BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Napoli-Fiorentina: gli assenti (Serie A, 29^ giornata)

Le probabili formazioni Napoli Fiorentina, partita valida per la 29^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Deluse dall'Europa, le due squadre si scontrano per il terzo posto

Foto InfophotoFoto Infophoto

Molte assenze pesanti potrebbero incidere sull'esito finale di Napoli-Fiorentina, big-match della giornata di serie A. Gli azzurri di Rafa Benitez dovranno rinunciare al portiere Rafael, la cui stagione è ormai finita, e poi a Zuniga e Maggio. Per i due esterni, titolari fissi l'anno scorso, questa è una stagione molto difficile, e ciò ha creato non poche difficoltà a Benitez sulle fasce. Comunque, va detto che è messo peggio Vincenzo Montella in questo senso, perché la sua Fiorentina deve rinunciare a due big come Rossi (i cui tempi di recupero però si stanno accorciando) e Pizarro, oltre che allo sfortunatissimo Hegazi e all'altro lungodegente Rebic.

Alle ore 18,30 di oggi scatta uno dei tre posticipi della domenica di questa 29^ giornata di Serie A: Napoli-Fiorentina. Partita affascinante al San Paolo: si sfidano la terza e la quarta in classifica che, pur se separate da 10 punti, sono in lotta per il posto al playoff di Champions League del prossimo anno. Inoltre, entrambe sono state eliminate lo scorso giovedi dall'Europa League davanti ai loro tifosi, e all'andata i partenopei espugnarono il Franchi tra le polemiche per un fallo da rigore di Inler su Cuadrado che l'arbitro trasformò in simulazione del colombiano, con conseguente doppio giallo ed espulsione. Oggi il direttore di gara è Tagliavento e i viola hanno grande sete di rivincita, anche per accorciare la classifica. 

Rafa Benitez è stato chiaro in conferenza stampa: chiudere prima le partite e provare a fare il possibile per archiviare il secondo posto, "anche se la Roma è in vantaggio dobbiamo sfruttare ogni loro eventuale passo falso". Ieri sera non è arrivato, un motivo in più per vincere. "La Fiorentina sta vivendo un momento simile al nostro, è una squadra di qualità che gioca un calcio bello e offensivo. Subiscono, ma sanno anche come segnare e hanno elementi che fanno la differenza. Vedremo se cercheranno il possesso o la ripartenza, per noi sarà importante controllare il ritmo della gara". Rispetto alla partita di Europa League torna titolare Jorginho in mezzo al campo: agirà con Inler. Dietro è confermata la coppia formata da Fernandez e Raul Albiol, con Réveillère e Ghoulam sulle corsie; quello che cambia è la linea dei trequartisti, in toto: vanno in campo questa sera Callejon (all'andata segnò uno splendido gol), Hamsik che non trova la via della rete da novembre ed è al centro di discussioni sul suo contributo alla squadra, e Mertens che in questo momento è forse il più in forma degli uomini d'attacco del Napoli. Escludendo ovviamente Gonzalo Higuain, che sarà come sempre la punta centrale.

Panchina dunque per Pandev, Lorenzo Insigne e Duvan Zapata: il colombiano giovedi ha trovato il secondo gol stagionale, anche se inutile. Il macedone invece si è rivelato scelta azzeccata da parte di Benitez, la sua rete ha fatto credere il Napoli che la qualificazione fosse possibile e in generale il numero 19 partenopeo ha giocato una buona gara, "sentendo" il momento. E' stato positivo anche Lorenzo Insigne, che però ha sbagliato un paio di gol: lui stesso ha parlato della necessità di avere maggior cattiveria sotto porta, dei trequartisti è quello che ha segnato meno ma anche quello che ha accumulato meno minuti degli altri. Oggi potrebbe essere la sua occasione. Si siede anche Dzemaili, che nella partita dello scorso anno segnò il gol del provvisorio 2-0 (finì 2-1) e c'è ovviamente l'ex Valon Behrami.

Nessuno squalificato, mentre come sappiamo la stagione di Rafael Cabral è finita in Galles (rottura del legamento crociato) ed è ancora sulla via del recupero Zuniga, che però a questo punto sta diventando un caso perchè il suo rientro in campo sarebbe dovuto essere più veloce (si diceva potesse rientrare prima di Mesto, che è già a disposizione da un paio di settimane). Fuori anche Maggio (altro ex), che come sappiamo ha avuto problemi di pneumotorace: tutto risolto, ma per precauzione starà ancora fuori per circa venti giorni prima di tornare a giocare.