BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Verona-Juventus, ultime novità (serie A, 23a giornata)

Andrea Mandorlini, allenatore del Verona (Infophoto) Andrea Mandorlini, allenatore del Verona (Infophoto)

Alle ore 15.00 di domani lo stadio Marc'Antonio Bentegodi ospiterà l'interessante partita Verona-Juventus, uno degli incontri più significativi della ventitreesima giornata di serie A. I bianconeri sono la capolista e stanno marciando ad un ritmo a dir poco travolgente, avendo raccolto finora la bellezza di 59 punti in ventidue giornate: l'obiettivo degli uomini di Antonio Conte è naturalmente quello di proseguire così, per un cammino che possa infine portare al terzo scudetto consecutivo. Quella di domani pomeriggio non sarà però una trasferta facile, visto che il neopromosso Verona di Andrea Mandorlini è la rivelazione del campionato e occupa un sorprendente quinto posto con 35 punti in classifica, e vorrà fare un risultato di prestigio contro i bianconeri, per dare ulteriore morale all'intero ambiente e per rendere ancora più credibile il sogno Europa League. Eccovi dunque ora le notizie alla vigilia e le probabili formazioni di Verona-Juventus, partita che sarà diretta dal signor Doveri di Roma.

Le statistiche di squadra degli scaligeri non rendono giustizia alla squadra quinta in classifica, a dimostrazione del fatto che il calcio non può essere ridotto ai soli numeri: il miglior dato della squadra di Mandorlini è il decimo posto per la percentuale di pericolosità degli attacchi, mentre poi si scende fino al diciassettesimo posto per il numero dei tiri in porta, il peggiore dato per l'Hellas. Questa squadra però si giova di una identità chiara, derivante già dagli scorsi campionati, più alcuni grandi innesti di questa stagione, su tutti Juan Iturbe e soprattutto Luca Toni, autore di dieci gol senza rigori. Il Verona proverà a giocare a viso aperto anche contro la capolista, affidandosi in particolare al tridente formato appunto da Iturbe e Toni più Gomez, mentre il compito più delicato toccherà in mezzo al campo a Cirigliano, chiamato a sostituire Jorginho in regia. Per il resto non sono attese particolari novità: non si fanno esperimenti contro la Juventus.

Le statistiche di squadra dei bianconeri sono naturalmente molto positive, anche se in base alla marcia trionfale della Juventus ci si potrebbe forse aspettare addirittura di meglio: i campioni d'Italia in carica sono infatti primi per numero di tiri in porta e percentuale di pericolosità degli attacchi, secondi per la percentuale di passaggi riusciti, quarti per supremazia territoriale e numero di palloni giocati, quinti per possesso palla. Difficile comunque chiedere di più a una squadra che finora ha concesso solo due pareggi e una sconfitta, con il migliore attacco (54 gol segnati) e la seconda miglior difesa (16 subiti). Aggiungiamoci che Tevez, Vidal e Llorente hanno già segnato 31 gol in tre, e il quadro è completo. Per quanto riguarda la probabile formazione, tra i pali torna Buffon dopo la squalifica, mentre in difesa dovrebbe esserci Caceres al posto dell'acciaccato Barzagli. Per il resto non sono attese novità: da segnalare soltanto che Pirlo è favorito su Marchisio a centrocampo e che in attacco ci sarà Osvaldo in panchina, ricambio alla ormai solita coppia Tevez-Llorente.

© Riproduzione Riservata.