BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Diretta/ Verona-Juventus (risultato finale 2-2) live: cronaca e tabellino (Serie A, 23^ giornata)

Pubblicazione:domenica 9 febbraio 2014 - Ultimo aggiornamento:domenica 9 febbraio 2014, 17.48

Foto Infophoto Foto Infophoto

DIRETTA VERONA-JUVENTUS (2-2): CRONACA E TABELLINO (SERIE A, 23^ GIORNATA) - La Juventus frena la sua corsa. Al Bentegodi di Verona termina 2-2. Dopo esser passata in vantaggio per 0-2 grazie ai due gol di Tevez, la squadra di Conte si fa raggiungere nel finale da un Hellas mai domo. Toni e Juanito Gomez nel secondo tempo trovano le reti grazie a due colpi di testa che fanno esplodere di gioia il Bentegodi. La Juventus resta prima con 9 punti di vantaggio sulla Roma, mentre il Verona resta saldo al quinto posto attendendo il posticipo di stasera tra Inter e Sassuolo. (clicca qui per il tabellino della partita)

SINTESI PRIMO TEMPO –  Antonio Conte per la sfida odierna schiera la miglior formazione possibile. Il tecnico campione d’Italia deve rinunciare a Barzagli, ancora alle prese con una tendinopatia, e all’attaccante Quagliarella, che questa settimana si è allenato poco per via di uno stato influenzale. Di fronte a Buffon si dispongono Caceres, Bonucci e Chiellini. Sugli esterni Lichtsteiner e Asamoah, mentre in zona centrale di centrocampo troviamo Pirlo affiancato da Vidal e Pogba. In attacco regna sovrana la nuova coppia del gol formata da Tevez e Llorente. Mandorlini risponde con il 4-3-3: Rafael tra i pali, difesa composta da Cacciatore, Moras, Marques e Albertazzi, centrocampo rinforzato dalla presenza di Romulo, Donadel e Halfredsson, mentre in attacco Iturbe e Jankovic proveranno a innescare Luca Toni. Arbitra l’incontroil signor Daniele Doveri di Roma. La Juventus parte forte e al primo affondo sgretola la difesa gialloblù: Asamoah dalla sinistra punta Cacciatore che gli concede troppo spazio invitandolo al tiro prontamente respinto da Rafael, ma sulla sfera si catapulta Tevez che di prima insacca sbloccando dopo 3 minuti il risultato. La reazione del Verona non arriva, anzi. I bianconeri continuano a controllare il possesso rimanendo molto alti e costringendo di fatto gli scaligeri a rimanere schiacciati nei propri 40 metri. L’ottima condizione di Lichtsteiner e Asamoah permette alla capolista di offendere con efficacia sulle fasce. Mandorlini ordina a Iturbe e Jankovic di raddoppiare, penalizzando i vari tentativi di contropiede. Al 21esimo i bianconeri colpiscono ancora. Pogba riceve palla sulla tre quarti e con un verticale preciso premia il movimento di Tevez che aggancia la sfera e di mancino batte sul suo palo Rafael. L’Hellas prova a rispondere ma Toni resta troppo isolato in avanti, mentre Iturbe pur mettendo in scena tutta la sua velocità non riesce a saltare l’uomo. Alla mezzora Tevez sfiora la tripletta. Un’azione insistita dei bianconeri porta al cross di Lichtsteiner. Llorente stoppa la sfera in area apparecchiando per Tevez che fa esplodere un destro violento, ma impreciso. Nel finale Vidal fa perdere le staffe a Conte dopo l’ennesima palla persa, ma l’efficace lavoro della difesa bianconera permette a Buffon di terminare il primo tempo senza aver compiuto parate.

