BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Diretta/ Torino-Sampdoria (risultato finale 0-2): cronaca e tabellino (Serie A, 26^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

DIRETTA TORINO-SAMPDORIA (RISULTATO FINALE 0-2): LA CRONACA E IL TABELLINO DELLA PARTITA (SERIE A, 26^ GIORNATA) - La Sampdoria supera il Torino in trasferta vincendo per 0-2 all’Olimpico. Okaka nel primo tempo e Gabbiadini nel secondo certificano il ritorno al successo dei blucerchiati dopo 3 settimane di attesa.Vittoria meritata. Per i granata prestazione da dimenticare. Ora il sogno Europa League si allontana…

SINTESI PRIMO TEMPO – Gianpiero Ventura per la sfida odierna presenta il consueto 3-5-2. Davanti a Padelli si dispongono Maksimovic, Glik e Bovo. Larghi sulle fasce Darmian e Pasquale, mentre in mezzo al campo troviamo Kurtic, Vives e Farnerud. Inattacco i gemelli del gol, Cerci e Immobile. Sinisa Mihajlovic risponde con un aggressivo 4-2-3-1. Da Costa tra i pali, linea difensiva composta da De Silvestri, Mustafi, Gastaldello e Regini, in mediana Obiang e Renan, mentre tra le linee Gabbiadini, Eder e Soriano sono pronti a supportare Okaka Chuka unica punta. Arbitra Damato della sezione di Barletta. La Sampdoria parte forte sorprendendo gli avversari, in costante difficoltà sulle fasce. Al sesto minuto la squadra di Mihajlovic passa in vantaggio. Dalla bandierina Eder propone un cross verso il limite trovando l’ottima sponda di Obiang. La difesa granata pasticcia lasciando passare la sfera in area e favorendo l’inserimento di Okaka che davanti a Padelli non sbaglia. Il Torino accusa il contraccolpo per il gol incassato e rischia il collasso. Al 16esimo Okaka dopo aver superato Padelli con un lob vede il suo tentativo rimbalzare sulla traversa. La reazione dei padroni di casa arriva qualche minuto dopo: Vives innesca Immobile in area, ma Mustafi in scivolata chiude l’attaccante napoletano ormai solo davanti a Da Costa. Alla mezzora è Kurtic a provarci con un colpo di testa in area, ma il suo tentativo è lento e scontato. La squadra di Mihajlovic controlla il possesso palla, riuscendo a evitare le sfuriate dei granata che ci provano con qualche improbabile tiro dalla distanza di Farnerud. Nel finale di tempo si fanno rivedere Immobile e Cerci. L’ex attaccante del Pescara si gira improvvisamente sul limite dell’area testando i riflessi di Da Costa. Cerci invece spazia sull’out di destra mettendo in difficoltà Regini e Gastaldello. L’esterno granata riceve in area un preciso servizio di Farnerud, ma non riesce a superare Da Costa puntuale nell’uscita. Alessio Cerci ci riprova qualche minuto dopo recuperando palla su Renan e proponendo un tiro-cross che non incontra la deviazione sotto porta di Immobile.

SINTESI SECONDO TEMPO – Il Torino prova a recuperare subito dal gol subito: Kurtic esplora l’area avversaria trovando immediatamente il tiro. Nessun problema per Da Costa che osserva la sfera sorvolare sulla traversa. Ci riprova Immobile poco dopo con un diagonale in corsa. L’eccessiva aggressività dei padroni di casa produce però molti falli e conseguenti cartellini gialli. L’intera linea difensiva dei granata (Maksimovic, Glik e Bovo) si fa ammonire, trovando una squalifica per tutti gli interpreti, già diffidati. Ventura prova a miscelare gli ingredienti inserendo Barreto e Meggiorini per Bovo e Farnerud passando a uno spregiudicato 4-2-4. Nel frattempo la mole offensiva del Torino nonproduce granchè. Glik di testa trova lo spazio per provarci, ma il suo tentativo esce a lato. La Sampdoria rischia poco e al 79esimo chiude il match: Manolo Gabbiadini dai 25 metri ci prova con un mancino violento che fa secco Padelli sul palo più lontano. Meggiorini prova subito a riaprire il match, ma l’attaccante granata non riesce a sorprendere Da Costa. I doriani controllano senza problemi la gara, trovando una vittoria importante che rende ormai prossimo al raggiungimento l’obiettivo salvezza. (Francesco Davide Zaza)

