BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Verona-Bologna (risultato finale 0-0): cronaca e tabellino (Serie A, 26^ giornata)

Diretta Verona Bologna: risultato finale, cronaca e tabellino della partita. Finisce a reti bianche al Bentegodi, occasione sprecata dagli scaligeri ma Rafael deve parare un calcio di rigore

Foto Infophoto Foto Infophoto

DIRETTA VERONA-BOLOGNA (0-0): LA CRONACA E IL TABELLINO DELLA PARTITA (SERIE A, 26^ GIORNATA) - Al Bentegodi finisce a reti inviolate la sfida tra Hellas e Bologna. Gli ospiti falliscono un rigore al 47’ con Bianchi ma per atteggiamento e occasioni meriterebbero la vittoria contro uno scarico Verona. II numeri del match dicono che il Bologna ha tirato molto più degli avversari, 15 i tiri totali di cui 6 in porta contro i soli 9 (2 nello specchio) per gli scaligeri. Per il resto la partita è stata molto equilibrata, non ci sono nette differenze per quanto riguarda il possesso (51% - 49%) e la supremazia territoriale (12 minuti per gli uomini di Mandorlini contro i 10:25 dei rossoblu). A livello individuale Donadel spicca per palloni recuperati (30) e passaggi riusciti (55); i top scorer della partita sono stati invece Romulo, Konè, Lazaros e Cristaldo con 3 tiri all’attivo ciascuno.

IL RIGORE PARATO DA RAFAEL - L’azione che porta al calcio di rigore per il Bologna nasce dalla protezione di palla in area di Cristaldo che viene afferrato e trattenuto da Cacciatore ingenuamente sotto gli occhi di Tommasi, attento nell’occasione. Il rigore c’è tutto. Dal dischetto Bianchi calcia discretamente bene alla destra di Rafael ma il portiere brasiliano è bravissimo ad indovinare direzione e altezza del tiro respingendo la conclusione dell’attaccante.

CLICCA QUI PER IL TABELLINO DI VERONA-BOLOGNA 0-0 (SERIE A, 26^ GIORNATA)

DIRETTA VERONA-BOLOGNA (0-0) LIVE, RAFAEL PARA IL RIGORE! Al 47' minuto di gioco Rafael ha parato un rigore all'attaccante del Bologna Rolando Bianchi. Penalty concesso per trattenuta di Moras ai danni di Christodoulopoulos: dal dischetto Bianchi va di potenza calciando alla destra di Rafael, che intuisce alla grande e respinge con una gran parata. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI VERONA-BOLOGNA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)

DIRETTA VERONA-BOLOGNA (0-0) LIVE, LE FORMAZIONI UFFICIALI - Le formazioni ufficiali della partita Verona-Bologna. Mandorlini schiera il solito modulo 4-3-3 con qualche una novità inedita: è Michael Rabusic, attaccante nato in Repubblica Ceca 24 anni fa. Giocherà al centro del tridente al posto dello squalificato Luca Toni. A centrocampo invece fuori Hallfredsson e dentro Marquinho dal 1'. 3-5-1-1 per il Bologna che punta su Bianchi come unica punta di riferimento: alle sue spalle si muoverà Kone Verona (4-3-3): 1 Rafael; 29 Cacciatore, 18 Moras, 23 R.Marques, 3 Albertazzi; 7 Marquinho, 30 Donadel, 2 Romulo; 15 Iturbe, 19 Rabusic, 11 Jankovic. In panchina: 12 Nicolas, 31 Mihaylov, 22 Maietta, 4 Pillud, 33 Agostini, 5 Donati, 24 Cirigliano, 10 Hallfredsson, 6 Martinho, 21 Gomez Taleb, 8 Cacia Allenatore: Andrea Mandolrini Bologna (3-5-1-1): 1 Curci; 5 Antonsson, 14 Natali, 22 Mantovani; 8 Garics, 4 Krhin, 15 Perez, 19 Christodouloupoulos, 3 Morleo: 33 Kone; 9 Bianchi In panchina: 16 Malagoli, 32 Stojanovic, 6 Sorensen, 21 Cherubin, 75 Crespo, 35 Cech, 13 Laxalt, 11 Friberg, 10 Moscardelli, 88 Paponi, 99 Cristaldo Allenatore: Davide Ballardini

