BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Milan-Chievo (3-0): i voti della partita (Serie A 31ma giornata)

Pagelle Milan-Chievo, i voti della partita di serie A, anticipo serale della trentunesima giornata di campionato a San Siro. I protagonisti, i migliori e i peggiori del match

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Match piacevole da vedere a San Siro, quello tra Milan e Chievo, sopratutto per i tifosi rossoneri che rivedono un buon Milan capace di andare in rete per ben 3 volte. La partita rimane interessante fino al terzo gol firmato da Kakà al 54’; sul 3-0 i padroni di casa gestiscono il risultato e offrono solo qualche contropiede nel finale. Il Chievo, sebbene sempre in svantaggio gioca la sua partita a viso aperto fino a che riesce a tenere un adeguato ritmo di gioco che inesorabilmente cala nella parte finale della gara. Il secondo gol di Kakà vale quasi da solo il prezzo del biglietto.
Milan concreto come poche volte lo si era visto in questo campionato. Mai in difficoltà, quasi sempre propositivo. Reparti compatti e gioco della palla abbastanza organizzato. Singolarmente molto bene Balotelli, non solo per il gol, ma soprattutto per l’integrazione nel gioco generale della squadra; Kakà per condizione fisica e lucidità nelle giocate e Bonera per quanto riguarda la fase difensiva
va subito sotto, prova con spirito a sistemare la gara ma dopo 30’ subisce il secondo gol che taglia le gambe alla squadra. Nella ripresa si rivede qualche tentativo ma la differenza tecnica rispetto agli avversari è più che evidente
arbitra bene lasciando giocare, si intromette poco lungo tutto il corso della partita. Vede il rigore per il Chievo ma forse non uno per il Milan.

Il primo tempo tra Milan e Chievo (voto 6) termina sul parziale di 2-0 dopo le reti di Balotelli (voto 6,5) e Kakà (voto 7). Padroni di casa che si dispongono con il consueto 4-2-3-1: Honda e Taraabt fanno gli esterni, Kakà supporta Balotelli e Muntari affianca De Jong; in difesa Zaccardo gioca sulla destra mentre Emanuelson sull’altra corsia. Nel Cheivo spazio ad una difesa a 5 con Bernardini assieme a Dainelli e Frey come centrali mentre Dramè e Sardo sono gli esterni con licenza di attaccare; in attacco l’ex Paloschi gioca assieme ad Obinna mentre in mezzo al campo Bentivoglio, Hetemaj e Radovanovic compongono la linea mediana. I rossoneri partono subito forti (voto 7) e vanno in gol dopo neanche 5’ dal fischio di inizio con SuperMario Balotelli che trasforma in rete con una giocata al volo un cross tagliente di Rami (voto 6,5) proveniente da destra. Realizzato il primo gol la squadra di Seedorf (voto 6) non rallenta il ritmo e continua a martellare gli ospiti veronesi che per i primi 15’ fanno fatica ad uscire dalla loro metà campo. In questa prima fase di gioco si nota una buona compattezza e freschezza fisica da parte dei padroni di casa che sfiorano il raddoppio in un altro paio di occasioni sempre azionate dal gioco degli esterni. Col passare dei minuti gli ospiti (voto 5) riescono ad alzare il baricentro e con determinazione arrivano anche alla conclusione; la più pericolosa parte dai piedi di Bentivoglio (voto 5,5) che dal limite impegna Abbiati (senza voto) con i pugni. In generale la partita è gestita con evidente superiorità dalla squadra di casa, capace di concretizzare il raddoppio poco prima della mezz’ora di gioco. Questa volta è Kakà a trovare la rete su suggerimento dal limite di Honda, bravo a intuire le intenzioni del brasiliano che parte sul filo del fuorigioco e davanti ad Agazzi (voto 4,5) non sbaglia. Nel finale il Milan si divora il terzo gol che avrebbe mandato ko il Chievo, Honda (voto 5,5) solo in mezzo all’area non trasforma in rete un grande assist di Balotelli che aveva azionato l’azione di contropiede. Prima del fischio finale Seedorf è costretto a giocarsi la prima sostituzione per l’infortunio di Muntari (voto 6) che lascia il posto ad Essien. Il MIlan ha in mano la partita, il Chievo dovrebbe sperare in un miracolo per ribaltare il risultato.

(Giorgio Davico)