BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Napoli-Juventus (risultato finale 2-0): cronaca e tabellino (Serie A, 31^giornata)

La cronaca e il tabellino di Napoli-Juventus 2-0, posticipo domenicale della trentunesima giornata del campionato di Serie A: marcatori e ammoniti della partita giocata al San Paolo

Foto Infophoto Foto Infophoto

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS (RISULTATO FINALE 2-0): CRONACA E TABELLINO (SERIE A 2013-2014, 31^GIORNATA) - Napoli-Juventus finisce sul risultato di 2-0 per i partenopei. Un gol per tempo: al 37' ha segnato Callejon mentre all'81' Mertens ha chiuso i conti a favore dei padroni di casa. Che in classifica salgono a 64 punti restando al terzo posto nella scia della Roma (70), che però mercoledì recupererà la sfida casalinga con il Parma (ore 18:30). La Juventus invece torna a perdere dopo 20 vittorie e 1 pareggio, e a non segnare gol dopo 43 partite; i bianconeri restano comunque al primo posto con 11 punti di vantaggio sulla Roma. Nella prossima giornata, la trentaduesima di campionato, il Napoli giocherà a Parma nel posticipo di domenica 6 aprile (ore 20:45) mentre la Juventus in casa contro il Livorno, lunedì 7 alle ore 19:00. CLICCA QUI PER IL TABELLINO DI NAPOLI-JUVENTUS 2-0 (SERIE A 2013-2014, 31^GIORNATA)

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS (2-0) LIVE, GOL DI MERTENS! All'81' minuto di gioco Napoli 2 Juventus 0. Gol realizzato da Dries Mertens ed è una rete strepitosa: lancio di Pandev per il belga, che controlla di petto, difende palla dalla carica di Marchisio, e da pochi passi dentro l'area punisce Buffon con un diagonale perfetto, probabilmente imparabile. Settimo gol in campionato per il trequartista belga che era entrato in campo da poco al posto di Hamsik. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI NAPOLI-JUVENTUS LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 31^ GIORNATA)

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS (1-0) LIVE: GOL DI CALLEJON! Si riparte al San Paolo: Napoli 1 Juventus 0, decide Callejon al 37' minuto. I bianconeri riprendono a spron battuto cercando di comandare il gioco e mettere in mostra tutto il loro arsenale offensivo per recuperare lo svantaggio e portare a casa almeno un pareggio. Non ci sono cambi nelle due formazioni: a Benitez ovviamente va bene così, mentre Conte sta già pensando a qualche contromossa per trovare il gol del pareggio.

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS (1-0) LIVE: GOL DI CALLEJON! Al termine del primo  tempo Napoli 1 Juventus 0. Per il momento la gara in diretta dal San Paolo è decisa da un gol di Callejon, il dodicesimo in Serie A e il sedicesimo in stagione: lo spagnolo scatta sul filo del fuorigioco sul cross di Insigne sfuggendo al controllo di Asamoah e insacca da due passi, con Buffon che può solo toccare. I partenopei hanno giocato un'ottima prima frazione: ci hanno messo tanta intensità pressando alto e comandando le operazioni, senza concedere campo alla Juventus. Che per il momento è ancora non pervenuta: una timida reazione c'è stata appena prima e dopo il gol, ma i bianconeri non sono andati al di là di un tiro di Lichtsteiner parato agevolmente da Reina e un'acrobazia di Osvaldo che non ha centrato il bersaglio, Il vero nodo da sciogliere nel secondo tempo riguarda le energie che il Napoli ha ancora da spendere: si attende il ritorno veemente della Juventus che ovviamente non ci sta a perdere nonostante il grande vantaggio in testa alla classifica

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS (1-0) LIVE: GOL DI CALLEJON! Al 37' minuto di gioco Napoli 1 Juventus 0. La partita in diretta dal San Paolo si sblocca grazie a Josè Callejon, che taglia bene da destra e corregge in rete un bel cross di Insigne dalla fascia opposta, anticipando Asamoah che questa volta si fa sorprendere alle spalle. Per il trequartista spagnolo si tratta del gol numero 12 in questo campionato. 

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS (0-0): GOL ANNULLATO AD HAMSIK! - Risultato ancora di 0-0 tra Napoli e Juventus, ma una scarica di adrenalina diretta al cuore dei tifosi si è appena liberata mettendo alla prova le coronarie di molti (ma rivelando un grande arbitraggio di Orsato ottimamente coadiuvato nella circostanza). Al settimo minuto infatti il Napoli passa in vantaggio, ma il gol di Hamsik viene annullato per fuorigioco. La cresta più famosa del campionato protesta educatamente, incredula, perchè c'era Chiellini sulla linea di porta che tentava di contrastare la sua conclusione, ma i replay mostrano come il resto della difesa si fosse alzato, Buffon compreso e quindi c'era solo un uomo tra Hamsik e la porta al momento del passaggio. Non protesta il Napoli, ma che chiamata della terna!