DIRETTA VERONA-BOLOGNA, LA CHIAVE TATTICA – C’è grande attesa per vedere all’opera l’Hellas Verona. Il tecnico Mandorlini dovrà infatti fare a meno del suo goleador, bomber Luca Toni, squalificato e quindi out per la gara del Bentegodi di domenica pomeriggio. Il 4-3-3 del club veneto vedrà l’inedito terminale offensivo composto da Iturbe, Rabusic e Jankovic, che sicuramente dovrà essere oliato prima di trovare la giusta collocazione tattica. Il Bologna proverà a rispondere con Cristaldo, indubbiamente uno dei più pericolosi dei felsinei in questa stagione, e sperando anche nel ritorno al gol di Rolando Bianchi. L’Hellas proverà ad attaccare fin da subito gli emiliani, aggredendoli e cercando di trovare subito la via del gol, ma i rossoblu potrebbero approfittarne e colpire in contropiede, aiutati magari dagli inserimenti di Kone, che in questo periodo sta vivendo un periodo di appannamento. Fra gli uomini chiave della gara, riflettori puntati sul solito Romulo, che con la sua quantità e qualità cercherà di innestare al meglio il reparto avanzato. 

DIRETTA VERONA-BOLOGNA, I PRONOSTICI - Inizia tra poco Verona-Bologna, partita valida per la 26^ giornata del campionato di Serie A e diretta dall'arbitro Tommasi. All'andata era finita 4-1 per gli scaligeri, una vittoria netta; diciamo subito che, secondo le quote Snai ufficiali, puntando sullo stesso risultato (a favore dei gialloblu) portereste a casa 40 volte la posta in palio. Andando ad analizzare altre possibili giocate, scopriamo che per quanto riguarda la vittoria del Verona (indipendentemente dal punteggio) siamo a 1,90 e che per la vittoria del Bologna siamo a 4; il pareggio è quotato a 3,40. C'è differenza tra le quote Goal e NoGoal: siamo rispettivamente a 1,70 e 2,05 e quindi si punta sul fatto che il Bologna riesca a segnare almeno un gol. Sul parziale/finale, attenzione: a volte il Verona parte fortissimo per poi avere un calo dettato dalle disattenzioni difensive. Dovesse chiudere in vantaggio il primo tempo per poi pareggiare guadagnereste 15 volte la posta in palio; dovesse addirittura perdere, saremmo a 35. Il Bologna ha già ribaltato un risultato di svantaggio a Torino, due settimane fa: certo lo aveva fatto già nei primi 45 minuti, ma tentar non nuoce...

DIRETTA VERONA-BOLOGNA: LIVE, RISULTATO E CRONACA (SERIE A, 26^ GIORNATA) - Alle ore 15 di oggi pomeriggio si gioca Verona-Bologna, partita valida per la 26^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Sono due squadre che attraversano momenti diversi e che soprattutto giocano per obiettivi differenti: gli scaligeri hanno 39 punti e attualmente sono sesti in classifica. Finisse oggi, si ritroverebbero ai preliminari di Europa League al primo anno dopo la promozione. I felsinei hanno 21 punti: sono attualmente fuori dalla zona retrocessione ma là dietro è un ottovolante, perciò in poco tempo potrebbero cambiare tante cose. Una partita dunque molto importante per entrambe: certamente di più per il Bologna, perchè il Verona nella peggiore delle ipotesi non andrà in Europa ma ha comunque disputato un campionato fantastico e ha conquistato la salvezza da tempo, al di là della matematica che naturalmente non può ancora dare il verdetto definitivo. All'andata era stata una vittoria netta per il Verona, che si era imposto con un 4-1 che aveva lasciato pochi dubbi sui valori in campo; il calciomercato invernale non ha portato troppi stravolgimenti in termini numerici, anche se entrambe hanno perso un pezzo pregiato e a rimetterci di più è chiaramente il Bologna, che ha venduto Alessandro Diamanti (mentre il Verona ha perso Jorginho). In Serie A si sono giocati 22 precedenti in Veneto, mentre sono due quelli disputati in Serie B. Il totale ci dice che il Verona si è portato a casa 7 vittorie contro le 5 degli emiliani, mentre i pareggi sono 11. Proprio nella serie cadetta si è giocato l'ultimo incontro tra le due squadre, risalente al dicembre 2006: a vincere fu il Bologna grazie a un gol di Massimo Marazzina. Per quanto riguarda invece la Serie A, dobbiamo risalire all'ottobre del 2001 e troviamo ancora una volta una vittoria felsinea, questa volta grazie al gol di Salvatore Fresi. Il Verona si è imposto per l'ultima volta nell'ottobre del 2005: stiamo parlando ancora di Serie B, a segnare furono Adailton, Gervasoni e Rantier che annullarono la rete bolognese di Della Rocca. Nel maggio del 2001 invece l'ultima vittoria in Serie A: clamoroso 5-4 a favore dei gialloblu con i gol di Salvetti (doppietta), Adailton, autorete di Falcone e Oddo su calcio di rigore, mentre per il Bologna segnarono Signori (tripletta) e Salvetti. Abbiamo nominato un paio di doppi ex in questo excursus storico: Emiliano Salvetti e Adailton. Un altro è Jonathan Binotto, tra gli allenatori invece si ricorda Alberto Malesani che era in panchina a Verona nell'anno dell'ultima retrocessione in Serie B (dopo un girone d'andata da Coppa UEFA).

