BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Diretta/ Lazio-Parma (risultato finale 3-2): cronaca e tabellino (Serie A, 31^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Antonio Candreva, 27 anni, centrocampista della Lazio (INFOPHOTO)  Antonio Candreva, 27 anni, centrocampista della Lazio (INFOPHOTO)

DIRETTA LAZIO-PARMA (SERIE A 2013-2014, 31^GIORNATA): CRONACA E TABELLINO - Scontro diretto per il sesto posto ovvero l'ultimo disponibile, a meno di clamorosi colpi di scena, per l'accesso all'Europa League. Tale traguardo sarebbe una conferma per i biancocelesti, negli ultimi anni spesso protagonisti nel'Europa minore, un prestigioso ritorno invece per il Parma di Donadoni, sicuramente una delle migliori sorprese della Serie A fino a questo momento. Archiviata la difesa a tre usata a Torino, i gialloblu tornano con la linea arretrata composta da quattro elementi mentre i padroni di casa ritrovano tre giocatori importanti recuperati e arruolabili dal primo minuto: Marchetti, Mauri e Klose. Molte assenze comunque per Reja che deve fare di necessità virtù e proporre obbligatoriamente il 4-2-3-1.
CRONACA PRIMO TEMPO L'inizo è confortante per i padroni di casa che vanno a segno alla seconda occasione con Lulic. Konko sfonda sulla destra e mette in mezzo un traversone deviato di piede da Mirante: sulla ribattuta il bosniaco è il più lesto a insaccare una facile rete. In precedenza un passaggio centrale di Lucarelli potrebbe diventare un goloso assist per il tiro educato di Mauri dal limite: ne esce una conclusione debole e svirgolata che termina sul fondo. A questo punto il Parma entra in scena guidato da un ispiratissimo Cassano bravo a scendere per far viaggiare i rapidi esterni gialloblu. Una sua verticalizzazione trova impreparati i centrali della Lazio e Schelotto non ci pensa due volte a calciare verso la porta dove Marchetti è bravo a salvare i suoi. Passano pochi minuti e un tiro dello stesso Cassano non viene ben respinto dall'estremo difensore biancoceleste: sulla ribattuta Ciani si addormenta e Biabiany si inserisce saltando il portiere e appoggiando in rete di testa.
CRONACA SECONDO TEMPO Nella ripresa il Parma sparisce e i padroni di casa alzano il baricentro. Le difese quest'oggi non sono in grande forma e lo si vede anche al 60' quando Lucarelli si fa ancora una volta rubare il pallone da Lulic che si invola verso Mirante il quale invece di servire Candreva preferisce tirare trovando l'ottima risposta dell'estremo difensore avversario davvero miracoloso. Al 66' arriva però il sorpasso biancoceleste targato Klose: Lulic bravo a recuperare un grande pallone a servire Klose che da cecchino di razza non sbaglia alla prima chance a disposizione. Quando la partita sembrava ormai saldamente nelle mani degli uomini di Reja Marchetti e Ciani combinano la frittata. Minuto 80: cross di Palladino a centro area per Cassano anticipato da Ciani, Marchetti rimane immobile e il pallone termina incredibilmente in rete per un autogol assurdo. Il Parma riacquista coraggio e crea due occasioni enormi per chiudere i conti ma prima Parolo, colpo di testa inguardabile quando poteva stoppare e concludere di piede, poi Palladino, che cerca di saltare Marchetti invece di servire Biabiany a porta vuota, sprecano incredibilmente. All'ultimo respiro la Lazio getta il cuore oltre l'ostacolo e Keita dalla sinistra mette in mezzo un cross forte e teso sul quale Candreva trova la deviaizone vincente per tre punti che valgono oro. Gara avvincente e piena di emozioni soprattutto nella ripresa a riscattare una buona parte di gara dai ritmi bassi. (Federico GiulianiCLICCA QUI PER IL TABELLINO DI LAZIO-PARMA 3-2 (SERIE A 2013-2014, 31^GIORNATA)

DIRETTA LAZIO-PARMA (3-2) LIVE, GOL DI CANDREVA! Al 92' minuto di gioco Lazio 3 Parma 2. I biancocelesti riescono e rimettere la testa avanti al fotofinish, e conquistano una vittoria preziosissima per restare agganciati al treno Europa League. Il gol decisivo è stato realizzato da Antonio Candreva, che appoggia d'interno destro sotto la traversa un cross di Keita dal lato sinistro, leggermente deviato da un difensore. Ottavo gol in questo campionato per Candreva. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI LAZIO-PARMA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 31^ GIORNATA)

