BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Verona-Juventus, ultime novità (serie A, 23a giornata)

Probabili formazioni Verona-Juventus: tutte le notizie della partita di serie A, valida per la ventitreesima giornata di campionato. Si gioca oggi pomeriggio alle ore 15.00 al Bentegodi

Andrea Mandorlini, allenatore del Verona (Infophoto) Andrea Mandorlini, allenatore del Verona (Infophoto)

Alle ore 15 di oggi allo stadio Bentegodi si gioca Verona-Juventus, partita valida per la 23^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. La capolista, 59 punti in classifica, cerca l'allungo sulle inseguitrici ma sa che questo è un campo difficile: la tradizione è sfavorevole, gli scaligeri (35 punti) in casa hanno un bilancio di 8 vittorie e 3 sconfitte ed è già accaduto (nel 1999-2000) che la Juventus lanciata verso lo scudetto perdesse qui. Tutti elementi che contribuiscono a creare tensione nella formazione di Antonio Conte, che all'andata aveva faticato non poco per portare a casa i tre punti (2-1 in rimonta grazie a Tevez e Llorente).

Ecco le dichiarazioni di Andrea Mandorlini alla vigilia di Verona-Juventus: “La vivo e la vedo solo in ottica Verona, sarebbe bello portare a casa qualche punto. Niente è impossibile, la Juventus è difficile da battere ma ci proveremo. E' molto forte, tecnica, fisica. Le grandi? Abbiamo pagato gravemente i nostri errori, quindi se vogliamo vincere dobbiamo evitare di farne, dobbiamo essere perfetti. Toni? Ci dà molto, e in più giochiamo in casa, quindi sono numerosi i fattori che ci spingono a provarci con convinzione". Il tecnico scaligero si è sbilanciato anche sugli avversari: “Pirlo? In qualche maniera dovremo contenerlo, ci proveremo, penso che vada limitato come squadra e non dai singoli. Conte? Anche lui come me ha fatto la gavetta e adesso domina in Italia, è bravo perché riuscito a dare un'idea di gioco alla squadra. La sua formazione ha grande continuità, le vittorie degli ultimi anni non sono un caso. I nuovi? Tutti bravi ragazzi, si stanno già inserendo al meglio nel gruppo. Arriviamo a questa partita carichi di entusiasmo e voglia di emergere". Confermato il 4-3-3, dovrebbe essere Donati a occupare la posizione di centrale di centrocampo, con Romulo e Hallfredsson ai suoi lati; davanti il ballottaggio sulla sinistra premia questa volta Jankovic, che compone il tridente insieme a Toni e Iturbe.

Solo panchina dunque per Ezequiel Cirigliano, che avrebbe dovuto essere un acquisto importante e invece tra un problema fisico e qualche brutta prestazione non è ancora stato in grado di ritagliarsi il suo spazio. C'è tanto potenziale offensivo a disposizione di Mandorlini: oltre a Cacia, Martinho e Juanito Gomez sono pronti a cambiare l'inerzia dalla panchina con le loro accelerazioni. Anche Marquinho si candida ad un'apparizione nella ripresa: arrivato dalla Roma, vuole essere utile per i gialloblu e aspetta la sua occasione.

Mandorlini deve rinunciare al suo capitano: Maietta si è infortunato un paio di settimane fa e gli ultimi responsi dicono che prima di un mese non lo rivedremo in campo. Una tegola, trattandosi del leader del reparto arretrato del Verona.