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS (0-0), FISCHI ASSORDANTI: E' UNA BOLGIA! - Risultato fermo sullo 0-0 tra Napoli e Juventus quando sono passati cinque minuti di gioco. Dopo il fischio di Orsato dal San Paolo si è levato un muro di fischi che ha trasformato in una vera bolgia. La Juventus sembra intimorita ma il vero brivido arriva al terzo minuto quando Vidal da solo si accascia a terra. Il ginocchio ha fatto crack? Preoccupatissimo in panchina Conte, si scalda Marchisio. Ma la Juventus è in dieci uomini. Partita che non si è diretta nella giusta direzione per gli ospiti, mentre i partenopei sembrano indemoniati 

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS, LE FORMAZIONI UFFICIALI - Napoli e Juventus hanno annunciato le formazioni ufficiali per la 31^ giornata del campionato di Serie A. Poche sorprese per il big match: le formazioni scelte dai due allenatori sono quelle annunciate, anche se non direttamente dagli allenatori che hanno provato a schermarsi. Tra i partenopei la conferma di Henrique come terzino destro, il rientro di Ghoulam e Higuain e la scelta di Lorenzo Insigne come esterno sinistro (Mertens non è al 100%, recuperato in extremis dalla distorsione alla caviglia). Nella Juventus non c'è Tevez: Conte sceglie Osvaldo per affiancare Llorente, gioca Pirlo ed è l'unica novità questa per i bianconeri, con Marchisio non al top che va solo in panchina. Difesa obbligata: ancora Caceres sul centrodestra. NAPOLI (4-2-3-1): 25 Reina; 4 Henrique, 21 Fernandez, 33 Raul Albiol, 31 Ghoulam; 88 Inler, 8 Jorginho; 7 Callejon, 17 Hamsik, 24 L. Insigne; 9 Higuain. A disposizione: 80 Doblas, 15 Colombo, 2 Réveillère, 5 Britos, 16 Mesto, 20 Dzemaili, 85 Behrami, 13 Bariti, 22 Radosevic, 14 Mertens, 19 Pandev, 91 D. Zapata Allenatore: Benitez JUVENTUS (3-5-2): 1 Buffon; 4 M. Caceres, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 23 Vidal, 21 Pirlo, 6 Pogba, 22 Asamoah; 14 Llorente, 18 Osvaldo. A disposizione: 30 Storari, 34 Rubinho, 42 Penna, 33 Isla, 20 Padoin, 8 Marchisio, 38 Mattiello, 12 Giovinco, 12 Vucinic Allenatore: Conte 

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS, LA CHIAVE TATTICA - Quale può essere la possibile chiave tattica di Napoli-Juventus? All'andata i bianconeri dominarono la scena, sostanzialmente non lasciando mai ai partenopei l'iniziativa. Ma questa volta siamo al San Paolo, dove i partenopei sono in grado di dare vita a straordinarie folate offensive spinti da un pubblico che può fare la differenza quanto quello dello Stadium. Sappiamo bene come giocano le due squadre, ma alla Juventus mancherà Tevez: chi si assumerà il compito di venire incontro al centrocampista, uscire e creare spazi per gil inserimenti dei centrocampisti? Saprà farlo allo stesso modo? Per i bianconeri fondamentali saranno l'intesa tra Fernando Llorente e il suo partner di attacco, la libertà della quale godrà Antonio Pirlo per impostare l'azione e lo stato di forma degli esterni, che possono spingere tanto e mettere in crisi la difesa partenopea. Il Napoli invece si affida come sempre alle zampate sotto porta di Gonzalo Higuain e ai tagli di Callejon, che spesso e volentieri si trasforma in attaccante aggiunto togliendo punti di riferimento alle difese avversarie. All'andata Benitez aveva destinato Hamsik alla marcatura di Pirlo, ma la mossa non aveva funzionato; stasera lo slovacco potrebbe avere più libertà di azione offensiva senza doversi piegare ad un ruolo importante in fase di non possesso ma che toglierebbe di fatto un uomo alle azioni d'attacco. 