SINTESI SECONDO TEMPO – Il Verona inizia con un piglio decisamente diverso la ripresa, ma la prima occasione è bianconera. Asamoah penetra ancora in area avversaria appoggiando per Pogba che calcia male con l’esterno. Nessun problema per Rafael. I padroni di casa pressano e spingono riuscendo a trovare il gol che accorcia le distanze. Il cross da calcio di punizione di Romulo trova Toni che in tuffo anticipa Chiellini e Bonucci punendo Buffon. I bianconeri rispondo al gol degli avversari provando subito a chiudere il match. I difensori gialloblù mostrano però maggior concentrazione in fase difensiva riuscendo a gestire meglio situazioni complicate. Al 60esimo Mandorlini inserisce Martinho per Jankovic. Conte risponde chiamando Osvaldo all’esordio, richiamando in panchina Llorente. L’italo-argentino prova a ripagare la fiducia del tecnico dopo pochi minuti. Pirlo verticalizza con precisione azionando l’attaccante lateralmente in area. Controllo a seguire e tocco morbido, ma angolato che centra il palo più lontano. Negli ultimi 20 minuti solo Hellas. Halfredsson conclude con un mancino violento da fuori area non trovando lo specchio. Chiellini poco dopo si infortuna lasciando spazio a Ogbonna. Osvaldo ci riprova, questa volta andando a segno ma la rete viene annullata per la posizione irregolare di Asamoah, assist-man nell’occasione. Al 79esimo Toni sfiora la doppietta. Dagli sviluppi di un calcio piazzato Albertazzi propone una sponda precisa per Toni che conclude di prima intuizione trovando la prodigiosa opposizione di Buffon. Il Bentegodi ci crede, Vidal si infortuna e Mandorlini rischia il tutto per tutto inserendo Juanito Gomez per Cacciatore e passando a uno spregiudicato 3-4-3. La mossa del tecnico gialloblù si rivela vincente al 94esimo quando Romulo dalla destra (lasciato colpevolmente libero da Pogba) propone un cross teso che trova il colpo di testa di Juanito Gomez.

DIRETTA VERONA-JUVENTUS (2-2) LIVE: GOL DI GOMEZ! Al 94' minuto di gioco Verona 2 Juventus 2. Gol di Juanito Gomez, che spizza di testa un cross dalla fascia destra di Romulo, lasciato troppo libero di mettere al centro dalla difesa juventina. Quarto gol in campionato per l'attaccante argentino dell'Hellas.

DIRETTA VERONA-JUVENTUS (1-2) LIVE: GOL DI TONI! Al Al 52' minuto di gioco Verona 1 Juventus 2. Il gol dell'Hellas è stato realizzato da Luca Toni, che mette a segno il gol numero 11 del suo campionato. Punizione dalla fascia sinistra di Romulo e sul primo palo Toni anticipa Chiellini e Bonucci, insaccando di testa alla sua maniera. Ora l'Hellas ci crede. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI VERONA-JUVENTUS LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 23^ GIORNATA)

DIRETTA VERONA-JUVENTUS (0-2) LIVE: GOL DI TEVEZ! Al 21' minuto di gioco Verona 0 Juventus 2. Il raddoppio bianconero porta ancora la firma di Carlos Tevez, a segno per la tredicesima volta in campionato. L'argentino sfrutta un bel passagio filtrante dei Pogba, scatta in area sul filo del fuorigioco (posizione da verificare) e batte Rafael con un sinistro rasoterra, che passa in mezzo alle gambe le portiere veronese.

DIRETTA VERONA-JUVENTUS (0-1) LIVE: GOL DI TEVEZ! Al 4' minuto di gioco Verona 0 Juventus 1. Il gol è di Carlos Tevez: cross dal fondo sinistro nel'area piccola dell'Hellas, il portiere Rafael ribatte con i pugni ma la palla rimbalza sulla gamba destra di Tevez e finisce in rete. Per l'attaccante argentino si tratta del gol numero 12 in questo campionato.

DIRETTA VERONA-JUVENTUS (0-0) LIVE: LE FORMAZIONI UFFICIALI - VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 3 Albertazzi, 25 Marques, 18 Moras, 29 Cacciatore; 10 Hallfredsson, 30 Donadel, 2 Romulo; 15 Iturbe, 9 Toni, 11 Jankovic In panchina: 12 Nicolas, 98 Borra, 23 A.Gonzalez, 4 Pillud, 33 Agostini, 5 Donati, 14 Cirigliano, 7 Marquinho, 26 Sala, 6 Martinho, 21 J.Gomez, 8 Cacia Allenatore: Andrea Mandorlini JUVENTUS (3-5-2): 1 Buffon; 4 M.Caceres, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 23 Vidal, 21 Pirlo, 6 Pogba, 22 Asamoah; 10 Tevez, 14 Llorente In panchina: 30 Storari, 34 Rubinho, 5 Ogbonna, 13 Peluso, 33 Isla, 20 Padoin, 8 Marchisio, 7 Pepe, 9 Vucinic, 12 Giovinco,18 Osvaldo Allenatore: Antonio Conte. 

DIRETTA VERONA-JUVENTUS, LA CHIAVE TATTICA - La chiave tattica di Verona-Juventus prevede che i bianconeri provino a fare la partita: Antonio Conte sa bene che gli scaligeri sono in grado di attaccare a spron battuto quando giocano in casa e quindi non ha intenzione di farsi schiacciare nella propria trequarti, anche se ovviamente cercherà di impostare i suoi come si è visto contro l'Inter. Ovvero, aspettare per recuperare il pallone e avere spazi per costruire la manovra, costringere il Verona a uscire, perchè un conto è attaccare con gli avversari schierati ad aspettare, un conto è prenderli di sorpresa. Le fasce laterali saranno fondamentali: non solo per mettere in mezzo palloni a beneficio di Fernando Llorente, ma anche e soprattutto per costringere gli esterni scaligeri a uscire in pressing e lasciare ai centrocampisti lo spazio per inserirsi. Attenzione al Verona, che ha in Iturbe e Romulo giocatori in grado di partire palla al piede e andare in progressione per spaccare la difesa, una situazione che la Juventus ha mostrato di soffrire.

DIRETTA VERONA-JUVENTUS, I PRONOSTICI - I pronostici SNAI per la partita Hellas Verona-Juventus. Le quote favoriscono la Juventus il cui successo finale è quotato a 1,40; 7,50 la quota per la vittoria del Verona mentre quella del pareggio è 4,50. Under 2,5 quotato a 2,05, Over a 1,70, Goal e Nogoal quotati a 1,85. Combinazioni risultato parziale/finale: la vittoria del Verona in entrambe le frazioni di gioco (combinazione 1-1) è quotato a 14,00, quello dopo pareggio nel primo tempo (X-1) a 15,00 e quello in rimonta nella ripresa (2-1) a 50,00. Il pareggio della Juventus nel secondo tempo (combinazione 1-X) è quotato a 20,00, quello in entrambe le frazioni (X-X) a 6,50 e quello del Verona nella ripresa (2-X) a 20,00. La vittoria della Juventus in rimonta nella ripresa (combinazione 1-2) è quotata a 20,00, quella dopo pareggio all'intervallo (X-2) a 3,85 e quella in entrambi i tempi (2-2) a 2,00. Somma gol finale: 0 quotato a 13,00, 1 a 5,20, 2 a 3,40, 3 a 3,70, 4 a 4,90, superiori a 4,50. Risultato esatto: quello dell'andata ovvero 2-1 per la Juventus è quotato a 7,50. Risultati pro Verona: 1-0 quotato a 20,00, 2-0 a 50,00, 2-1 a 22,00, 3-0 a 150,00, 3-1 a 75,00, 3-2 a 60,00, 4-0 a 300,00 così come il 4-1, il 4-2 e il 4-3. Possibili pareggi: 1-1 a 8,00, 2-2 a 20,00, 3-3 a 75,00, 4-4 a 275,00. Risultati pro Juventus: 0-1 quotato a 6,50, 0-2 a 6,00, 0-3 a 9,50, 1-3 a a 10,00, 2-3 a 28,00, 0-4 a 20,00. 1X2 primo tempo: segno 1 quotato a 6,50, X a 2,45 e 2 a 1,90. 

DIRETTA VERONA-JUVENTUS: LIVE, RISULTATO E CRONACA (SERIE A 2013-2014, 23^ GIORNATA) - Alle ore 15 di questo pomeriggio lo stadio Bentegodi ospita Verona-Juventus, partita valida per la 23^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Una partita molto interessante, che all'andata i bianconeri avevano vinto per 2-1 ribaltando con Tevez e Llorente (al primo gol italiano alla prima da titolare) la rete di Cacciatore; la classifica dice che gli scaligeri con 35 punti occupano la quinta posizione in classifica e, se il campionato finisse oggi, entrerebbero ai preliminari di Europa League. La Juventus invece di punti ne ha 59 ed è la capolista del campionato; ha 9 lunghezze di vantaggio sulla seconda (che però ha una partita in meno). Sono dunque 24 i punti di distanza tra le due squadre: vincere per i bianconeri significherebbe allungare in classifica e porre un altro solco verso la conquista del terzo scudetto consecutivo, mentre per il Verona sarebbe un altro scalpo illustre in questo campionato e la prosecuzione di un grande torneo. In più la formazione di Andrea Mandorlini, come tutte le squadre, potrà esaltarsi contro la squadra più forte del campionato, e quindi dare il 110%. La storia ci dice che il Bentegodi è campo ostico per la Juventus, che qui ha sì vinto 9 volte ma è anche caduta in 10 occasioni, con 8 pareggi. Va anche detto però che delle ultime sei partite casalinghe il Verona ne ha vinta solo una; è però amarissima per la Juventus, che nel 2000 perse 2-0 con la doppietta di Fabrizio Cammarata (cresciuto nel vivaio bianconero) e di lì a poco avrebbe clamorosamente detto addio a uno scudetto che aveva già vinto. L'ultima in assoluto risale al novembre del 2001, poco dopo: Camoranesi e Colucci fecero 2-0, Tudor e Trezeguet ripresero il Verona. Tanti i doppi ex della partita: in primis Luca Toni che ha passato sei mesi nella Juventus allenata da Gigi Delneri (2 gol in 14 partite). Cesare Prandelli ha giocato nella Juventus e allenato il Verona (riportato in Serie A), come detto c'è Fabrizio Cammarata e il già citato Mauro Camoranesi, portato in Italia dai veneti per poi esplodere negli otto anni con la Juventus, fino a vincere il Mondiale con la nazionale italiana. Ricordiamo anche Angelo Peruzzi, storico portiere del grande ciclo vincente degli anni Novanta: per una stagione era stato in prestito al Verona. Più nel passato ricordiamo Pietro Fanna, quattro scudetti in bianconero più quello storico degli scaligeri; non lo vinse Domenico Penzo, che dal Veneto se ne andò nel 1983 per prendersi tricolore e Coppa Italia a Torino. Due scudetti e una Coppa Italia in bianconero per Vinico Verza, che poi andò a Verona per tre stagioni e segnò un gol stupendo con fuga iniziata nella sua area di rigore. 

