BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Napoli-Roma (1-0): i voti della partita (Serie A, 27^ giornata)

José Maria Callejon, 10 gol in campionato e 15 in stagione (Infophoto)José Maria Callejon, 10 gol in campionato e 15 in stagione (Infophoto)

Ha salvato il risultato in almeno due occasioni: nel primo tempo prodigioso su Gervinho a tu per tu e sull’esterno sinistro di Bastos, nella ripresa chiude la saracinesca sulla velenosa conclusione deviata di Maicon. Grandissimo portiere questo per il Napoli.

Non ci siamo ,il terzino azzurro ha perso tutto quello che qualche stagione fa lo contraddistingueva come uno dei migliori del suo ruolo. Niente rapidità, discese nulle e troppe amnesie in difesa. Ad esempio all’inizio non sale evitando di mettere in fuorigioco Gervinho.

Qualche sbavatura di troppo nella parte iniziale della partita che sarebbe potuta costare cara alla sua squadra. Meglio nel finale.

Difensore vecchio stampo, colloso e bravo in marcatura e che non va per il sottile: se c’è da spazzare via il pallone lo fa senza troppi fronzoli. Scintille con Taddei. Lo spagnolo ha però la meglio.

Realizza l’assist per il vantaggio del Napoli e questo gli vale mezzo punto in più sulla sua pagella. Prima dell’80’ però la sua gara non era stata entusiasmante, anzi… Il piede c’è, adesso manca il miglioramento nella fase difensiva.

Lento e impacciato, quasi un peso quando gioca in questo modo perché ogni pallone da lui perso innesca la ripartenza degli avversari. Molle anche sui contrasti.

Esattamente come il suo compagno di reparto e connazionale svizzero non è in serata. Perde decisamente troppi palloni e il San Paolo è stizzito: fischi al momento della sostituzione. 

(60’ HENRIQUE 6 Gioca l’ultima mezz’ora in versione diga. Si piazza a centrocampo e non fa passare nessuno. Ci prova con due conclusioni inguardabili).

Lo spagnolo non è stato brillantissimo ma si è saputo salvare nel finale rendendosi decisivo con un gol che ha mandato in estasi il popolo partenopeo. Con questa marcatura, in totale, l’ex Real Madrid sale a quota 15. Non male (84’ PANDEV SV).

Bocciatura senza se e senza ma. Mai in partita lo slovacco che ha il brutto vizio di sparire nelle gare che più contano: stasera un altro esempio lampante. Eppure l’inizio di stagione era stato ottimo poi un black out che perdura tutt’ora (72’ L. INSIGNE 5.5 Entra ma è troppo spreciso: vorrebbe spaccare il mondo ma servirebbe maggiore lucidità).

Il più continuo della sua squadra nell’arco della partita. Nel primo tempo impegna la difesa giallorossa con la sua velocità e impensierisce De Sanctis con un destro a giro. Nella ripresa altre due buone occasioni per l’olandese che non delude.

El Pipita un po’ ha deluso. Buon lavoro in quanto a movimenti ma poco cinismo nel concretizzare i contropiedi. La girata su cross di Mertens nel secondo tempo grida vendetta. Benatia lo contiene bene.

Il Napoli non gioca una buona gara e ai punti sarebbe stato più giusto un pareggio ma i partenopei vincono e lui si porta a casa tre punti pesantissimi. Ci sarà da lavorare sul gioco e bisognerà velocizzare la manovra a centrocampo.