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS, I PRONOSTICI  - E' sfida di lusso al San Paolo, di quelle imprevedibili a prescindere da tutto: classifica o stato di forma non contano, le statistiche vanno a ramengo, è Napoli-Juventus e tanto basta. Andiamo a dare un'occhiata ai pronostici Snai ufficiali: esattamente come abbiamo detto, le quote per le due vittorie sono uguali. E' 2,65 che vinca il Napoli o la Juventus, con il pareggio che vale leggermente di più (3,30). Difficile anche stabilire se si tratterà di una partita bloccata a centrocampo e nella quale prevarranno le difese o una sfida invece con tanti gol frutto di attacchi esplosivi: 1,85 sia per l'Under che per l'Over. Sembra invece più immediato arrivare a dire che entrambe potrebbero accedere al tabellino dei marcatori (Goal a 1,68 NoGoal a 2,07). Sul risultato esatto non avete che da sbizzarrirvi, ricordando comunque che lo scorso anno finì 1-1 (quotato a 6), chedue anni fa fu un bellissimo 3-3 (questo risultato è quotato 60) e che ancora prima era stato il Napoli a imporsi con un secco 3-0, tripletta di Cavani (risultato che vale 30). Le ultime due vittorie esterne della Juventus in campionato portano lo stesso risultato: 0-1. Dovesse uscire per la terza volta in serie, vincereste 60 euro giocandone 6. 

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS: L'ANALISI DI BEPPE SAVOLDI - Per presentare Napoli-Juventus, posticipo della 31^ giornata di Serie A, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva l'ex attaccante partenopeo Beppe Savoldi (clicca qui per l'intervista completa). Ci sono 20 punti di distanza tra le due squadre, ma per Savoldi il problema reale è che "la Juventus è superiore al Napoli, sta facendo un campionato straordinario". Per quanto riguarda il Napoli "ha cambiato allenatore, sta impostando un nuovo progetto". Tante le soluzioni che Benitez potrà schierare in attacco e Savoldi lo sottolinea, puntando comunque su Hamsik per dare una mano a Higuain. Nella Juventus non ci sarà invece Carlos Tevez: "E' un giocatore fnodamentale", anche se i bianconeri "hanno veramente una rosa ampia"

