BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Sassuolo-Sampdoria (1-2): i voti e il tabellino della partita (Serie A, 30^ giornata)

Le pagelle di Sassuolo Sampdoria: i voti e il tabellino della partita. I blucerchiati vincono 2-1 e fanno un altro salto: segnano l'ex Gianluca Sansone e Okaka, Longhi per i padroni di casa

Foto InfophotoFoto Infophoto

La Sampdoria vince anche a Reggio Emilia: battuto il Sassuolo 2-1, adesso i blucerchiati salgono a quota 40 punti in classifica. Mihajlovic annuncia ufficialmente una salvezza che era probabilmente già stata ottenuta qualche domenica fa, mentre il Sassuolo piange con la seconda sconfitta consecutiva e una graduatoria che non si smuove dai 21 punti e dal penultimo posto, che complica decisamente la corsa alla permanenza in Serie A. La Sampdoria di questo periodo gioca un ottimo calcio e lo dimostra anche oggi, riuscendo a passare in vantaggio dopo soli 18 secondi e poi trovando il gol della vittoria. Merito anche ad un combattivo Sassuolo che non ha mai mollato e ha sempre provato a prendere la posta piena, consapevole che il pareggio avrebbe significato poco. Fino all'ultimo ci sono state, se non occasioni da rete, potenziali azioni pericolose che hanno tenuto incollati allo schermo incerti sull'esito della sfida del Mapei Stadium. La prestazione c'è stata, le reazioni dopo i gol incassato anche; quello che è mancato, e non è la prima volta, è stato il risultato. Poco concreta la squadra di Di Francesco davanti alla porta avversaria, un paradosso per chi ha dominato una stagione di Serie B con la filosofia del gol in più degli altri. Adesso la classifica si complica: il potenziale c'è, ma in certe partite bisogna capitalizzare di più e concedersi magari qualche svolazzo e complimento in meno nel nome dei tre punti. Se non altro, c'è la dimostrazione di aver messo in piedi un bel progetto. Ancora una volta arriva una vittoria: Sinisa Mihajlovic ha trasformato la mentalità di una squadra che prima stentava ovunque e adesso, pur tranquilla e con la salvezza già archiviata, non rinuncia mai a fare il risultato. Forse l'Europa League non arriverà, ma intanto è lontana 7 punti che sulla carta sono veramente pochi: ci si può veramente provare, anche perchè giocando così nessun risultato sarà preclusa. Adesso però arriva una serie di partite decisamente difficili: se i blucerchiati supereranno il test nessun traguardo sarà precluso. Due ammonizioni nel giro di cinque minuti entro la mezzora, poi più nulla: segno che ha diretto bene la partita lasciandola scorrere, senza dover ricorrere alle sanzioni disciplinari. Nel finale il rosso a Regini sembra essere giusto; prova superata per Irrati, non era facile perchè l'ambiente avrebbe potuto influenzare.