DIRETTA LAZIO-PARMA (2-2) LIVE, AUTOGOL DI CIANI! All'81' minuto di gioco Lazio 2 Parma 2. Incredibile pareggio del Parma: cross di Biabiany e sul secondo palo testa di Palladino dal lato destro, nell'area piccola Ciani anticipa Cassano, la palla rimbalza con uno strano effetto e passa sotto le gambe di Marchetti, che si stava accingendo a raccoglierla. Aurogol dunque del difensore francese Michael Ciani.

DIRETTA LAZIO-PARMA (2-1) LIVE, GOL DI KLOSE! Al 67'minuto di gioco Lazio 2 Parma 1. Gol di Miroslav Klose: assist dal lato destro di Lulic, Klose approfitta del metro di libertà concessogli e fredda il portiere Mirante, con un tiro d'interno destro. Settimo gol in 22 presenze per l'attaccante tedesco in questo campionato.

DIRETTA LAZIO-PARMA (1-1) LIVE, GOL DI BIABIANY! Al 26' minuto di gioco Lazio 1 Parma 1. Gol del pareggio gialloblu realizzato da Jonathan Biabiany. Tiro da fuori area di Cassano, Marchetti respinge, Biabiany anticipa Konko, riesce ad evitare l'uscita di Marchetti alzandosi la palla ed insacca in rete di testa, anticipando il salto alla disperata di Biava. Quarto gol in questo campionato anche per l'ala francese del Parma, che a gennaio ha rifiutato di trasferirsi proprio alla Lazio.

DIRETTA LAZIO-PARMA (1-0) LIVE, GOL DI LULIC! Al 13' minuto di gioco Lazio 1 Parma 0. Gol realizzato da Senad Lulic che sfrutta un cross dalla destra di Konko, e l'indecisione di Felipe e del portiere Mirante per appoggiare in rete da pochi passi. Quarto gol in questo campionato per il centrocampista bosniaco.

DIRETTA LAZIO-PARMA, LE FORMAZIONI UFFICIALI - Sono state comunicate le formazioni ufficiali di Lazio-Parma, 31^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Ecco allora di seguito le scelte di Edi Reja e Roberto Donadoni per quello che è a tutti gli effetti uno scontro diretto che vale una posizione in Europa League. LAZIO (4-2-3-1): 22 Marchetti; 29 Konko, 20 Biava, 85 Novaretti, 26 Radu; 27 Cana, 23 Onazi; 87 Candreva, 6 S. Mauri, 19 Lulic; 11 Klose. A DISPOSIZIONE: 1 Berisha, 95 Strakosha, 2 Ciani, 7 Felipe Anderson, 21 Kakuta, 34 Perea, 39 Cavanda, 46 Helder Postiga, 58 Minala, 14 Keita B. ALLENATORE: Reja. PARMA (4-3-3): 83 Mirante; 2 Cassani, 6 Lucarelli, 19 Felipe, 18 Gobbi; 30 Acquah, 32 Marchionni, 16 Parolo; 7 Biabiany, 99 Cassano, 23 Schelotto. A DISPOSIZIONE: 1 Pavarini, 91 Bajza, 3 Molinaro, 35 Rossini, 8 Galloppa, 20 Obi, 51 Sall, 22 F. Jankovic, 24 Munari, 26 J. Mauri, 9 Cerri, 17 Palladino. ALLENATORE: Donadoni.  ARBITRO: Antonio