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI VERONA-BOLOGNA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)

Il Verona è reduce da una serie di risultati piuttosto positivi. Il fatto che sia riuscito a mantenere il sesto posto in classifica è da considerarsi decisamente positivo, visto che nel girone di ritorno ha già incontrato Milan, Roma (sconfitta in entrambi i casi) e Juventus (pareggio raccolto in extremis). Risultati che non hanno intaccato l'ottimo campionato scaligero, soprattutto in casa: le vittorie sono 8, le sconfitte sono 4 e il 2-2 contro la capolista del campionato è stato l'unico pareggio raccolto nel corso della stagione. Se si vuole trovare una pecca in questo ultimo periodo possiamo dire, ma siamo ai dettagli, che il Verona non vince in casa dallo scorso 22 dicembre: allora fu 4-1 contro la Lazio, da allora la squadra ha raccolto un pareggio e tre sconfitte perdendo per l'ultima volta contro il Torino. Problemi certamente legati anche al calendario, come dimostra il fatto che poi i gialloblu siano andati a fare la voce grossa a Reggio Emilia e Livorno, cioè su campi di squadre meno quotate. Resta da migliorare, e sensibilmente, la questione della difesa: sono 42 i gol subiti da Rafael, che resta comunque, per rendimento e parate, uno dei migliori portieri del torneo ma che è costante oggetto di tiri al bersaglio. A Livorno, per esempio, nel giro di 50 secondi il Verona ha riaperto una partita che aveva sigillato nel primo tempo. Il Bologna ha subito un gol in meno dei veneti, ma ha ben altri problemi: per esempio quello opposto, ovvero relativo a un attacco che ha segnato appena 22. La "colpa" è da attribuirsi a vari fattori: da una parte la sterilità delle punte di ruolo (Bianchi e Cristaldo hanno segnato tre gol a testa, Moscardelli solo uno), dall'altra l'addio di Alessandro Diamanti senza il quale viene a mancare la principale fonte di rifornimento per gli avanti e un giocatore che poteva far male su calcio piazzato. A proposito del fantasista, la squadra ha dimostrato di avere carattere reagendo alla grande alla sua cessione: subito vittoria contro il Torino, in trasferta. Poi sono arrivate due sconfitte, ma contro Milan e Roma ed entrambe per 1-0, e soprattutto contro i rossoneri la squadra di Ballardini avrebbe meritato anche di vincere. La situazione in classifica resta decisamente critica: c'è un solo punto di vantaggio sul Livorno attualmente terzultimo, dunque bisogna assolutamente mettere fieno in cascina e anche su un campo difficile come il Bentegodi bisogna provare a giocare a testa alta; anche per migliorare il bilancio esterno, che parla di due sole vittorie, con tre pareggi e sette sconfitte. Vedremo dunque cosa succederà: il Verona con una vittoria sorpasserebbe quota 40 punti e non si precluderebbe più nulla, mentre il Bologna può prendersi dei punti importantissimi per rimanere in Serie A. Non resta allora che dare la parola al campo e mettersi comodi: la diretta di Verona-Bologna sta per cominciare...

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI VERONA-BOLOGNA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A, 26^ GIORNATA)