DIRETTA NAPOLI-JUVENTUS: RISULTATO LIVE E CRONACA (SERIE A 2013-2014, 31^ GIORNATA) - Alle ore 20,45 di questa sera la Serie A 2013-2014 apre ad un grande posticipo: allo stadio San Paolo si gioca Napoli-Juventus, diretta dall'arbitro Orsato, partita valida per la 31^ giornata. E' uno dei big match del campionato: si sfidano la terza e la prima in classifica, e pazienza se il divario tra partenopei (61) e bianconeri (81) è enorme, e se il Napoli di fatto non è più una concorrente per lo scudetto. La partita è comunque affascinante, perchè questa sfida è anche una grande rivalità tra il Nord e il Sud d'Italia, una diatriba che a livello sportivo c'è sempre stata ma che, tra Napoli e Juventus, si è sublimata nella metà degli anni Ottanta quando ci si giocavano gli scudetti e il duello in campo si poteva riassumere (ma non definire) nello scontro strepitoso tra Diego Armando Maradona e Michel Platini, due dei più grandi numeri 10 e calciatori, in termini assoluti, della storia. I bianconeri dominavano, ma gli azzurri si presero due scudetti e vinsero una clamorosa Supercoppa Italiana per 5-1, quando i torinesi avevano già iniziato un periodo di declino e il Napoli era agli ultimi sussulti di un'era forse irripetibile. Ad ogni modo, questa sera i padroni di casa giocano per le ultime possibilità di centrare il secondo posto e quindi la qualificazione diretta alla Champions League, laddove i bianconeri hanno come obiettivo quello di certificare il terzo scudetto consecutivo e provare a mantenere viva la speranza di arrivare alla fatidica quota dei 100 punti. Ovviamente, oltre a questo, ci sono prestigio e onore nel prendersi una vittoria contro una grande rivale: vale forse più per il Napoli, ma certo anche per la Juventus. Nei precedenti di questa sfida hanno fatto storia anche i più recenti: nel 2011-2012 fu spettacolare il 3-3 in una partita che si recuperò qualche settimana più tardi rispetto alla data prevista, e che i bianconeri rimisero in piedi dopo essersi trovati sotto 2-0 e 3-1; una delle partite che fecero capire che la banda di Antonio Conte era pronta per lo scudetto. Prima ancora, stagione 2010-2011, il Napoli che sarebbe arrivato secondo aveva passeggiato sui bianconeri, con un 3-0 memorabile per tutta la città e la firma messa in calce da Edinson Cavani, autore di una tripletta. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI NAPOLI-JUVENTUS LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 31^ GIORNATA) E se l'anno scorso era finita 1-1 con la Juventus che aveva frenato la rincorsa partenopea verso l'aggancio in classifica, nel 2000-2001 Alex Del Piero siglò il 2-1 finale tornando al gol su azione dopo una vita, con una rete delle sue (anche se con traiettoria all'angolino e non all'incrocio dei pali). Ovviamente ci sono tanti doppi ex nella partita: da Marcello Lippi e Claudio Ranieri che hanno guidato entrambe le squadre, a Dino Zoff che le ha vissute entrambe da giocatore fino a passare per Massimo Mauro che ha avuto l'onore di giocare con Maradona e Platini (e anche Zico, se è per questo) e tutti gli altri come Michele Pazienza (a Torino solo una comparsata), Fabio Quagliarella, Nicola Amoruso, Fabio Pecchia che oggi è il secondo di Rafa Benitez ma a Torino ha vinto uno scudetto (segnando anche un gol importante). José Altafini è invece, dalle parti di Napoli, core 'ngrato: dopo sette stagioni e tantissimi gol in maglia azzurra approdò, già veterano, alla Juventus (insieme a Zoff). Il 6 aprile del 1975 il Napoli ospitò i bianconeri con la speranza di agganciarli in vetta alla classifica: segnò Altafini, e la Juventus si prese partita e scudetto. Per il Napoli sarà innanzitutto voglia di rivincita: nella partita di andata i partenopei andarono a Torino con gli stessi punti della Juventus e la possibilità di portarsi davanti, ma furono schiantati dalle reti di Llorente, Pirlo e Pogba. Adesso l'occasione di rifarsi: lo scudetto non è più cosa dalle parti di Castelvolturno, perchè le pause nell'arco della stagione sono state troppe e soprattutto in casa ci sono stati troppi pareggi contro squadre inferiori (Sassuolo e Udinese). Non si è tenuto il passo delle prime due, e anche il secondo posto sembra ormai una chimera, non tanto per la distanza (6 punti, virtualmente possono essere 9, comunque non incolmabile come divario) quanto perchè la Roma non accenna a rallentare. Però la stagione resta superlativa: i partenopei hanno due punti in più rispetto allo stesso periodo della scorsa stagione, ancora una volta (la seconda in tre anni) è stata raggiunta la finale di Coppa Italia e la squadra ha comunque dimostrato di poter gareggiare con le migliori, se è vero che al San Paolo ha comunque battuto due volte la Roma. L'unica pecca, al di là di una corsa al tricolore fermatasi troppo presto, è l'eliminazione dall'Europa League: il Porto non era irresistibile ma il Napoli ha sbagliato troppi gol nella partita di ritorno e ha fallito. Benitez si affida alla coppia Higuain-Callejon: il primo ha dimostrato di valere i soldi spesi, il secondo è una scommessa vinta. Acquistato come uno scarto dal Real Madrid, il tecnico spagnolo lo aveva accreditato come capace di segnare 20 gol stagionali. Attualmente ne ha messi 15, e mancano ancora 9 partite per chiudere il 2013-2014. Parlando di gol, Carlos Tevez non sarà presente al San Paolo: ammonito per una manata a Paletta nella partita contro il Parma, non potrà incrementare il suo bottino di reti. Che è giunto a quota 18 in campionato, miglior prestazione singola per un bianconero dal 2007-2008, quando Alex Del Piero ne fece 21 e David Trezeguet 20; e miglior straniero al primo anno in Italia (sempre nell'universo Juventus) superando anche Michel Platini e Zlatan Ibrahimovic e dietro solo a John Charles e Omar Sivori. La doppietta realizzata al Parma, la seconda in Italia (ne aveva messa una contro il Verona, più una tripletta al Sassuolo) è valsa ai bianconeri la quindicesima vittoria consecutiva in casa, cioè tutte le partite interne di questo campionato: è record assoluto per la Serie A, battendo anche il Grande Torino. Gli 81 punti della squadra, giunta a 7 vittorie consecutive, sono 13 in più rispetto alla 30^ giornata del 2012-2013: una marcia trionfale che ha migliorato ancora una volta il bilancio passato di Antonio Conte, per una squadra costantemente capace di superare se stessa. Lo scudetto è ad un passo, ma non si vuole calare la concentrazione: uscire indenni dal San Paolo significherebbe con tutta probabilità aver messo le mani sul terzo tricolore consecutivo, ma la Juventus non ha intenzione di rallentare e giovedi affronterà l'andata dei quarti di finale di Europa League, una competizione che, se da una parte ricorda il fallimento nel girone di Champions, arrivati a questo punto e con la finale da giocare allo Stadium è diventata un obiettivo. Sarà grande partita al San Paolo: due squadre che giocano un ottimo calcio, che negli anni hanno messo insieme una bella rivalità e che vorranno prendersi la vittoria. Speriamo che la posta in palio e la tensione non blocchino la manovra dei partenopei e dei bianconeri, e che le aspettative siano pienamente ricambiate. A noi non resta che dare la parola al campo, metterci comodi e gustarci questa grande partita: la diretta di Napoli-Juventus sta per cominciare...

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI NAPOLI-JUVENTUS LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A 2013-2014, 31^ GIORNATA)