CLICCA QUI PER IL TABELLINO DI TORINO-SAMPDORIA 0-2 (SERIE A, 26^ GIORNATA)

DIRETTA TORINO-SAMPDORIA (0-2) LIVE, GOL DI GABBIADINI! Al 79' minuto di gioco Torino 0 Sampdoria 2. Grandissimo gol di Manolo Gabbiadini che realizza direttamente su calcio di punizione, da posizione centrale e dalla distanza di circa 30 metri. Parabola mancina perfetta dell'attaccante blucerchiato, che raggiunge quota 7 gol in campionato.

DIRETTA TORINO-SAMPDORIA (0-1) LIVE, GOL DI OKAKA - Al 7' minuto di gioco Torino 0 Sampdoria 1. Il gol che sblocca la partita porta la firma di Stefano Okaka: mischia al limite dell'area generata da un calcio di punizione liberato male dai granata, Obiang ributta dentro di testa dove Okaka sguscia dalla morsa di due difensori e batte Padelli con il piatto destro. Azione da rivedere: l'attaccante, al primo gol stagionale, parte in posizione regolare al momento della sponda di Obiang ma l'ultimo tocco potrebbe essere di Mustafi e in questo caso Okaka sarebbe in fuorigioco. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-SAMPDORIA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)

DIRETTA TORINO-SAMPDORIA (0-0) LIVE, LE FORMAZIONI UFFICIALI - Le formazioni ufficiali della partita Torino-Sampdoria, valida per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Ventura sceglie il solito modulo 3-5-2: in difesa torna Maksimovic mentre a centrocampo c'è Pasquale sulla fascia sinistra, e Farnerud nel trio centrale. Sampdoria che risponde con il modulo 4-2-3-1: Obiang e Renan coppia davanti alla difesa, Soriano nel trio con Gabbiadini ed Eder dietro l'unica punta Okaka. Torino (3-5-2): 30 Padelli; 25 Glik, 5 Bovo, 19 Maksimovic; 36 Darmian, 28 Kurtic, 20 Vives, 8 Farnerud, 26 Pasquale; 11 Cerci, 9 Immobile In panchina: 32 Berni, 23 L.Gomis, 2 G.Rodriguez, 32 Vesovic, 4 Basha, 14 Gazzi, 77 Tachtsidis, 10 P.Barreto, 69 Meggiorini Allenatore: Giampiero Ventura Sampdoria (4-2-3-1): 1 Da Costa; 29 De Silvestri, 8 Mustafi, 28 Gastaldello, 19 Regini; 14 Obiang, 5 Renan; 11 Gabbiadini, 23 Eder, 21 Soriano: 9 Okaka In panchina: 30 Fiorillo, 95 Falcone, 13 G.Berardi, 44 Fornasier, 4 Salamon, 10 Krsticic, 22 Bjarnason, 77 Sestu, 15 Wszolek, 12 G.Sansone Allenatore: Sinisa Mihajlovic. 

DIRETTA TORINO-SAMPDORIA, LA CHIAVE TATTICA – La gara dell’Olimpico Torino-Sampdoria, di oggi pomeriggio, sarà quasi sicuramente una sfida all’insegna del gol, o per dirla nel gergo degli scommettitori, da over. Il Toro è una squadra spiccatamente offensiva, mentre la Sampdoria volerà in Piemonte per provare a fare bottino pieno, dopo la bruciante sconfitta interna del Marassi per mano del Milan. Il 3-5-2 di Giampiero Ventura farà, come al solito, ampio uso delle due ali offensive, Kurtic e Pasquale, che dovranno fare da appoggio alla coppia di goleador-Cerci-Immobile. Entrambi potrebbe sfruttare le amnesie difensive dei blucerchiati, che domenica dovranno fare a meno di capitan Palombo, un ottimo “filtro” davanti alla retroguardia, nonché di Gastaldello, non al 100%. In mezzo si vedrà la coppia Mustafì-Fornasier, tutt’altro che rodata…. Mihajlovic proverà a replicare alle offensive del Toro con Okaka, supportato dall’ottimo trio Gabbiadini, Eder, Soriano. Fra i più pericolosi vi è sicuramente il brasiliano, che tenterà di scardinare per una domenica la retroguardia/bunker del Torino composta dalla coppia di centrali Glik-Bovo.

