BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni / Borussia Dortmund-Zenit San Pietroburgo, le ultime novità (Champions League, ritorno ottavi)

Pubblicazione:mercoledì 19 marzo 2014 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 19 marzo 2014, 13.14

Robert Lewandowski (Infophoto) Robert Lewandowski (Infophoto)

FORMAZIONE ZENIT SAN PIETROBURGO – Così ha parlato l'allenatore ad interim Sergei Semak nella conferenza stampa alla vigilia: “Noi tutti amiamo il calcio. Tutto è possibile in questo sport. Ovviamente non abbiamo molte possibilità. Giocheremo contro una delle squadre più forti d'Europa, forse del mondo. Sarà importante fare una buona prestazione. Il Dortmund ha una squadra molto forte e non penso di dover spiegare io come giocano. Sono molto forti quando si tratta di attaccare. Per noi è una nuova esperienza giocare qui e di certo impareremo molte cose nuove. Non è facile giocare contro una squadra del genere. Non abbiamo avuto molto tempo per cambiare le cose. Il compito più importante per me è stato quello di unire la squadra e instillare uno spirito di squadra. Abbiamo molti ottimi giocatori a livello individuale, ma volevo che migliorassero il loro spirito di squadra, il loro senso di unione. Abbiamo dei veri professionisti e voglio che diano il loro meglio. La situazione non è semplice per me. Il risultato sarà interessante per me solo se porterà una vittoria e la qualificazione. E' molto più importante per noi dare il nostro meglio, vedere una squadra unita e avere la possibilità di non rimpiangere niente dopo la gara. Solo in quel caso avremo una possibilità di cambiare le cose”. Sarà titolare anche l'italiano Criscito, mentre le residue speranze di mettere paura al Borussia saranno affidate in particolare a Hulk e Rondon, elementi di spicco dell'attacco nel 4-2-3-1 russo.

PANCHINA ZENIT SAN PIETROBURGO – In panchina citiamo il difensore Neto, con trascorsi nel calcio italiano, e poi l'esperto centrocampista Tymoschchuk e il fantasista Danny, numero 10 non a caso.

INDISPONIBILI ZENIT SAN PIETROBURGO – Gli assenti di spicco sono Ansaldi e Arshavin, che hanno entrambi saltato la sfida con il CSKA in campionato. Certo, le assenze del Borussia sono di più, ma quelle dello Zenit sono comunque pesanti e rischiano di essere una zavorra eccessiva per una rimonta già molto difficile.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LE PROBABILI FORMAZIONI DI BORUSSIA DORTMUND-ZENIT SAN PIETROBURGO (CHAMPIONS LEAGUE 2013-2014, RITORNO OTTAVI DI FINALE)


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >