BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Fiorentina-Atalanta, gli assenti: le ultime novità (serie A, 23a giornata)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Alle ore 18 di domani riparte la Serie A: 23^ giornata, allo stadio Artemio Franchi si gioca Fiorentina-Atalanta. All'andata era finita 2-0 per i viola; oggi la classifica vede i toscani quarti con 41 punti, mentre gli orobici sono a 27 e sostanzialmente al sicuro da brutte sorprese. La Fiorentina ha l'obiettivo del terzo posto, ma sta andando incontro a un periodo negativo. Arbitra Guida.

 Avendo perso la semifinale di andata di Coppa Italia, la Fiorentina ha toccato le tre partite senza vittorie: dopo il pareggio contro il Genoa era arrivata la sconfitta di Cagliari a rallentare la marcia di una squadra che sta puntando il Napoli, lo vede in crisi di risultati ma non riesce ad effettuare il sorpasso (e in più ha perso lo scontro diretto in casa). Continuano a esserci problemi in attacco: per Giuseppe Rossi dovremo aspettare, mentre sembra che finalmente Mario Gomez abbia ripreso il lavoro in campo, in netto ritardo rispetto a quelle che erano le previsioni (è ormai fuori da cinque mesi). Alla vigilia il tedesco viene dato ancora in dubbio: ha un'infiammazione al ginocchio ma potrebbe quantomeno farcela per la panchina. Si vedrà: sarebbe una buona notizia per una squadra che ha una lunga lista di infortunati (si sono aggiunti anche Aquilani, Rebic e Ambrosini). In campo andrà ancora Mati Fernandez, mentre rispetto a Udine si rivede Cuadrado dal primo minuto; scelto Roncaglia a destra, Borja Valero e Pizarro saranno gli uomini incaricati di far girare il pallone, magari dando più concretezza (la Fiorentina è la migliore del torneo per possesso palla ma è quinta in pericolosità, dando segno - anche con il sesto posto per tiri nello specchio - di scarso cinismo in certe situazioni). 

 Gli orobici possono giocare a mente sgombra: la salvezza è ormai acquisita, dunque adesso si può più o meno pensare a risultati che diano lustro alla stagione. Colantuono anche quest'anno sembra avercela fatta: ha messo in campo una squadra che fa del contropiede la sua arma migliore, e che riesce a sfruttare al massimo le occasioni che crea. Poche, perchè oltre al quintultimo posto nel possesso palla gli orobici sono nella parte bassa delle statistiche che riguardano i tiri nello specchio della porta, la supremazia territoriale e la pericolosità. Gente come Maxi Moralez e Denis però ha la giocata e il gol nel sangue, e dunque le cose funzionano. Lo dimostra la partita di Napoli: tre errori della difesa partenopea, tre gol. Per questa trasferta complicata Colantuono sceglie il solito 4-4-1-1: confermata la squadra che ha vinto contro gli azzurri di Rafa Benitez, si rivede Cigarini a centrocampo (ha recuperato dal malore della scorsa domenica), come terzino sinistro dovrebbe giocare Brivio con Del Grosso in panchina. Indisponibile il solo Bellini, sono attualmente in dubbio Livaja e De Luca (affaticamento) e Yepes (contusione alla testa).

© Riproduzione Riservata.