BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Milan-Juventus: gli assenti (Serie A, 26esima giornata)

Clarence Seedorf, allenatore del Milan (Foto Infophoto) Clarence Seedorf, allenatore del Milan (Foto Infophoto)

Come al solito Antonio Conte non ha parlato in conferenza stampa: lo ha fatto e lo farà in Europa, in Italia preferisce evitare le polemiche che possono derivare dalle sue dichiarazioni. Ad ogni modo, la squadra è fatta e non ha segreti; superato il turno in Europa League, qui tornano i titolari. Come Barzagli, ormai pienamente recuperato e che dirotta Caceres a sinistra, con Bonucci in mezzo. Al centro, poche alternative: ad affiancare l'ex di turno Pirlo ci saranno Pogba e Marchisio, mentre c'è ottimismo per Asamoah che alla peggio andrebbe in panchina, ma sembra già pronto anche per giocare dopo aver saltato la trasferta di Trebisonda per un'elongazione. Lichtsteiner prende il suo abituale posto sulla destra, mentre davanti ci sono Tevez e Llorente che Conte è riuscito a non utilizzare in Turchia, dunque li ha freschi e pronti a far male. Per l'Apache è rimasta in sospeso la questione del gol alle grandi: Fiorentina a parte (su rigore) non ne ha ancora segnato uno.

Chiellini ce la fa: era già disponibile contro il Trabzonspor ma giustamente non era stato rischiato, anche oggi non è al meglio e dunque si accomoda in panchina, pronto però a dire la sua qualora ce ne sia bisogno. Buone indicazioni sono arrivate dall'Europa: Isla ad esempio ha giocato un'ottima partita e si candida a un ruolo importante di qui al termine della stagione, molto bene anche Giovinco che deve rispondere ai fischi subiti allo Juventus Stadium. Osvaldo in due partite da titolare ha segnato due gol: gli manca il sigillo in campionato, potrebbe essere un'arma importante nel secondo tempo.

Squalificato Arturo Vidal, che contro il Torino è stato ammonito all'inizio della partita e salta dunque la grande sfida. Con lui sono fermi Vucinic e Pepe. Per il monetenegrino si tratta di aspettare circa venti giorni, mentre l'esterno romano, sfortunatissimo, probabilmente non riuscirà più a rientrare entro la fine del campionato se non per qualche sporadico spezzone come era già avvenuto in Coppa Italia.