BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Indian Wells 2014/ Tennis, Reggi: Giorgi-Pennetta, derby imprevedibile. Fognini migliorato grazie al coach (esclusiva)

Camila Giorgi, 22 anni: gioca contro Flavia Pennetta agli ottaviCamila Giorgi, 22 anni: gioca contro Flavia Pennetta agli ottavi

E' difficile analizzare la partita da un punto di vista tecnico. Diciamo che la Pennetta è leggermente favorita per la maggiore esperienza, ma la Giorgi non ha niente da perdere e quanto entri in campo così sei sicuramente più sciolta. Non sottovaluterei Camila: se la può ampiamente giocare. 

Chi se l'è giocata è Fognini, con la vittoria con brivido su Monfils… Fabio non è una sorpresa. L'ho trovato molto solido, non solo come gioco ma anche come fisico. Ha fatto un notevole salto di qualità dovuto sicuramente al nuovo coach (José Perlas, ndr) che ha lavorato con grandi campioni; la differenza si vede, qualche anno fa questa partita contro Monfils l'avrebbe persa e invece è stato bravo a rimanere lì e vincere. 

Contro Dolgopolov, che a sorpresa ha battuto Nadal, parte favorito? Certo l'ucraino è sempre meglio di Nadal, non ci piove; Fabio però non deve abbassare la guardia. Dolgopolov è un giocatore imprevedibile, dipende da come si alza dal letto: un giorno può giocare una partita perfetta e quello successivo sbagliare tutto. Fognini è favorito, ma attenzione ai cali di tensione. 

Per ultimo, questa sera c'è un interessante scontro Halep-Bouchard: possono davvero essere due delle future dominatrici del circuito? Leggiamola così: sono due ragazze che hanno un fisico che possiamo definire "normale", che non sono altissime e tutte muscoli, e che esprimono un gran tennis. La Halep mi piace molto, è miglioratissima di testa: si vedeva già che sapeva giocare, ma in passato ha perso tante partite mentalmente. La Bouchard è una predestinata, se ne parla da quando era bambina. Entrambe hanno mezzi e possibilità per entrare nell'elite, e già ci sono piuttosto vicine. 

Un bel cambiamento, no? Sì, fa piacere che in un'epoca dominata da Serena Williams, Azarenka e Sharapova arrivino ragazze che arrivano al top nonostante il fisico. Sarà una bella partita, e un po' un ritorno al passato. 

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.