BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Diretta/ Livorno-Napoli (risultato finale 1-1): cronaca e tabellino (Serie A, 26^ giornata)

Pubblicazione:domenica 2 marzo 2014 - Ultimo aggiornamento:domenica 2 marzo 2014, 21.37

Foto Infophoto Foto Infophoto

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI 1-1 (SERIE A 2013-2014, 26^GIORNATA): CRONACA E TABELLINO - All’Armando Picchi va in scena il primo posticipo della ventiseiesima giornata tra Livorno e Napoli. La formazione di Mimmo Di Carlo ha bisogno di punti importanti per risalire dalla zona retrocessione, approfittando della sconfitta del Chievo, del Catania e del Sassuolo, oltre che del pareggio del Bologna. Allo stesso modo i partenopei possono avvicinare la Roma dopo il pareggio coi nerazzurri nell’anticipo di ieri sera. Benitez deve fare a meno dello squalificato Higuain, così si affida a Pandev, Mertens e Callejon, mentre Di Carlo schiera dal primo minuto Belfodil, affiancato da Paulinho. Nella prima parte di gara regna l’equilibrio tra le due squadre, forse con qualche errore di troppo da entrambe le parti. Poi i partenopei prendono le redini del gioco mantenendo il possesso palla e attaccando con più continuità, ma la difesa livornese è ordinata e chiude bene. Fino a che Mbaye per poco non combina un pasticcio cercando di chiudere Hamsik, per sua fortuna il pallone sbatte sulla traversa. Poi i partenopei trovano il vantaggio al 31’ su calcio di rigore. Mbaye sbaglia l’appoggio di testa in mezzo all’area servendo Pandev che viene atterrato da Ceccherini. Dagli undici metri Mertens spiazza Bardi e porta in vantaggio i partenopei. Ma piano piano i labronici trovano coraggio e pareggiano al 39’ in modo fortunoso. Discesa dalla sinistra di Mesbah che mette in mezzo per Mbaye che colpisce di tacco, Reina prima para e poi spinge inspiegabilmente il pallone nella propria porta con un braccio.

CRONACA SECONDO TEMPO - La ripresa comincia a ritmi sostenuti, con il Napoli che vuole ottenere la vittoria e un Livorno che non ci sta a perdere. Ma al 59’ sono i labronici a rischiare il sorpasso con Paulinho che calcia a centroarea ma Reina riesche a inghiottire il pallone e a sventare il pericolo. Nel minuto dopo invece è Hamisk a cercare il gol di testa ma Bardi blocca senza troppi problemi. Ma la vera spina nel fianco della difesa amaranto è Mertens, che con la sua rapidità va sempre via sulla sinistra, ma il suo tiro a giro si spegne a pochi centimetri dal palo. Al 74’ invece Paulinho prova a servire sul secondo palo Greco ma Jorginho riesce a togliergli il pallone dai piedi spizzando di testa e salvando i suoi da una situazione difficile. Qualche minuto dopo Belfodil semina il panico nella difesa partenopea saltando cinque avversari e concludendo addosso a Reina. Poi gli ultimi minuti di gara sono un assedio dei partenopei che non trovano la via del gol per pochissimo. In particolare quando Mertens scatta sulla sinistra e dal fondo mette in mezzo per l’arrivo di Zapata che perde per pochi secondi l’appuntamento col pallone da posizione ravvicinata. Dopo tre minuti di recupero di assedio Mazzoleni fischia la fine del match. Un punto molto importante per la formazione amaranto che può sperare di uscire dalla zona retrocessione. Mentre per i partenopei è un pareggio che va stretto dopo il pareggio della Roma, ma ora la formazione di Benitez forse dovrebbe guardarsi più alle spalle. (Federico MontanaroCLICCA QUI PER IL TABELLINO DI LIVORNO-NAPOLI 1-1 (SERIE A 2013-2014, 26^GIORNATA)