DIRETTA LAZIO-PARMA CHIAVE TATTICA – Andiamo ad analizzare insieme la possibile chiave tattica di Lazio-Parma, partita che ricordiamo si giocherà questo pomeriggio alle ore 15.00, allo stadio Olimpico di Roma. Con grande probabilità si tratterà di un match in cui vedremo diversi gol, complice la vena spiccatamente offensiva delle due squadre in campo. Da una parte Edy Reja proverà ad allargare il gioco con gli esterni Candreva e Keita, per poi aprire spazi in mezzo per la torre Miroslav Klose, terminale offensivo della squadra laziale. Sarà molto interessante, a riguardo, il duello ruvido e fatto di “sportellate” fra il bomber della nazionale tedesca e Lucarelli, quest’ultimo chiamato a fare gli straordinari vista l’assenza di Gabriel Paletta, out per influenza. Nel contempo la retroguardia biancoceleste dovrà essere abile nel tamponare le scorribande del “falso nueve” di Roberto Donadoni, che con il trio Cassano, Biabiany, Schelotto, cercherà di non dare punti di riferimento agli avversari. A riguardo dovranno essere bravi i due mediani della Lazio, Gonzalez e Onazi, ad aiutare la difesa a bloccare sul nascere le offensive dei Ducali. E’ molto probabile che Reja opti per una marcatura a uomo su FantAntonio, e il giocatore più indicato sembrerebbe essere Biava, che vanta esperienza da vendere in Serie A. 

DIRETTA LAZIO-PARMA PRONOSTICI – Per la sfida fra Lazio e Parma in programma oggi pomeriggio alle ore 15.00 allo stadio Olimpico, i pronostici mostrano una situazione alquanto incerta. Aiutandoci come al solito con le indicazioni dell’agenzia Snai, scopriamo infatti che la vittoria degli uomini in biancoceleste è data a 2,25, ma il segno due, il successo degli ospiti di Parma, è quotato a 3,25. Infine il pareggio, che è dato anch’esso a 3,25. Numeri che fanno chiaramente capire come la Lazio sia la favorita del match ma solo leggermente, tenendo conto anche della posizione di classifica della formazione emiliana, sesta a quota 47 punti, a ben 5 lunghezze di vantaggio sui rivali biancocelesti. Per quanto riguarda invece l’Under/Over 2,5 (match che si concluderà con più di 2,5 gol, o meno), la Snai fissa l’Under a 1,70 e l’Over a 2,05. Interessanti anche le quote relative ai risultati esatti del match con il pareggio per 1 a 1 dato a 6 volte la posta, mentre la vittoria della Lazio per 1 a 0 è fra le più quotate, precisamente a 7. La Snai indica invece a 8,50 la posta per la vittoria del Parma per 0 a 1. Infine da segnalare le quote per il Goal 1,80 e il NoGoal, 1,90, che fanno chiaramente capire come le previsioni propendano verso una sfida che non terminerà a porte inviolate. 

DIRETTA LAZIO-PARMA: RISULTATO LIVE E CRONACA (SERIE A, 31^ GIORNATA) - Alle ore 15 di oggi pomeriggio lo stadio Olimpico ospita Lazio-Parma, diretta dall'arbitro Damato, partita valida per la 31^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. E' uno scontro diretto con tutti i crismi: ci si gioca un posto nella prossima Europa League, quello che al momento il Parma tiene stretto in pugno grazie al sesto posto in classifica (47 punti) ma che i biancocelesti possono ancora strappare (ottavi con 42 punti). All'andata era finita 1-1 ed entrambe arrivano adesso da una sconfitta; c'è dunque voglia di grande rivincita da parte di entrambe, che hanno seguito percorsi diversi ma si ritrovano a essere in lotta per lo stesso obiettivo. E' anche una partita dalla forte nostalgia per un passato ancora vicino nel tempo: era il periodo a cavallo tra la fine degli anni Novanta e l'inizio dei Duemila quando Lazio e Parma si giocavano scudetti e coppe, un periodo - che a dire il vero durò poco - in cui in Serie A erano famose le Sette Sorelle, ovvero quelle squadre che ogni anno partivano per la vittoria del tricolore. Una era magari più favorita dell'altra, ma le speranze di agosto erano le stesse. Se andiamo ad analizzare i precedenti giocati a Roma scopriamo che la Lazio ne ha vinti 12, 3 li ha portati a casa il Parma mentre i pareggi sono 7. Nelle ultime nove i ducali si sono peraltro imposti in una sola occasione, e non vincono da quattro partite all'Olimpico (2 pareggi e 2 sconfitte); quest'anno hanno già perso nella capitale, 2-1 negli ottavi di finale di Coppa Italia. L'ultima vittoria del Parma è del settembre 2009: Bojinov e Amoruso segnarono le due reti gialloblu, rimaste le ultime fino al 2-1 della quindicesima giornata dello scorso campionato. In queste sfide si è sempre segnato tanto: solo in una occasione la partita si è chiusa 0-0. I doppi ex sono tantissimi: negli anni ricordati in precedenza Sergio Cragnotti e Calisto Tanzi erano soliti scambiarsi calciatori in lungo e in largo (soprattutto argentini).