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI VERONA-JUVENTUS LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 23^ GIORNATA)

Continua a essere strepitoso il rendimento casalingo del Verona: gli scaligeri finora hanno realizzato 24 punti in 11 partite, senza mai pareggiare e portando a casa ben 8 vittorie. Tra le squadre cadute in Veneto ci sono Lazio e Milan; in generale questo bilancio ha permesso alla squadra di Andrea Mandorlini di chiudere subito la pratica salvezza e sognare la zona Europa League, che attualmente tiene in mano. A scalfire il grande campionato gialloblu non è riuscita nemmeno la serie di tre sconfitte consecutive con cui si è aperto il 2014 (Napoli, Milan e Roma dopo la vittoria nel derby triveneto contro l'Udinese); a contribuire a questo grande rendimento ovviamente c'è la stagione fantastica di Luca Toni, che pochi si aspettavano in queste condizioni. Sono già 10 i gol dell'attaccante emiliano: 5 quelli di Juan Iturbe, altra rivelazione dell'anno. Il calciomercato non ha portato grandi stravolgimenti: la squadra girava e non era necessario modificare troppo la rosa. Era impossibile trattenere Jorginho, adesso la grande speranza di Mandorlini è che i giocatori che dovranno sostituirlo (su tutti Cirigliano) diano il loro senza accusare cali di rendimento. Ad ogni modo, la stagione del Verona è già eccezionale così e poter giocare con la mente sgombra da qui a maggio aiuterà. Un avviso per la Juventus, che si presenta al Bentegodi da dominatrice: la Lazio avrà anche interrotto la striscia di vittorie consecutive (12, nuovo record per la società), ma la domenica seguente la capolista ha ripristinato le gerarchie battendo 3-1 l'Inter e dando un'altra dimostrazione di forza. In casa la Juventus ha sempre vinto, in trasferta si è fermata solo contro la Lazio, contro gli stessi nerazzurri all'andata e contro la Fiorentina, che rimane l'unica sconfitta del torneo. Sono 54 i gol realizzati, miglior attacco; 16 quelli subiti, e forse qui c'è l'unico difetto della rosa di Antonio Conte, perchè spesso e volentieri quando uno dei tre titolarissimi viene a mancare il reparto scricchiola e commette errori di distrazione. Un dettaglio sul quale lavorare se si vuole chiudere la questione scudetto: la Roma è sempre lì che pressa e non ci si può distrarre. Intanto il calciomercato ha portato in dote Pablo Daniel Osvaldo, che rimpolpa l'attacco; difficile vederlo subito in campo perchè Tevez-Llorente è coppia al momento insostituibile. Qualche panno sporco da lavare (Quagliarella apparentemente fuori rosa, o fuori dai piani dell'allenatore) ma resta il fatto che la stagione della Juventus fino a qui si può solo definire trionfale. Vedremo se la marcia continuerà su uno dei campi più difficili della Serie A: Conte vuole allungare adesso perchè sa bene che tra poco l'Europa League porterà via energie preziose e qualche partita di campionato diventerà più difficile del previsto. Il Verona se la gioca: sta bene, è tranquillo, ha poco da salvare o difendere e ci proverà consapevole che la sconfitta non sarebbe un dramma. Chi avrà la meglio? Mettiamoci comodi e scopriamolo dando la parola al campo: la diretta di Verona-Juventus sta per cominciare...

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI VERONA-JUVENTUS LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 23^ GIORNATA)


  PAG. SUCC. >