro di cartello della prima giornata dei gironi del gruppo A - è ancora sullo 0-0 quando siamo arrivati al termine del primo tempo. Poche emozioni su un campo in non perfette condizioni, i partenopei provano a costruire ma sono i belgi, campioni in carica, ad avere le migliori opportunità per portarsi in vantaggio. Nel complesso, comunque, partita non certo indimenticabile.

Inizia oggi il Torneo di Viareggio 2014. Se preferite potete chiamarlo Coppa Carnevale: cambia poco, si tratta comunque della manifestazione più importante a livello giovanile, quella nella quale sono impegnate le formazioni Primavera italiane e alcune squadre giovanili (16) che arrivano dall'estero, compreso l'Anderlecht campione in carica (l'anno scorso ha battuto il Milan 3-0 in finale). Attenzione alla formula, che è cambiata rispetto alle edizioni precedenti: le squadre partecipanti sono 36, e quattro saltano la prima fase accedendo direttamente agli ottavi di finale. Si tratta di Fiorentina, Inter, Juventus e Milan: ovvero, quelle che comandano l'albo d'oro del torneo. Le altre 32 squadre sono invece inserite in due gruppi (A e B), ciascuno dei quali consta di quattro gironi da quattro formazioni. La divisione nei due gruppi serve solo per determinare gli ottavi di finale: infatti, le prime di ogni girone (quindi otto) passano il turno, mentre quattro solo quattro delle seconde seguiranno le prime. Attenzione: non le migliori quattro in generale, ma le migliori due del gruppo A e le migliori due del gruppo B (in pratica, bisogna pensare agli sport americani: è come il criterio di qualificazione ai playoff della NBA, o della NHL). Per il passaggio del turno in caso di parità di punti si osservano i criteri di scontri diretti e in seguito differenza reti; da lì in avanti si gioca a eliminazione diretta, con la specifica che non sono previsti tempi supplementari e si va subito ai calci di rigore. La finale è prevista per il 17 febbraio, lunedi: ogni giorno si giocano otto partite, ovvero si chiude una giornata per ogni gruppo. Oggi in campo, tra le altre, Napoli e Roma: i partenopei hanno subito uno scontro difficile contro i campioni in carica dell'Anderlecht, mentre i giallorossi sfidano il Benfica il cui settore giovanile è sempre stato riconosciuto come uno dei più floridi al mondo. Giocano anche l'Atalanta (contro il Nordsjaelland, vecchia conoscenza della Juventus), il Palermo e il Torino, e come sempre è presente la Rappresentativa Serie D che aveva fatto bene nelle scorse edizioni.