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI LAZIO-PARMA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 31^ GIORNATA)

Hanno così vestito entrambe le maglie Hernan Crespo (passato dal Parma alla Lazio e poi tornato dopo altre esperienze a vestire la maglia gialloblu), Juan Sebastian Veron, Nestor Sensini, Matias Almeyda, Fernando Couto, Sergio Conceiçao, Dino Baggio, Enrico Chiesa (che però alla Lazio ebbe poca fortuna, ma in coppia con Crespo fu devastante a Parma), Diego Fuser, Marco Di Vaio (cresciuto nelle giovanili biancocelesti), Mark Bresciano: tutti concentrati in pochissimi anni, quelli appunto in cui queste due squadre erano costantemente ai primi posti della classifica della Serie A ed erano competitive anche nelle coppe europee. Molti di loro il tricolore lo hanno vinto in biancoceleste. La Lazio sta provando a qualificarsi nuovamente per l'Europa League: dopo le due delusioni subite dall'Udinese in chiave Champions e la vittoria della Coppa Italia dello scorso anno, questa sembrava essere un'annata negativa per i biancocelesti, segnata dall'addio di Vladimir Petkovic e da una brutta classifica. Il ritorno di Edi Reja ha cambiato tutto: la squadra ha blindato una difesa che imbarcava acqua, ha ripreso la marcia con una serie di partite molto positive e, nonostante l'eliminazione dai quarti di finale di Coppa Italia, ha riportato la squadra a posizioni che le competono, cioè a giocarsi la qualificazione alle coppe. Tutto questo senza avere un attaccante da doppia cifra (Candreva è a quota 7, ci sarebbe Klose che però è stato infortunato a lungo e non ha dato il solito contributo) e valorizzando giovani che già Petkovic aveva avuto il merito di scoprire o promuovere in prima squadra (Bayan Perea e Keita Baldé Diao su tutti). Adesso la classifica è migliorata, ma nelle ultime giornate c'è stata una certa frenata che ha impedito alla Lazio di trovarsi anche più su: dopo la vittoria di Firenze la squadra ha perso in casa contro l'Atalanta, pareggiato contro il Milan e nuovamente perso a Marassi contro il Genoa. Niente è ancora compromesso, ma ora serve un rush finale per centrare l'obiettivo. Il Parma ha invece visto interrompersi mercoledi sera la striscia record di 17 risultati utili: la sconfitta è arrivata in maniera beffarda contro l'ultima squadra che aveva battuto i ducali a novembre, e cioè la Juventus. E' finita 1-2 allo Stadium e il Parma ha comunque dato prova di grande carattere, andando vicino a pareggiare una partita che perdeva 2-0 dopo il primo tempo e nella quale si è trovato in dieci uomini per l'espulsione di Amauri (che ha preso tre giornate di squalifica). Svanita la possibilità di aumentare la serie la squadra potrebbe ora giocare con la mente ancora più sciolta, provando a conquistare quel sesto posto che sembrava un miraggio e che invece ora è vicinissimo, perchè bisogna semplicemente difenderlo. In più i gialloblu hanno una partita in meno: il 2 aprile recuperano gli 80 minuti contro la Roma, e questo finalmente darà un'indicazione in più su quella che è la reale classifica. Nel frattempo Roberto Donadoni è riuscito a valorizzare al meglio la sua rosa: con lui Parolo e Paletta sono diventati nazionali e il secondo è molto vicino a far parte della spedizione Mondiale di Cesare Prandelli, mentre Antonio Cassano ha già realizzato 11 gol ed è certamente alla sua miglior stagione del post-Madrid (a parte gli anni di Genova), e anche lui gravita in orbita Brasile. Sarà una bella partita tra due squadre che sanno giocare a calcio e che hanno una forte tradizione; per lo meno è quello che ci auguriamo, visto che la posta in palio non è secondaria e un po' di nervosismo potrebbe affiorare. Non ci resta che dare la parola al campo, metterci comodi e vedere come andrà a finire all'Olimpico: la diretta di Lazio-Parma sta per cominciare...

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI LAZIO-PARMA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 31^ GIORNATA)



  PAG. SUCC. >