BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Tirreno-Adriatico/ Vince la Omega Pharma-Quick Step, primo leader Mark Cavendish (prima tappa Donoratico-San Vincenzo, cronosquadre)

Tirreno-Adriatico: prima tappa cronosquadre Donoratico-San Vincenzo (18,5 km). Vince la Omega Pharma-Quick Step, Mark Cavendish maglia azzurra di leader: i risultati e la classifica

Mark Cavendish (Infophoto)Mark Cavendish (Infophoto)

È il primo leader della Tirreno-Adriatico. Infatti la Omega Pharma-Quick Step ha vinto la cronosquadre Donoratico-San Vincenzo di 18,5 km e il primo corridore a tagliare il traguardo è stato proprio il velocista britannico, che dunque domani mattina indosserà la maglia azzurra riservata al leader della classifica generale. La sua squadra ha vinto con il tempo di , alla impressionante media di 54,905 km/h. Una ottima notizia anche per i due uomini di classifica della squadra belga, Michal Kwiatkowski e Rigoberto Uran, che conquistano secondi preziosi nei confronti dei rivali, in particolare Nairo Quintana - terzo con la Movistar a 18" di ritardo - e Alberto Contador, che invece ha chiuso la cronosquadra con i 24" di ritartdo accumulati dalla sua Tinkoff-Saxo. Al secondo posto di tappa ha chiuso invece la formazione australiana della Orica-GreenEdge, staccata di 11" dalla Omega, che conferma ancora una volta la sua straordinaria forza in questa specialità della cronosquadre, di cui sono anche campioni del Mondo in carica. (Mauro Mantegazza)

Comincia oggi la Tirreno-Adriatico 2014. La stagione del grande ciclismo entra dunque sempre più nel vivo con la cosiddetta 'Corsa dei Due Mari', una gara che ormai è tra le più importanti in assoluto nel panorama internazionale, anche grazie all'altissimo livello dei partecipanti, attirati pure da un percorso che presenta occasioni sia per i velocisti, sia per gli uomini da classiche, sia per gli scalatori e anche per i cronoman. Si comincia oggi appunto con una cronosquadre che darà già qualche indicazione importante per la classifica finale. In programma c'è dunque la Donoratico-San Vincenzo di 18,5 km, interamente in provincia di Livorno su un tracciato sostanzialmente del tutto pianeggiante, che dunque sarà un test significativo per tutte le squadre in questa particolare specialità. Un rilevamento cronometrico intermedio sarà posto al km 11,300 in località Accattapane, per avere aggiornamenti in corso sulle prove dei vari team. Sotto i riflettori ci sarà soprattutto Alberto Contador, il protagonista più atteso, ma non dimentichiamo altri due grandi uomini da corse a tappe come Nairo Quintana e Cadel Evans. Poi Richie Porte, che guiderà il Team Sky - spalleggiato da Bradley Wiggins - dopo la rinuncia di Chris Froome a causa di problemi fisici e tanti altri campioni come ad esempio Peter Sagan e Philippe Gilbert per le tappe miste, Mark Cavendish e Marcel Kittel per le volate, Fabian Cancellara e naturalmente Ivan Basso e Michele Scarponi, che saranno i principali rappresentanti del ciclismo italiano, senza comunque dimenticare i giovani che saranno guidati da Diego Ulissi. Dopo questa pur sintetica presentazione, è facile capire perché la Tirreno-Adriatico sarà un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di ciclismo. Ciò sarà possibile grazie all'ampia copertura garantita dalla Rai. Per quanto riguarda la giornata di oggi, la diretta tv avrà inizio già alle ore 13.55 su Rai Sport 2 (canale numero 58 del telecomando), che passerà poi la linea a Rai Tre attorno alle ore 16.00 – quando invece su Rai Sport 2 si potranno seguire le battute finali della tappa odierna della Parigi-Nizza – e fino alle ore 16.45, quando la Tirreno tornerà protagonista sul canale tematico sportivo, sempre con la telecronaca di Francesco Pancani e il commento tecnico di Silvio Martinello. Per tutti quelli che non potranno mettersi davanti a un televisore nel pomeriggio di un giorno lavorativo, ricordiamo infine la possibilità di seguire la Donoratico-San Vincenzo anche in streaming video tramite il sito Internet ufficiale della Rai (www.rai.tv).

© Riproduzione Riservata.