BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Atalanta-Chievo: tutte le notizie alla vigilia (serie A, 26^ giornata)

Le probabili formazioni di Atalanta Chievo: all'Atleti Azzurri d'Italia, alle ore 15, si gioca un delicato scontro salvezza valido per la 26^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014

Foto InfophotoFoto Infophoto

Si gioca domani pomeriggio all'Atleti Azzurri d'Italia Atalanta-Chievo, partita valida per la 26^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Scontro che possiamo considerare importante per la salvezza: con il pareggio conquistato sul campo dell'Udinese gli orobici si sono probabilmente tirati fuori dal discorso, ma l'andamento della stagione e delle squadre che lottano per non retrocedere in Serie B non autorizza festeggiamenti anticipati. I veronesi poi hanno un solo punto di vantaggio sul terzultimo posto e hanno vinto pochissimo nelle ultime giornate: per loro la partita è ancora più importante. Arbitra Celi.

L'Atalanta è una squadra che si trasforma nel suo rendimento tra casa e trasferta. A Bergamo ha ottenuto 23 dei 28 punti totali: sette delle otto vittorie ottenute in campionato sono arrivate all'Atleti Azzurri d'Italia. C'è quindi un po' di rammarico: con un minimo di continuità in più in trasferta, probabilmente i nerazzurri sarebbero già salvi e non si dovrebbero più preoccupare di partite come questa. Il grosso problema della squadra resta l'attacco: Denis a parte non ci sono giocatori che vedano la porta con troppa regolarità e questo naturalmente frena il percorso di crescita del gruppo, che ha finora concesso 37 gol e non è troppo abituata a fare la partita (sedicesima per possesso palla, sedicesima per pericolosità) ma dovrà farlo oggi perchè gioca in casa e perchè il Chievo è formazione abituata ad aspettare per poi colpire con le ripartenze. Fuori Bellini e Cazzola, non ci sono squalificati ma attenzione alla diffida di Denis, che rischia di saltare la trasferta di Roma contro la Lazio: Colantuono pare comunque intenzionato a mandarlo in campo, con De Luca alle sue spalle e dunque la panchina per Maxi Moralez. Il resto rimane invariato: torna Benalouane sulla corsia destra di difesa. 

Il Chievo arriva da una vittoria importantissima: quella ottenuta contro il Catania in uno scontro diretto veramente delicato, e che ha permesso ai veneti di uscire per il momento dalla zona retrocessione. Adesso però Eugenio Corini deve ritrovare la continuità dei risultati, perchè tre punti del genere non si possono buttare via. Comprovata la difficoltà nell'andare in rete (i gol sono appena 19, insieme agli etnei è il peggior attacco della Serie A), bisogna puntare sulla capacità di difendersi e far giocare male gli avversari (35 reti incassate), una qualità che può fare la differenza e che è il marchio di fabbrica dei gialloblu, basti vedere i dati di possesso palla (penultimo), tiri nello specchio della porta (ultimo), supremazia territoriale (penultimo) e pericolosità (ultimo). Insomma il messaggio è chiaro: se il Chievo si salverà pur avendo queste misere statistiche offensive, significa che Corini avrà centrato un piccolo miracolo. Intanto, per quanto riguarda la formazione anti-Atalanta, il tecnico deve fare a meno di Sardo che ha ricevuto due giornate di squalifica (espulso dalla panchina) e anche a Paredes, arrivato in prestito dalla Roma, e Calello. E' 4-3-1-2, con Hetemaj che avanza la sua posizione e si sistema alle spalle di Thereau e Paloschi.