DIRETTA TORINO-SAMPDORIA, I PRONOSTICI - Manca poco al fischio d'inizio di Torino-Sampdoria, partita valida per la 26^ giornata del campionato di Serie A e diretta dall'arbitro Damato. Sfida molto interessante tra due squadre le cui tifoserie non si amano: all'andata poi finì 2-2 tra le polemiche e quindi il clima si preannuncia piuttosto infuocato. Se andiamo invece a guardare le quote Snai ufficiali, scopriamo che i granata sono favoriti: è di 1,90 la quota per la vittoria dei padroni di casa, contro il 3,25 del pareggio e il 4,25 per l'affermazione dei blucerchiati. Nel corso della storia tra queste due squadre si è segnato tanto: perciò è valida la possibilità che entrambe le squadre realizzino, di 1,83 la quota Goal che è molto simile alla quota NoGoal (1,87). All'andata la Sampdoria aveva chiuso in vantaggio il primo tempo per poi pareggiare: andasse a finire ancora così la quota sarebbe di 14, stessa quota qualora a chiudere avanti il primo tempo fosse il Torino (per poi chiudere con il segno X). Per quanto riguarda il risultato esatto, il 2-2 di un girone fa frutterebbe 120 euro giocandone 10.

DIRETTA TORINO-SAMPDORIA: LIVE, RISULTATO E CRONACA (SERIE A, 26^ GIORNATA) - Alle ore 15 di oggi pomeriggio si gioca Torino-Sampdoria, partita valida per la 26^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Si tratta di una partita molto interessante tra due squadre che sono andate oltre le previsioni della vigilia: i granata con 36 punti hanno nel mirino addirittura un posto in Europa League, mentre i blucerchiati con 28 punti sono sostanzialmente fuori dalla lotta per non retrocedere, giocando così un campionato di assoluta tranquillità e provando a togliersi qualche sfizio. All'andata era finita con un incredibile 2-2, pieno di polemiche arbitrali e con il pareggio della Sampdoria avvenuto a tempo abbondantemente scaduto; tante cose sono cambiate in un girone, per esempio l'allenatore in casa doriana e il fatto che ora la pressione in termini di risultato sia decisamente minore, anche se ci avviciniamo a grandi passi verso il termine della stagione. Tra le due squadre la rivalità è forte: un po' perchè i tifosi granata sono gemellati con quello del Grifone e quindi non può correre buon sangue con la Sampdoria, un po' perchè sul campo, in particolare negli anni Ottanta, gli scontri sul campo sono stati sempre tesi e hanno significato trofei in bacheca. Basti ricordare la finale di Coppa Italia del 1987-1988, in un incrocio che in questa manifestazione sarebbe diventato un classico. Il Torino ribaltò lo 0-2 di Marassi portando la sfida ai supplementari, e fu Fausto Salsano a regalare vittoria e trofeo ai blucerchiati. Ma certe sfide sono diventate famose al di là del risultato: quella del 1972 fu decisiva per l'assegnazione dello scudetto, che andò all'altra squadra di Torino perchè l'arbitro Barbaresco di Cormons non vide un gol regolare dei granata. Il 4-2 a favore del Torino, 15 ottobre 1967, è passato alla storia purtroppo per essere stata l'ultima partita giocata da Gigi Meroni, prima della sua morte; e ancora, nel 1988-1989 il Torino sarebbe retrocesso in Serie B e a Marassi avrebbe perso 5-1, un un match nel quale Alvise Zago si ruppe il ginocchio e abbandonò sul campo i sogni di un futuro luminoso (era considerato un grandissimo talento). Le due formazioni si sono incontrate anche in Serie B, nel 2000-2001 una vittoria per parte ma anche scontri durissimi fuori dallo stadio di Genova con 1001 diffide. Guardandola dal punto di vista del Torino si può dire che la Sampdoria sia una bestia nera: vero che il bilancio totale vede in vantaggio i granata (42 vittorie, 41 pareggi e 36 sconfitte), ma nei momenti topici è quasi sempre stata la Sampdoria ad avere la meglio. Tra i doppi ex ricordiamo soprattutto Giuseppe Dossena: cresciuto nel Torino, ha giocato 6 anni in granata e poi è andato a vincere scudetto, Coppa Italia, Supercoppa Italiana e Coppa delle Coppe con la Sampdoria. Tra gli allenatori Giampiero Ventura: è a Torino dal 2011 (promozione in Serie A al primo anno), ma da buon genovese ha guidato la Sampdoria (come vice, e poi nelle giovanili nei primissimi anni della carriera) portandola al quinto posto in Serie B.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-SAMPDORIA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)

