BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Mondiali pattinaggio 2014/ News, Carolina Kostner sfida Asada e Lipnitskaya, ma la Sotnikova non c'è

Pubblicazione:martedì 18 marzo 2014 - Ultimo aggiornamento:martedì 18 marzo 2014, 14.38

Gran gala a Sochi: Carolina Kostner (27), Yulia Lipnitskaya (15), Mao Asada (23), Gracie Gold (18), Yuna Kim (23) Gran gala a Sochi: Carolina Kostner (27), Yulia Lipnitskaya (15), Mao Asada (23), Gracie Gold (18), Yuna Kim (23)

MONDIALI PATTINAGGIO 2014 - Iniziano la prossima settimana i Campionati del Mondo di pattinaggio di figura 2014. Si terranno a Saitama, in Giappone; si torna nella terra del Sol Levante dopo 7 anni (allora si era gareggiato a Tokyo). Gli occhi di tutti gli italiani saranno concentrati su Carolina Kostner; stando alle dichiarazioni precedenti le Olimpiadi di Sochi, la gardenese dovrebbe essere all'ultima competizione ufficiale della carriera. "Voglio dedicarmi alla parte più artistica di questo sport" aveva detto prima di centrare un fantastico bronzo a cinque cerchi; nel 2013 in Ontario era stata seconda dietro a Yuna Kim e davanti a Mao Asada. A proposito delle due più grandi avversarie di Carolina: per loro i destini sono diversi, ma l'aria che si respirerà a Saitama sarà quella di un mondo in completa rivoluzione e rinascita dalle ceneri. La coreana, sei medaglie iridate e due olimpiche, non ci sarà: ha già detto stop dopo Sochi, chiude a 23 anni senza ripensamenti. Mao Asada invece si concede un ultimo, grande ballo: a Tokyo, quando aveva sedici anni, aveva vinto l'argento dietro la connazionale Miki Ando, poi ha ottenuto l'oro nel 2008 e 2010. Alle Olimpiadi ha fallito: nel programma corto ha commesso diversi errori, è stata affossata dai giudici e ha vanificato uno strepitoso programma libero (più di 142 punti) che le ha dato solo il sesto posto. Era facile pronosticare che non avrebbe mancato i Mondiali in casa, per quello che però sarà il suo ultimo evento ufficiale prima del ritiro. Carolina Kostner, Mao Asada, Yuna Kim: parlavamo già qualche settimana fa della loro scelta (clicca qui approfondire), e sia come sia il pattinaggio perde tre figure gigantesche non solo degli ultimi anni. Ma le sorprese che ci aspettano in Giappone non sono finite qui: quando dicevamo che sarà un'edizione di nostalgia e rimpianti ci riferivamo anche al fatto che non vi prenderanno parte la medaglia d'argento della gara maschile, il canadese Patrick Chan (anche tre volte campione del mondo) e il secondo classificato dei Mondiali del 2013, il kazako Denis Tan. Ancora: gli Stati Uniti rinunciano alla coppia di danza Meryl Davis/Charlie White (oro a Sochi), il Canada non porta Tessa Virtue e Scott Moir, sei medaglie mondiali e tre olimpiche (argento lo scorso febbraio). La grande notizia tuttavia arriva dalla Russia, che nel frattempo ha fatto incetta di medaglie a livello juniores: 


  PAG. SUCC. >