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI (1-1) LIVE, SECONDO TEMPO INIZIATO E' iniziato il secondo tempo di Livorno-Napoli, risultato fermo sulla parità, 1-1. La ripresa si è aperta su ritmi molto alti: subito labronici molto pericolosi con un tiro di Benassi che recupera palla e ci prova subito, senza però inquadrare la porta. Dall'altra parte i partenopei si fanno vedere, guadagnano un calcio d'angolo con un positivo Ghoulam e cercano qualche trama in velocità che però i difensori del Livorno sono molto bravi a spezzare. Secondo tempo che dunque sembra aperto a qualunque risultato, vedranno come procederanno le cose nei prossimi minutiCLICCA QUI PER LA DIRETTA DI  LIVORNO-NAPOLI LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI (1-1) LIVE, AUTOGOL DI REINA! Al 39' minuto di gioco Livorno 1 Napoli 1. La formazione amaranto torna in parità e il protagonista principale è ancora Ibrahima Mbaye, che propizia l'autogol del portiere partenopeo Pepe Reina. L'azione: Mesbah si inserisce molto bene sulla fascia sinistra, crossa rasoterra nell'area piccola dove Mbaye tira di tacco sinistro: Reina respinge ma girandosi per terra tocca per sbaglio la palla nella propria rete. 

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI (0-1) LIVE, GOL DI MERTENS! Al 32' minuto di gioco Livorno 0 Napoli 1. Gol del belga Dries Mertens su calcio di rigore, il sesto dell'ex giocatore del PSV Eindhoven nel campionato in corso. Penalty nato da un errore di Mbaye, che sul cross dalla fascia destra tocca di testa verso il centro della propria area: Pandev si inserisce e viene spinto da Ceccherini, rigore che ci può stare. Dal dischetto Mertens calcia centralmente col destro, spiazzando il portiere Bardi.

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI (0-0) LIVE - Nei primi minuti della partita Livorno-Napoli non è successo granchè, il Napoli gestisce di più il possesso del pallone mentre il Livorno non ha ancora concesso spazi nella sua metacampo. Classica fase di studio, i partenopei cercano varchi ma gli avversari per ora ribattono colpo su colpo.

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI (0-0) LIVE, LE FORMAZIONI UFFICIALI - Le formazioni ufficiali della partita Livorno-Napoli, valida per la ventiseiesima giornata di campionato. Per il Livorno modulo 5-3-2 con Belfodil in attacco assieme a Paulinho. Napoli col solito 4-2-3-1 con Goran Pandev punta unica in sostitutizione dello squalificato Higuain. Livorno (5-3-2): Bardi; Mbaye, Coda, Emerson, Ceccherini, Mesbah; Benassi, Greco, Biagianti; Belfodil, Paulinho In panchina: Anania, Aldegani, Rinaudo, Castellini, Valentini, Gemiti, Piccini, Duncan, Borja, Mosquera, Emeghara  Allenatore: Domenico Di Carlo Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Britos, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon, Hamsik, Mertens; Pandev In panchina: Colombo, Henrique, Reveillere, Bariti, Radosevic, Behrami, Dzemaili, Insigne, Zapata Allenatore: Rafael Benitez

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI, LA CHIAVE TATTICA – Livorno-Napoli sarà una partita tutt’altro che semplice per i padroni di casa amaranto. Il tecnico Mimmo Di Carlo sarà combattuto fra la necessità di provare a fare risultato, attaccando, per migliorare una situazione di classifica tutt’altro che semplice, e l’obbligo di coprirsi vista la potenza di fuoco messa in campo dagli avversari. Sarà un match tutto da gustare anche perché potremo vedere all’opera il Napoli senza la sua stella, Gonzalo Higuain, out perché squalificato e quindi impossibilitato a scendere in campo. Rafa Benitez farà affidamento su Callejon, "meno prima punta" rispetto al Pipita, e più mobile. L’ex Real Madrid proverà a spaziare su tutto il fronte d’attacco cercando di non dare punti di riferimento agli avversari. Simile il lavoro che svolgeranno Insigne, Hamsik e Mertens, i tre centrocampisti offensivi a supporto appunto di Callejon. Sarà un match per testare anche la tenuta difensiva della difesa partenopea, che orfana di Albiol (anch’egli fermato dal Giudice Sportivo), sarà composta dall’inedita coppia di centrali Fernandez-Henrique. Compito dei due difensori, cercare di tamponare le scorribande di Paulinho, il terminale offensivo del Livorno nonché l’avversario più temibile di questa sera per gli azzurri. Da tenere in considerazione anche il solito Emerson, mediano con il vizietto del gol che proverà a pungere la retroguardia del Napoli con i suoi tiri dalla distanza: Reina è avvisato.