Il Torino arriva dalla sconfitta nel derby: sfortunati i granata, in entrambe le stracittadine che hanno giocato hanno subito torti arbitrali e sono usciti con zero punti, come ormai succede da 12 anni, e senza segnare (l'ultima rete nel 1995). Tuttavia la prestazione della squadra, pur se non sono arrivate troppe occasioni da rete, è stata in linea con la stagione: una formazione arrembante e che non molla mai. Grazie a questo spirito la squadra è ottava in classifica e continua a sognare l'Europa: il sesto posto dista appena 3 punti e non più tardi di due settimane fa i granata sono andati a vincere al Bentegodi contro il Verona, cioè la squadra sulla quale in questo momento si sta facendo la corsa. Nel girone di ritorno il Toro ha collezionato 10 punti in 6 partite; positive le vittorie di Reggio Emilia (contro il Sassuolo) e appunto di Verona, mentre potrebbe pesare nell'economia del campionato il 2-1 che il Bologna ha ottenuto all'Olimpico, reso ancora più grave dal fatto che i granata si erano portati in vantaggio dopo pochi minuti. Ciro Immobile e Alessio Cerci continuano nel loro straordinario campionato: i paragoni con Pulici e Graziani si sprecano, dal punto di vista realizzativo possono fare anche meglio. Al momento sono fermi a quota 24 (13 per l'ex del Pescara, 11 per l'esterno di Velletri), soltanto Carlos Tevez e Arturo Vidal (25 totali) hanno fatto meglio come coppia in tutta la Serie A. In casa il rendimento è leggermente migliore a quello esterno: 5 vittorie, 5 pareggi e soprattutto appena due sconfitte (la seconda, come detto, nel derby di andata). Anche la Sampdoria arriva da una sconfitta; anzi, per la precisione sono due ma i blucerchiati sono stati decisamente sfortunati nel calendario. Hanno affrontato Roma e Milan: ne sono usciti con zero gol segnati e cinque subiti, e Sinisa Mihajlovic dopo aver perso contro i rossoneri ha fatto ampiamente capire che l'atteggiamento rinunciatario della squadra non gli è andato giù. Si attende dunque una pronta reazione da una squadra che sta comunque disputando un buon campionato, che salvo scossoni imprevisti ha già conquistato la salvezza e che in trasferta ha già saputo cogliere 12 punti (3 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte). Nel girone di ritorno i punti sono 7: la perla è chiaramente la vittoria nel derby, meglio forse non si poteva fare (c'è stato anche il 2-4 sul campo della Juventus). Eder ha già raggiunto il suo massimo in Serie A in termini di gol (9) e sarà su di lui che poggerà l'attacco della squadra, vista la squalifica di Maxi Lopez che ha fatto infuriare l'allenatore serbo. Ci aspettiamo una bella partita: le due squadre sanno decisamente giocare a calcio e lo hanno ampiamente dimostrato nel corso della stagione. Il Torino giocando in casa ha una bella occasione per allungare, ma certamente la Sampdoria non parte battuta e può sfruttare le veloci ripartenze. Ne potrebbe venir fuori anche un gioco a scacchi tra Ventura e Mihajlovic: non resta che dare la parola al campo e andare a vedere come finirà, la diretta di Torino-Sampdoria sta per cominciare…

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-SAMPDORIA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)


  PAG. SUCC. >