BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Livorno-Inter/ Il pronostico di Mario Corso (esclusiva)

Livorno-Inter, il pronostico di MARIO CORSO sulla partita, posticipo della trentunesima giornata di serie A: allo stadio Picchi si gioca alle ore 21.00, Mazzarri cerca tre punti "in casa"

Francesco Bardi, portiere del Livorno di proprietà Inter (Infophoto)Francesco Bardi, portiere del Livorno di proprietà Inter (Infophoto)

Ultimo posticipo della trentunesima giornata di serie A: stasera alle ore 21.00 si gioca Livorno-Inter. I nerazzurri sono quinti con 48 punti in classifica e dunque pienamente in corsa per un posto nella prossima Europa League, ma sono stati sfortunati e pure deludenti nell'ultimo incontro giocato giovedì sera a San Siro con l'Udinese. Uno 0-0 in cui la squadra del livornese Walter Mazzarri non ha giocato certamente bene, sprecando nel secondo tempo le occasioni da gol avute: se la difesa ormai dà sicurezze, in attacco si fa fatica a costruire e anche a finalizzare le occasioni. Bisognerà che l'Inter ritrovi quindi i tre punti in questa trasferta per continuare a credere nella qualificazione europea. La formazione allenata da Domenico Di Carlo, invece, viene dalla sconfitta a Bergamo per 2-0 con l'Atalanta. Il Livorno è al terzultimo posto in classifica e avrà bisogno di conquistare punti importanti nella difficile lotta per la salvezza: farlo contro l'Inter potrebbe essere molto positivo anche per il morale. Per presentare questo match abbiamo sentito la leggenda nerazzurra Mario Corso. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.
Livorno-Inter che partita sarà? Una partita difficile per la squadra di Mazzarri. Scenderanno in campo due squadre molto motivate, il Livorno alla ricerca di punti importanti per la salvezza, l'Inter alla ricerca di punti che le consentano di arrivare alla qualificazione in Europa League.
Per i nerazzurri da riscattare la prova opaca contro l'Udinese... In effetti nel primo tempo l'Inter ha veramente deluso. Nel secondo ha giocato meglio, ma si sono sprecate troppe occasioni da gol. Quello che conforta è l'impegno dei giocatori, che non è mancato per niente.
Come mai questi alti e bassi della formazione nerazzurra? Prima di tutto dico che mi aspetterei di più dall'Inter, che giocasse meglio. Questa squadra non va bene così, soprattutto non va bene il reparto offensivo affidato solo al talento di Palacio. Quando lui non è in giornata, come contro l'Udinese, si vedono i risultati negativi. Servirebbe al suo fianco una punta di maggior affidamento.
Crede ancora a un'Inter qualificata in Europa League? Sulla carta e considerando anche la classifica, ci sono i presupposti perché l'Inter vada in Europa. Bisognerà però iniziare a giocare meglio e vincere. Una cosa che potrebbe essere d'aiuto è il fatto che anche le altre squadre che stanno lottando per andare in Europa non stanno certo viaggiando a mille.
Il Livorno come dovrà giocare per mettere in difficoltà l'Inter?