BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Roma-Napoli (3-2): i voti della partita (Coppa Italia, semifinale andata)

Pubblicazione:mercoledì 5 febbraio 2014 - Ultimo aggiornamento:giovedì 6 febbraio 2014, 0.31

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

PAGELLE ROMA-NAPOLI (RISULTATO FINALE 3-2): I VOTI DELLA PARTITA (COPPA ITALIA 2013-2014, SEMIFINALE D’ANDATA) – All’Olimpico i padroni di casa riescono ad imporsi dopo una gara piena di emozioni e gol sotto una pioggia battente che non dà tregua alla capitale. La Roma arriva più fresca non avendo disputato l’ultima giornata di campionato contro il Parma causa maltempo, i partenopei invece arrivano da una pesante sconfitta con l’Atalanta e con un morale di certo non alle stelle. La freschezza fisica dei capitolini si vede nei primi 45 minuti nei quali trovano il doppio vantaggio, prima con Gervinho servito perfettamente da Totti e poi con una splendida conclusione dalla distanza di Strootman. Ma all’inizio della ripresa la partita è riaperta grazie alla conclusione di Higuain che, deviata da Benatia, batte De Sanctis. La sostituzione di Totti fa calare l’iniziativa dei padroni di casa e al 70’ Mertens, appena subentrato ad Hamsik, trova il pareggio dopo lo scambio con Higuain. Però Gervinho porta nuovamente in vantaggio la Roma all’87’ servito da Florenzi.

VOTO DELLA PARTITA 8: Nonostante la pioggia battente all’Olimpico va in scena un vero spettacolo, con gol e tante emozioni. Se dopo il primo tempo si sia potuta ipotizzare una vittoria facile per i padroni di casa, la ripresa ha assolutamente demolito questa teoria. Anche grazie a un Napoli molto vivace nelle ripartenze e che non ha mai alzato bandiera bianca reagendo colpo su colpo. Purtroppo per i partenopei all’87’ arriva la doccia gelata, quando Gervinho, servito con un filtrante da Florenzi, batte Reina sul primo palo.

VOTO ROMA 7: E’ vero, avevano meno minuti sulle gambe. Ad ogni modo i capitolini dimostrano un perfetto equilibrio in campo, in particolare nel primo tempo, con tante soluzioni offensive. Poi si lasciano un po’ prendere dal panico dopo aver subito il primo gol e rischiano di buttare via il risultato subendo il pareggio di Mertens. Ma non mollano fino alla fine e trovano il sorpasso finale grazie alla doppietta di Gervinho. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA ROMA

VOTO NAPOLI 6: Dopo una sconfitta cocente serviva una bella prestazione contro la rivale. Ma i partenopei partono malissimo a causa di qualche disattenzione di troppo che costa il raddoppio giallorosso nel primo tempo. Però è da apprezzare la reazione di carattere nella ripresa, anche grazie all’ingresso di Mertens, che li riporta in una situazione di parità. Poi nei minuti finali costa cara la mancanza di concentrazione della difesa che si lascia scappare l’ivoriano che non da scampo a Reina. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL NAPOLI

LE PAGELLE DI ROMA-NAPOLI (COPPA ITALIA 2013-2014, SEMIFINALE ANDATA): I VOTI DELLA PARTITA - All’Olimpico sotto il diluvio la Roma trova il doppio vantaggio contro un Napoli in difficoltà in fase difensiva. Il primo gol arriva da una grande giocata di capitan Totti che, di prima, verticalizza per Gervinho, l’ivoriano salta anche Reina e deposita in rete. Il raddoppio invece è frutto della giocata di un singolo. Strootman recupera palla a metà campo, poi arrivato alla trequarti libera il tiro che finisce all’incrocio dei pali, nulla da fare per il portiere partenopeo. Risultato giusto, i ragazzi di Benitez devono trovare più equilibrio per cercare di recuperare. Pagelle primo tempo Migliore Roma TOTTI 7: Capitan Totti si destreggia in mezzo al campo con la solita visione di gioco incredibile. Fa l’assist per il primo gol, poi si rende pericoloso con un’altra conclusione. Peggiore Roma:  LJAIC 5,5: Nel tridente è quello che ha partecipato meno alle azioni offensive. Migliore Napoli: HIGUAIN 6,5: L’argentino si batte come un leone nella retroguardia capitolina e si rende pericoloso in più occasioni. Peggiore Napoli: REVEILLERE 5: Fino a che è in campo continua a perdere di vista Gervinho alle proprie spalle. (Federico Montanaro)


  PAG. SUCC. >