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI, I PRONOSTICI - Inizia tra poco Livorno-Napoil, partita valida per la 26^ giornata del campionato di Serie A e diretta dall'arbitro Mazzoleni. Una sfida che vede chiaramente favoriti i partenopei, che cercano punti importanti per blindare il terzo posto e magari avvicinare il secondo della Roma. I labronici vogliono fare un passo avanti nella corsa salvezza, ma non trovano conforto nelle quote Snai ufficiali: la loro vittoria è infatti quotata a 6, contro la quota da 1,57 per la vittoria del Napoli e il 3,85 che vale il pareggio. Sono simili le quote per Goal e NoGoal: 1,83 contro 1,87 rispettivamente, come sempre si tratta di giocate che non permettono grosse vincite ma che certamente possono essere combinate ad altro. Come ad esempio il risultato esatto: all'andata il Napoli si era imposto per 3-0, questo risultato (stavolta sarebbe esterno) vi frutterebbe 12 volte la posta in gioco. Qualcosa meno per il 2-0, che è il punteggio dell'ultima vittoria partenopea al Picchi: vincereste 75 euro giocandone 10. Se volete puntare sul Livorno, consigliamo un 2-1 dando credito all'attacco del Napoli: vale 18 volte la giocata.

DIRETTA LIVORNO-NAPOLI: LIVE, RISULTATO E CRONACA (SERIE A, 26^ GIORNATA) - Alle ore 18,30 di oggi si gioca Livorno-Napoli, partita valida per la 26^ giornata del campionato di Serie A e in programma in questo orario insolito più che altro per favorire i partenopei che hanno giocato in Europa League giovedi. Certo non sono tre ore e mezza che fanno la differenza, ma dovendo comunque affrontare un viaggio di trasferta qualche agevolazione a livello logistico c'è. Il campo dice invece che il Livorno arriva a questa sfida con 20 punti in classifica e il terzultimo posto; il Napoli di punti ne ha 51 ed è terzo; entrambe, pur in dimensioni diverse, possono dire di stare affrontando una stagione con occasioni perse, come lo sono state ad esempio quelle della scorsa settimana. Diversi gli obiettivi: salvezza e solo salvezza per i labronici, terzo posto per i partenopei con qualche ambizione di arrivare secondi (il concetto è chiaro: gli azzurri vogliono tornare in Champions League). Sulla carta i partenopei dovrebbero avere vita facile; sulla carta, appunto, perchè il Napoli ha già dimostrato di soffrire certe squadre che si chiudono e ripartono e il Livorno con Mimmo Di Carlo ha avuto una svolta nei risultati e nel modo in cui sta in campo. I precedenti giocati in Toscana sorridono ai padroni di casa, che hanno portato a casa 9 vittorie contro le 8 del Napoli con 3 pareggi. Questa partita si è giocata anche in Serie B: il Livorno in tempi recenti ha centrato la promozione nella massima serie soltanto nel 2004, mentre il Napoli conosceva nel frattempo anni bui con la discesa addirittura in Serie C. Prima di quel periodo, ecco arrivare due partite in cadetteria, che sono anche l'ultima vittoria labronica e l'ultimo pareggio. Netto il 3-0 del Livorno (che sarebbe stato promosso a fine anno) firmato da una tripletta di Igor Protti, mentre sono di Doga e Vidigal le reti che sancirono il punto a testa nella stagione precedente. Il Napoli invece ha festeggiato al Picchi per l'ultima volta nel gennaio del 2010, anno che ha sancito la retrocessione del Livorno: fu 2-0 con le reti di Maggio e Cigarini. Abbiamo già citato un doppio ex della sfida: Igor Protti con la maglia amaranto è stato un eroe, ha giocato tre anni quando non aveva ancora 20 anni per poi tornare nel 1999 e chiudere la carriera dopo sei stagioni da 102 gol. A Napoli, dove fu mandato in prestito, visse una stagione difficile: la squadra visse un clamoroso tracollo e ottenne appena 14 punti, retrocedendo con 12 lunghezze di svantaggio rispetto alla penultima in classifica. Il contributo di Protti alla causa fu di 4 gol in 27 partite. Altro eroe a Livorno (111 gol) e solo comparsa a Napoli è Cristiano Lucarelli, e c'è anche José Luis Vidigal portato in Italia dal Napoli e poi trasferito a Livorno nel primo anno in Serie A. A livello di allenatori, a parte Walter Novellino, c'è Walter Mazzarri, livornese e grande protagonista della promozione del 2004; con i partenopei quattro stagioni condite da due qualificazioni in Champions League, un ottavo europeo perso ai tempi supplementari e la Coppa Italia in bacheca.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI  LIVORNO-NAPOLI LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)

Con l'arrivo di Mimmo Di Carlo in panchina il Livorno ha trovato, o sembra aver trovato, la sua giusta dimensione. I risultati sono arrivati subito, e si è capito che forse la prima vittoria ottenuta (contro il Sassuolo) non era semplicemente il frutto della spinta emotiva, importante ma di breve durata, dettata dal cambio in corsa: al contrario i labronici hanno poi ottenuto altri 4 punti, vincendo un importantissimo scontro diretto a Cagliari e pareggiando a Catania, un risultato considerato però negativo visto che per tre volte gli amaranto sono stati in vantaggio e per tre volte si sono fatti rimontare. Usciti per la prima volta dalla zona retrocessione, i labronici ci sono rientrati appena una settimana dopo perdendo in casa contro il Verona, una partita che ha mostrato un Livorno a due facce, ovvero totalmente passivo e in balia degli avversari nel primo tempo e poi addirittura arrembante e dominante quando ha segnato due gol in 51 secondi e probabilmente avrebbe meritato il pareggio. In casa la squadra ha vinto 3 partite, con 3 pareggi e 7 sconfitte. Il problema del gol con Di Carlo è stato superato: Paulinho ha raggiunto la doppia cifra, e nelle ultime cinque sono arrivate 10 reti. Il Napoli ha sprecato un'altra occasione per portarsi a ridosso del secondo posto e, soprattutto, allungare sulla Fiorentina che per fortuna dei partenopei non riesce mai a fare il passo giusto per mettere pressione. Il pareggio contro il Genoa è stato il terzo casalingo, dopo quelli ottenuti contro Sassuolo e Udinese: soprattutto, in queste partite il Napoli si è sempre fatto rimontare, dimostrando quindi di non riuscire a chiudere le gare. Punti persi, non si può dire altrimenti: ora non si può più sbagliare, e se l'ultima trasferta è positiva (2-0 al Sassuolo), quella immediatamente prima è stata nettamente persa a Bergamo (0-3). In più la prossima giornata è quella di Napoli-Roma: d'accordo il precedente in Coppa Italia, ma qui siamo in campionato e Rafa Benitez vuole arrivare all'appuntamento avendo quantomeno mantenuto invariate le distanze. Sono 23 i punti del Napoli in trasferta: 7 vittorie sono un ottimo bottino, ma poi ci sono anche 3 sconfitte e solo 2 pareggi. Gonzalo Higuain ha toccato quota 13 in campionato, mentre Hamsik non segna da novembre e Callejon ha leggermente rallentato la sua produzione offensiva. Vedremo un Livorno coraggioso e in grado di prendere in mano le redini la partita oppure il Napoli riuscirà a imporre la sua superiorità tecnica vincendo la partita? Lo scopriremo presto, certo è che entrambe hanno più di un valido motivo per portare a casa i tre punti e non lasceranno nulla di intentato. Bisognerà valutare il recupero partenopeo dalle energie spese in Europa League: non resta allora che mettersi comodi, dare la parola al campo e vedere come andrà a finire: la diretta di Livorno-Napoli sta per cominciare...

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI  LIVORNO-NAPOLI LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)


  PAG. SUCC. >